Coronavirus e business online: cosa fare? [Podcast in inglese]

Ludovica Marino Varie

Lettura: 5 minuti 0 commenti

Il mondo in cui ci siamo ritrovati a vivere da qualche settimana è ben diverso da quello a cui eravamo abituati. La pandemia di COVID-19 sta bloccando business appartenenti ai settori più disparati, e potresti giustamente essere preoccupato per il futuro del tuo store di dropshipping, soprattutto considerando i ritardi e i tempi di spedizione incerti causati dal coronavirus.

Ma questo non significa che devi abbandonare il tuo negozio online. Al contrario! Oltre all’aspetto puramente economico, ci sono diversi fattori che riguardano il tuo business di dropshipping sui quali puoi concentrare il tuo tempo e i tuoi sforzi.

E non ci stiamo riferendo solo ai fattori che riguardano il business. Se, come molti di noi, ti ritrovi costretto a lavorare da casa, dovrai anche lavorare sulla tua salute mentale per assicurarti di restare concentrato. In questo modo, quando tutto tornerà alla normalità e potrai finalmente ritornare a gestire il tuo business a pieno regime, sarai carico e pronto per lanciare il tuo store al massimo delle tue potenzialità.

Che aspetti allora? Leggi questo articolo (o ascolta il podcast per il business qui sopra in inglese) e scopri come affrontare il coronavirus e tutto quello che puoi fare durante questo periodo di incertezza per continuare a costruire il tuo business di dropshipping e per restare attivo.

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

1. Preparati ai ritardi

  • Riduci o interrompi del tutto i tuoi ads attivi. Attualmente c’è parecchia confusione su cosa può e non può essere spedito. La scelta più sicura potrebbe essere interrompere momentaneamente annunci e vendite.
  • Informa i tuoi clienti dei ritardi sulle spedizioni. Puoi inviare loro un’email o aggiungere una nota alle pagine dei tuoi prodotti e sulla landing page del tuo store. Se non sai cosa scrivere, fatti ispirare dalle email che stai ricevendo dai negozi online simili al tuo.

2. Contatta i tuoi fornitori

  • Ottieni un aggiornamento sulla loro operatività. Chiedigli delle loro scorte di magazzino, dei tempi di elaborazione degli ordini e del tempo necessario a spedire i prodotti per avere un’idea più chiara sulla situazione attuale.
  • Assicurati che le informazioni che ricevi siano veritiere. Se ti confermano di avere i prodotti, chiedi loro delle foto o ulteriori informazioni in modo da determinare se puoi effettivamente vendere i loro prodotti.
  • Effettua un ordine di prova. In questo modo avrai la certezza che i tuoi fornitori abbiano le scorte in magazzino e potrai controllare tu stesso i tempi di spedizione. Ovviamente, questo potrebbe non avere senso se il tuo mercato di riferimento è diverso da quello del paese in cui ti trovi.

3. Impara qualcosa di nuovo

  • Fare dropshipping è semplice, ma questo non significa che sia facile. Impara qualcosa di nuovo e scopri tutti gli aspetti che si nascondono dietro a un dropshipping di successo.
  • Leggi, guarda video su YouTube, segui dei corsi online. Il nostro corso di dropshipping Oberlo 101 è gratuito fino al 17 aprile.
  • Ora hai il tempo di dedicarti e diventare un esperto. Sfruttare questo periodo per imparare e prepararti ti aiuterà a risparmiare tempo e denaro in futuro.

4. Fai crescere i tuoi canali social

  • Questo è il momento perfetto per investire tempo ed energie sui tuoi profili social, perché le persone (e i tuoi potenziali clienti) stanno passando più tempo che mai sui social media.
  • Dedicati alla creazione di una community e di un pubblico che potrai utilizzare in futuro per creare una base clienti alla quale potrai vendere i tuoi prodotti o che potrai sfruttare per creare un profilo del tuo cliente ideale, che ti aiuterà con Facebook ads.
  • Interagendo con i tuoi follower in modo onesto, e pubblicando anche contenuti non solo relativi a prodotti e prezzi, aumenterai anche la credibilità del tuo brand.

5. Avvia delle campagne di email marketing

  • L’email marketing è uno strumento fondamentale per gli ecommerce, perché è un modo per aumentare il tasso di conversione dei clienti. Convincere chi ha già acquistato dal tuo store a effettuare un altro acquisto è decisamente più economico di acquisire un nuovo cliente.
  • Se ti sembra troppo difficile, inizia dalle piccole cose. Il primo passo potrebbe essere impostare un’email per l’abbandono del carrello, che puoi fare gratuitamente grazie a Shopify.

6. Migliora il tuo sito web

  • Avere un sito perfetto, con delle immagini adatte, una grafica fluida, e la migliore esperienza di navigazione possibile, richiede del tempo.
  • Approfitta di strumenti online come i creatori di loghi per dare una nuova immagine al tuo brand e al tuo sito web.
  • Inizia dalle pagine dei prodotti, perché sarà lì che la maggior parte dei tuoi ad (quando saranno di nuovo attivi) indirizzerà i tuoi clienti.
  • L’account di base di Shopify include 30 minuti di design gratuito. Approfittane per sistemare e migliorare il tema del tuo store.

7. Crea un budget

  • Imposta dei limiti. Questo ti aiuterà a tenere sotto controllo quanto spendi per i tuoi annunci e a sapere quando interrompere un ad per un prodotto, oltre a quali tariffe mensili dovrai sostenere per il tuo store.
  • Assicurati di avere un piano ben preciso. Se hai superato il tuo budget, prova a utilizzare delle strategie di marketing gratuite. In questo modo saprai quali opzioni gratuite hai a disposizione prima di iniziare a investire il tuo denaro.

8. Trova delle fonti di reddito alternative

  • Prendi in considerazione l’idea di lavorare come freelance per guadagnare online. Fiverr e Upwork sono due piattaforme per freelance ottime per iniziare a offrire i tuoi servizi.
  • Non deve necessariamente diventare qualcosa di lucrativo, ma ti offre flessibilità e può essere una fonte di reddito alternativa, fondamentale se devi affrontare dei periodi difficili come questo .
  • Se non sei sicuro di avere le abilità necessarie, pensa a quello che sai fare meglio o a cosa puoi imparare a fare perfettamente. Libera la tua creatività e sfrutta le tue conoscenze o ricerca i servizi più richiesti al momento.

9. Crea un ambiente di lavoro salutare 

  • Fai esercizio fisico. Il tuo corpo produrrà endorfine e inizierai le tue giornate nel modo migliore. E ricorda, mens sana in corpore sano!
  • Crea il tuo home office per lavorare da casa nel modo più efficiente possibile. Questo include seguire una routine giornaliera e prepararsi come se dovessi andare in ufficio.
  • Mangia in modo adeguato. Mangiare a casa è decisamente più salutare rispetto a mangiare fuori, perché puoi controllare cosa metti nel tuo piatto. Mangiare in modo salutare ha anche un impatto positivo sulla tua mente.
  • Assicurati che l’ambiente che ti circonda sia organizzato. Liberare il tuo spazio di lavoro da oggetti inutili può aiutarti a farti sentire più fresco e concentrato.

10. Resta positivo

  • Concentrati sugli aspetti positivi. Ad esempio, ora che tutti sono bloccati nelle loro case e – giustamente – preoccupati per il futuro, probabilmente starai socializzando più adesso di quanto non facevi prima, con amici e famigliari che magari non eri solito sentire così spesso.
  • Ridi. Prenditi del tempo per trovare dei podcast o dei libri che puoi ascoltare o leggere per ridere un po’. Le piccole cose possono distrarti dalla situazione difficile che stai vivendo e possono aiutarti a liberare la mente. Una piccola fuga mentale non ha mai fatto male a nessuno!

Cosa ne pensi? Come stai usando il tuo tempo durante questa pandemia? Cosa stai facendo per migliorare il tuo business e per restare positivo? Condividi la tua esperienza nei commenti qui sotto! 

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Ti potrebbero interessare anche: 

Ludovica Marino
Ludovica Marino
Ludovica lavora come content writer a Oberlo. Appassionata di viaggi, marketing ed ecommerce, condivide la sua passione con gli utenti di Oberlo dal 2019. Entra in contatto con Ludovica su LinkedIn.