[AGGIORNATO] Cosa comporta il Coronavirus per il dropshipping?

Ludovica Marino Varie

Lettura: 8 minuti commenti

Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere prese come consigli esaustivi. Per informazioni dettagliate su COVID-19, ti preghiamo di contattare le organizzazioni competenti del tuo paese. Questo articolo sarà aggiornato non appena saranno disponibili ulteriori informazioni.

Con la continua diffusione in tutto il mondo del Coronavirus, noto anche come COVID-19, i governi di tutto il mondo stanno implementando delle misure restrittive per contrastare la diffusione del virus.

Finora queste precauzioni hanno compreso misure come l’isolamento delle città, la chiusura dei trasporti pubblici – compresi aeroporti, stazioni ferroviarie e trasporti a lunga distanza – la chiusura di parchi a tema, la chiusura di fabbriche e la limitazione degli spostamenti.

L’Italia è stato il primo paese europeo a registrare un elevato numero di casi e, sfortunatamente, di vittime, ed è stato il primo paese ad attuare misure e provvedimenti per proteggere la popolazione.

Dopo il primo focolaio nel nord Italia ad oggi l’intero paese è in quarantena, e uno dopo l’altro anche gli altri paesi europei stanno iniziando ad adottare il modello italiano e lo stesso tipo di misure restrittive.

La salute e la sicurezza pubblica sono e devono essere la preoccupazione principale di tutti. Questo articolo si concentrerà su come le misure prese dai governi avranno effetto sugli utenti di Oberlo e sui loro business.

Questo periodo è difficile e spaventoso per tutti, ma la cosa migliore che si possa fare in un momento di incertezza come questo è essere preparati a ogni evenienza.

Le aziende di logistica, i fornitori e i produttori stanno subendo interruzioni delle loro operazioni, e questo influenzerà le aziende a livello globale, inclusi i negozi online di dropshipping.

Se sei un dropshipper, questo significa che i tuoi prodotti potrebbero impiegare più tempo per raggiungere i tuoi clienti.

Diamo un’occhiata a cosa puoi aspettarti da questo periodo, e a cosa puoi fare per affrontarlo al meglio.

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Sono un dropshipper. Cosa dovrei fare?

Con molti impianti di produzione e logistica chiusi temporaneamente, ti consigliamo di prepararti per i ritardi e di tenerne conto prima di continuare a gestire annunci a pagamento e di prendere in carico nuovi ordini. Ovviamente, ogni situazione va analizzata singolarmente, quindi contatta i tuoi fornitori per avere informazioni sulla loro situazione, ma ti invitiamo a prendere in considerazione l’ipotesi che i tuoi articoli non saranno spediti o consegnati in tempi rapidi.

In questo momento, avere un servizio clienti di alta qualità è il bene più importante di qualunque business. Chiunque è a conoscenza di quello che sta succedendo nel mono, ricordati quindi che è estremamente importante essere diretto e onesto con i tuoi clienti. E soprattutto, non fargli sentire abbandonati. Potresti dovergli dire di prepararsi a dei ritardi, o proporre un rimborso per i loro acquisti.

Alcuni dropshipper hanno preso l’iniziativa di avvisare i loro clienti di potenziali ritardi e hanno avuto una risposta incredibilmente positiva, in quanto la maggior parte dei business, grandi e piccoli, si trovano in una situazione di difficoltà e ad affrontare le stesse sfide.

Per informazioni su come gestire i rimborsi o i reclami dei clienti, abbiamo molti articoli con informazioni utili sull’argomento:

Quando riapriranno le fabbriche?

In questa fase, non si sa quando i produttori e i fornitori inizieranno ad operare come di consueto. Fabbriche e aziende sono state chiuse in varie località a causa dei contagi tra i dipendenti e le aziende di logistica non potranno iniziare a spostare gli articoli fino alla riapertura delle vie di trasporto.

E anche se alcune fabbriche cinesi stanno iniziando a riaprire, molte aziende di logistica hanno ridotto o messo in pausa le loro operazioni. Di conseguenza, anche i terminal stanno chiudendo o riducendo a causa dello scarso volume dei carichi.

Anche il trasporto aereo è stato influenzato da queste misure e molti servizi dedicati alle spedizioni sono stati cancellati e sospesi. Inoltre, c’è a livello globale una drammatica riduzione dei servizi dedicati ai passeggeri, che spesso portano anche dei carichi di merci.

E sei i miei prodotti sono spediti dall’Europa?

Non tutti i prodotti sono spediti dalla Cina. Molti prodotti sono in magazzini europei o americani e sono spediti direttamente da quei magazzini.

Ad ogni modo, con l’emergenza COVID-19 sempre più pressante, molti paesi europei stanno chiudendo business e attività, e i magazzini non fanno eccezione. Se fai dropshipping di prodotti da magazzini che non si trovano in Cina, controlla con i tuoi fornitori per assicurarti che gli ordini possano essere inoltrati ed evasi normalmente.

Inoltre, come abbiamo detto, sempre più paesi stanno chiudendo e instaurando un regime di quarantena. Non è ancora del tutto chiaro cosa comporteranno queste misure per i trasporti commerciali e per le spedizioni. In altre parole, non abbiamo la certezza che un prodotto che si trova in Italia riesca a raggiungere un cliente che si trova in Germania.

Anche negli Stati Uniti, la situazione cambia ogni giorno. Di recente hanno imposto delle restrizioni per quanto riguarda i viaggi di chi arriva dall’Europa, e non è chiaro se queste restrizioni abbiano effetto anche per i trasporti commerciali.

I pacchi rappresentano un rischio per i clienti?

Secondo il CDC, non vi sono prove che suggeriscano che il coronavirus sia stato trasmesso attraverso merci e pacchi importati.

Nonostante i coronavirus siano principalmente trasmessi da persona a persona attraverso le goccioline del respiro dovute a tosse o starnuti, in genere hanno una scarsa capacità di sopravvivenza sulle superfici.

Uno studio recente ha dimostrato la persistenza del COVID-19 su diverse superfici, evidenziando che il virus ha la capacità di resistere sul cartone fino a 24 ore. Questo significa che il rischio di contagio tramite prodotti o imballaggi che hanno viaggiato per giorni o per settimane a temperatura ambiente è particolarmente limitato.

Quindi, cosa posso fare?

In questo clima di panico e incertezza, è più che normale che tu ti senta demotivato e frustrato.

La buona notizia è che, nonostante tutto, ci sono tantissime cose che puoi fare per aiutare il tuo business. Di recente abbiamo fatto una chiacchierata con Chris Wane, che ha suggerito:

“Prendete questo periodo per imparare tutto quello che potete sul dropshipping, sulle pubblicità, sul design e sul branding. Una volta che tutto questo sarà finito, sarete estremamente avvantaggiati e pronti a partire in quarta!”

Inoltre, tenersi occupati aiuta anche a distrarsi da quello che sarebbe un periodo altrimenti troppo pieno d’ansia e di preoccupazioni. Ecco quindi alcune cose che puoi fare mentre aspetti che questa situazione si risolva.

Approfitta del tempo extra

Abbiamo tutti una lista di cose che dovremmo fare ma che continuiamo a rimandare. Beh, questo è il momento perfetto per iniziare a farle! Sfrutta il tempo che normalmente utilizzi per evadere gli ordini o per creare inserzioni e concentrati su:

Crea i tuoi canali social

Creare un seguito organico sui social media è un vero e proprio lavoro e come tale richiede del tempo, ma è anche estremamente utile per il branding e per la prova sociale del tuo business.

Se il tuo business è già avviato e sei già presente sui social media, pensa a come e a cosa puoi migliorare, segui aziende simili alla tua per trovare nuove idee, aumenta la quantità di contenuti che pubblichi o apri un profilo su una piattaforma social che non hai ancora provato.

Se ti stai affacciando adesso al mondo del commercio, potresti testare potenziali prodotti sui social media per vedere quale tipo di prodotto è preferito dal tuo mercato di riferimento.

Preparati per l’email marketing

Se hai un elenco di email dei tuoi clienti ma non ti sei mai dedicato particolarmente all’email marketing, questo è il momento giusto per farlo. Basta avere solo email automatiche per i carrelli abbandonati, ricerca sequenze di email che non lasceranno sfuggire nessuno dei tuoi visitatori e che ti assicureranno un maggiore tasso di conversione.

Ma non limitarti solo alle sequenze di email, pensa anche a quali altre strategie puoi implementare per aiutarti a massimizzare il tuo tempo e il tuo business nel futuro. Upselling e cross-selling, chatbot e piattaforme di automazione del marketing sono tutti esempi di strategie che puoi iniziare a studiare e che ti faranno risparmiare tempo in futuro.

Ecco alcune risorse dal nostro blog:

Aggiorna il tuo blog e occupati della SEO

L’ottimizzazione per i motori di ricerca può portare un elevato numero di visitatori al tuo store ma è una strategia di marketing che spesso viene dimenticata da chi fa dropshipping. Se hai del tempo libero, fai qualche ricerca su come puoi ottimizzare il tuo sito, la tua homepage e le pagine dei tuoi prodotti, e poi scrivi dei post ottimizzati per il tuo blog.

Non solo i post ottimizzati porteranno più visitatori al tuo sito, ma ti aiuteranno anche a imporre il tuo brand e saranno un valore aggiunto per il tuo business.

Organizza il tuo ufficio domestico

Quando sei a casa lavori sul divano o sul letto? Per quanto possa essere comodo, non è il modo più produttivo di lavorare, soprattutto nel lungo periodo.

Approfitta di questa opportunità per riorganizzare la tua camera da letto, ingresso o ufficio in una stazione di lavoro che non sia solo funzionale, ma che ti permette anche di trovare l’ispirazione di cui avevi bisogno per una nuova idea di business.

Studia e impara qualcosa di nuovo

Imparare qualcosa di nuovo è sempre una buona idea, soprattutto se hai del tempo extra. Che ti stia affacciando adesso al mondo del dropshipping o che sia ormai in questo gioco da un po’, le informazioni disponibili su come migliorare il proprio business online sono infinite.

Prenderti del tempo per approfondire ogni aspetto del tuo business non potrà che esserti utile nel lungo periodo, quindi vedi questo studio come un’opportunità o un investimento, non come un qualcosa che stai facendo per ingannare il tempo.

Segui un corso online, guarda video su YouTube, leggi articoli o libri: troverai di sicuro informazioni utili per il tuo business. E non aver paura di entrare nel dettaglio o di fare domande specifiche. Qualunque sia l’oggetto della tua curiosità, qualcuno avrà la risposta giusta per te.

Che aiuto finanziario posso avere per il mio business?

Con il COVID-19 che sta bloccando il mercato globale, con l’attuale crollo della borsa, le imminenti difficoltà finanziarie riguarderanno tantissimi business. I governi di tutto il mondo stanno iniziando ad annunciare provvedimenti e decreti per aiutare coloro che sono stati economicamente colpiti dalla pandemia.

È importante tenersi sempre aggiornati su questo tipo di misure, anche se ci dovesse volere del tempo per ricevere eventuali aiuti finanziari.

Per ulteriori informazioni, puoi consultare:

Per concludere

L’impatto del coronavirus cambia ogni giorno, e se non hai già iniziato a tenerti aggiornato con fonti affidabili e provate, potresti voler iniziare a farlo. Non ti affidare solo a un mezzo di comunicazione per decidere cosa fare o per farti un’idea della situazione.

Nonostante le restrizioni, ci sono tantissime cose che puoi fare per il tuo business di dropshipping. Usa questo tempo per migliorare il tuo store, scopri nuove strategie di marketing ed entra in contatto con la tua community per uno scambio di idee che può farti trovare l’ispirazione che stavi cercando.

Ludovica Marino
Ludovica Marino
Ludovica lavora come content writer a Oberlo. Appassionata di viaggi, marketing ed ecommerce, condivide la sua passione con gli utenti di Oberlo dal 2019. Entra in contatto con Ludovica su LinkedIn.