Cosa vendere online? I prodotti da vendere nel 2021 (e qualche consiglio!)

Andrew Roach Cosa Vendere

Lettura: 16 minuti commenti

Cosa vendere online? Trovare prodotti da vendere su internet può essere difficile, soprattutto se ti stai affacciando al mondo dell’ecommerce (e al dropshipping).

La vera sfida è trovare prodotti di alta qualità che, però, puoi acquistare (e rivendere) a un prezzo accessibile. 

Questo articolo ti aiuterà a trovare prodotti da vendere online con il dropshipping. Dopo averlo letto, sarai armato di tutte le informazioni necessarie su cosa vendere online, come vendere su internet, quali sono i prodotti di tendenza, come scegliere i fornitori, e sarai pronto per lanciare oggi stesso il tuo ecommerce.

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Cos’è il dropshipping?

come funziona il dropshipping

Il dropshipping è un modello di business che permette agli imprenditori di trovare prodotti da vendere online senza dover gestire un magazzino o preoccuparsi dell’inventario.

Quando fai dropshipping, devi solo aspettare che un cliente effettui un ordine sul tuo store e ordinare quel prodotto dal tuo fornitore, il quale si occuperà di spedire il prodotto dal suo magazzino direttamente al tuo cliente. Quale modo migliore per gestire l’inventario del tuo ecommerce?

Seguire questo modello comporta anche un investimento iniziale di gran lunga inferiore a quello previsto con i metodi tradizionali. Senza il dropshipping, infatti, incorreresti in spese di gestione per il magazzino e per lo stoccaggio dei prodotti, che dovrai acquistare e conservare fino a quando non saranno ordinati dai clienti.

L’innovazione del dropshipping è quella di aprire a tutti le porte del mondo dell’ecommerce e degli imprenditori digitali, permettendo a chiunque di provare ad avviare un business online con dei rischi finanziari minimi.


Cosa vendere online? Come trovare i prodotti perfetti

Lo step più complesso in assoluto, quello che può determinare in molti casi il successo o il fallimento di un ecommerce in dropshipping, è la scelta dei prodotti da vendere. 

Devi trovare la nicchia di mercato in cui inserirti, avere dei prodotti di tendenza ma che non siano il classico boom destinato a svanire nel giro di poco tempo. Insomma, se dovessimo pensare a un’immagine, i prodotti sono le fondamenta su cui costruire un solido negozio di dropshipping. 

Basta con le premesse, dunque, passiamo agli step da seguire per scoprire cosa vendere online!

Fase 1: Brainstorming - Parti dai prodotti di tendenza

cosa vendere online? Fase 1: brainstorming

Il primo passo in ogni progetto è il brainstorming, attività essenziale per iniziare la propria caccia al prodotto perfetto.

Best seller e prodotti di tendenza

Prova a cercare i prodotti più diffusi sul mercato. Se riuscissi ad aggiungere al tuo store prodotti popolari prima che questi raggiungano l’apice del successo, potresti approfittare dei bassi tassi di marketing e affermare il tuo brand come leader del settore.
Se vuoi capire quali prodotti sono più richiesti in questo momento, o quali prodotti potrebbero essere popolari in futuro, ti consigliamo di consultare le seguenti risorse:

Esplora queste risorse e prendi nota dei prodotti popolari che pensi possano essere adatti all’inventario del tuo store. Quando troverai un prodotto adatto, prenditi del tempo e pensa come potresti commercializzarlo per i tuoi clienti.

Piattaforme di social shopping

Pinterest: ricerca prodotti

Un altro ottimo modo per trovare idee e prodotti da vendere online è dare un’occhiata alle piattaforme di social shopping. I siti di social shopping sono dei siti abilitati all’ecommerce dove l’esperienza di shopping è condivisa con una rete di persone. La condivisione include like, commenti, consigli o condivisione di prodotti. Chi vende prodotti su questi siti utilizza le raccomandazioni e l’influenza delle persone per attirare più clienti e aumentare le vendite.
Le piattaforme di social shopping includono:

Naviga in questi siti e scopri come sono utilizzati dai loro utenti. Nota come l’interfaccia utente mette in rilievo le recensioni dei clienti e il feedback di ogni store. Puoi utilizzare queste informazioni per identificare i prodotti più popolari e scegliere cosa vendere online.

Sfrutta le community online per trovare nuovi prodotti da vendere

Community di dropshipping: Facebook

Basta una veloce ricerca online per trovare le decine di community e forum dedicate al mondo dell’ecommerce. Iscriversi ed esplorare queste community è un ottimo modo per trovare nuovi prodotti. Su Facebook ci sono centinaia di gruppi, pubblici o chiusi, che possono aiutarti a capire i bisogni e i desideri dei tuoi potenziali clienti in determinate aree del mondo.

Se vuoi limitare la tua attività di dropshipping a un paese o a una regione, puoi limitare anche la tua ricerca di community in queste aree. Puoi anche estendere la tua ricerca a diverse aree, o cercare solo gruppi di nicchia formati da persone provenienti da tutto il mondo. I gruppi e i forum di questo tipo sono tantissimi, basta cercare parole chiave come vegan, giardinaggio, fitness, e così via, e troverai tantissime nicchie pronte per essere testate!

Esplora questi gruppi e cerca di capire se si parla di un particolare prodotto o bisogno. Se si parla di un prodotto, hai trovato quello che cercavi! Se si parla di un bisogno, prova a pensare a quale prodotto potresti proporre per risolvere il problema.

Fase 2: Riduci la tua lista

Cosa vendere online? Fase due: riduci la lista dei prodotti da vendere

A questo punto, dopo numerose giornate passate nella sezione bestseller di tantissimi marketplace online, dovresti essere arrivato ad una lista di prodotti che potresti - potenzialmente - rivendere sul tuo futuro ecommerce in dropshipping. 

Ora, pensare di inserire 30 prodotti e creare un negozio generalista potrebbe non essere una buona idea. Dovresti ritagliarti una fetta di mercato in più nicchie da zero ed è un’impresa decisamente molto complessa. 

Come accorciare la tua lista? Fai una prima scrematura rispondendo a queste cinque domande: 

  1. Si tratta di un prodotto facilmente acquistabile nei negozi? La risposta dev’essere “No”; 
  2. È facile indovinare il suo prezzo? Anche in questo caso, la risposta corretta è “No”; 
  3. Risolve un problema o si fa notare? Risposta: “Sì”;
  4. Le persone possono acquistare questo prodotto senza dover fare tante ricerche? Assolutamente sì, l’obiettivo è puntare sull’impulsive buyer;

È un prodotto che si trova a meno di 25 $? Come accennato in apertura dobbiamo trovare merce di qualità ma disponibile a prezzi accessibili!

Fase 3: Fine-tuning - Altri criteri per affinare la lista

cosa vendere online. Fase 3: ultimi dettagli

Con una bella carta vetrata a grana grossa hai dato la prima limata alla tua lista di brainstorming. Ora è il momento di acchiappare una grana più sottile e sgrossare ulteriormente i prodotti scelti per arrivare ai finalisti.

Ecco allora altre tre domande a cui rispondere per scegliere cosa vendere online: 

  1. Il prodotto ti interessa/ti piace? Ovviamente sarà più facile parlare di un qualcosa che suscita il tuo interesse; 
  2. Rispetta le policy di Facebook? Per dare il via alle vendite sul tuo ecommerce, molto probabilmente dovrai affidarti a Facebook Ads per sponsorizzare i prodotti quindi non sottovalutare questo punto;
  3. Si tratta di un prodotto sicuro? Esistono dei prodotti che hanno un rischio più alto di danneggiare le persone: creme e trucchi, ad esempio, possono causare reazioni allergiche; i giocattoli possono far male ai bambini… Insomma, cerca solo prodotti super sicuri! 

Fase 4: Trova una nicchia di mercato per i tuoi prodotti

Cosa vendere online? Trovare la nicchia di mercato

Ora che hai delineato la tua lista di prodotti da vendere rispondendo alle nostre domande, ti trovi davanti a un elenco ridotto (o almeno si spera!) di elementi. Guardali attentamente: ci sono delle nicchie comuni? 

Parti da quelle per individuare quella che sarà la tua nicchia di mercato. Controlla su Google Trends l’interesse nel corso degli ultimi anni da parte degli utenti e scegli i settori in crescita.

Riuscire a trovare una nicchia di mercato vincente per i tuoi prodotti vuol dire avere meno concorrenza! E avere meno concorrenza vuol dire che le tue campagne di marketing saranno molto più economiche, soprattutto se stai pensando di utilizzare le inserzioni di Facebook o Google Ads. E non dimenticare che sarà anche più facile far apparire il tuo store più in alto nei risultati dei motori di ricerca, che è fondamentale per la crescita a lungo termine del tuo business.

Ovviamente, far partire la tua attività di dropshipping all’interno di una nicchia non significa che in futuro tu non possa espanderti in altre aree! Una volta che avrai consolidato il tuo negozio come leader di un particolare mercato, potrai provare ad aggiungere prodotti correlati che pensi possano interessare ai tuoi attuali clienti: questo ti permetterà di diversificare il tuo brand e raggiungere così nuovi clienti.

Bonus: Ricerca i prodotti della concorrenza

Cosa vendere online? Analizza la concorrenza

Fai una ricerca: trova i tuoi competitor, scopri quali prodotti stanno vendendo, da dove si riforniscono e come li vendono. Riesci a decifrare la loro strategia per la scelta dei prezzi o eventualmente a prevedere i nuovi prodotti che potrebbero vendere? 

Essere un passo avanti rispetto alla concorrenza ti permetterà di restare competitivo. Se stanno vendendo un prodotto che stavi pensando di aggiungere al tuo inventario, ma che non riusciresti ad acquistare a un prezzo simile, potresti avere dei problemi. Potresti voler considerare l’eliminazione di questo prodotto dalla tua lista, almeno per il momento. Quando sarai riuscito a creare un brand solido e i tuoi clienti saranno fidelizzati, potrai ripensarci.

É importante non trascorrere un giorno intero a cercare i tuoi competitor! Una rapida ricerca su Google evidenzierà una serie di competitor in pochi secondi. Scansiona velocemente i loro siti, e avrai informazioni sufficienti per decidere se vendere o meno un prodotto.


Cosa vendere online? 6 prodotti di tendenza

Ecco una lista in costante aggiornamento con i prodotti di tendenza. Potrai trovare i dati di Google trends, il prezzo di rivendita consigliato e qualche piccolo suggerimento per la migliore strategia di marketing. 

Cappellino da Ciclismo

Prodotti da vendere: cappellino da ciclismo
© Google Trends

Potrebbe sembrarti un prodotto troppo semplice, ma i prodotti semplici spesso sono quelli dal potenziale più alto. 

Non solo, è anche un prodotto sportivo e questa tipologia è sempre un’ottima scelta per il dropshipping. È spesso tra le cinque categorie di prodotti più di successo su Oberlo, tenendo conto sia del numero di ordini ricevuti che delle entrate che sono in grado di generare. 

Questo prodotto in particolare ha un altissimo potenziale. Non solo è un accessorio che interessa agli appassionati di ciclismo, rinomata categoria di spendaccioni, è anche alla moda. Può essere indossato sotto il casco o come berretto da tutti i giorni, quindi è estremamente versatile.

Tutto sommato, sembra un ottimo prodotto da provare a vendere. 

cappellino da ciclismo

Quanto puoi guadagnare?

  • Costo del prodotto: 4$ – 5$ 
  • Prezzo di rivendita consigliato: 15$ – 20$

La chiave per il successo: il marketing

Puoi scegliere liberamente tra inserzioni Facebook con foto o video, tutte e due le opzioni possono funzionare. In realtà, la scelta migliore sarebbe creare entrambi i tipi di inserzioni ed effettuare degli split test per capire quale formato porta a un più alto tasso di conversione.

Come al solito, è fondamentale far vedere questi prodotti alle persone giuste

Concentrati sui potenziali clienti che potrebbero essere interessati a questi prodotti, quindi gli appassionati di ciclismo, e usa la targettizzazione basata su interessi per creare segmenti di mercato per il tuo pubblico.

Puoi anche considerare di segmentare il tuo pubblico in base alla loro posizione geografica. Ad esempio, oltre all’Italia potresti scegliere di vendere i tuoi prodotti negli Stati Uniti: è un’area dove il ciclismo ha una forte rilevanza, e anche a giudicare da Google Trends potrebbe essere un’ottima scelta. 

Considera anche la stagionalità: in periodi di primavera/estate ti conviene spingere maggiormente il prodotto e investire un budget più alto. 

Ciglia finte magnetiche

Prodotti di tendenza: Ciglia finte magnetiche
© Google Trends

Funzionano esattamente come le ciglia finte tradizionali a cui siamo abituati. A differenza delle vecchie ciglia finte che richiedono l’uso della colla, queste sono più igieniche, più sicure e, dettaglio non irrilevante per i nostri clienti, più economiche. 

Hai presente le classiche ciglia adesive? Applicarle vuol dire mettere la colla e provare disperatamente a metterle dritte, ovviamente con un minimo di cinque tentativi e almeno un paio di ditate negli occhi. Non solo, vuol dire anche passare il resto della giornata a preoccuparsi che siano ancora su tutti e due gli occhi e che non si siano staccate. Per non parlare di quanto sia fastidioso doverle poi togliere!

Le ciglia finte magnetiche risolvono praticamente tutti questi problemi. Tutto quello che devi fare è applicare l’eyeliner magnetico e posare le ciglia sopra il trucco. Fatto! 

Quanto puoi guadagnare?

  • Costo del prodotto: 2,50$ – 6$
  • Prezzo di rivendita consigliato: 15$ 

La chiave per il successo: il marketing 

Le ciglia finte magnetiche sono un tipo di prodotto che compri in confezioni multiple, perché sai che ne avrai bisogno. 

Inoltre, visto che si tratta di un prodotto relativamente economico e dall’utilizzo limitato, gli acquirenti sanno già che continueranno ad acquistarne altre paia in futuro. 

Questo fattore dovrebbe essere al centro della tua strategia e delle campagne di marketing che organizzerai per questi prodotti. Puoi creare un’esperienza d’acquisto estremamente positiva per i tuoi clienti in modo da portarli a continuare a fare i loro acquisti dal tuo negozio online, aumentando le vendite e i profitti del tuo business.

Ad esempio, potresti pensare di offrire sconti per chi acquista più unità. Oppure potresti inviare un buono sconto per l’acquisto successivo a chi ha appena effettuato un ordine. 

Portacarte in metallo

Prodotti di tendenza: portacarte in metallo
© Google Trends

Inutile girarci intorno, a chi piace avere in tasca un portafoglio pesante e ingombrante? A nessuno. Inoltre, con i pagamenti contactless sempre più frequenti, portarsi dietro contanti e decine di carte di credito è a dir poco inutile. 

I portacarte in metallo hanno un comodo spazio dove puoi riporre le tue carte, e ti basta premere un tasto per poterle prendere ogni volta che ne hai bisogno. 

Non solo, hanno anche una clip in metallo che puoi utilizzare per eventuali contanti. Un prodotto elegante che offre una soluzione moderna. E dura anche molto di più dei classici portafogli in pelle, che già dopo qualche mese iniziano a rovinarsi.

Sempre più persone sono attente alla sostenibilità dei loro acquisti, e questo portacarte in metallo è la soluzione perfetta per evitare prodotti di origine animale.

Quanto puoi guadagnare?

  • Costo del prodotto: 3 $ – 5 $
  • Prezzo di rivendita consigliato: 20 $ – 30 $

La chiave per il successo: il marketing

Una strategia di marketing vincente è essenziale per questo prodotto. 

Abbiamo già parlato di alcuni dei vantaggi di questo portacarte in metallo (design elegante, vegan friendly, resistente, ecc.), e dovrai assicurarti di concentrare la tua campagna promozionale proprio su questi aspetti. 

Perché? 

Beh, perché puoi dare per scontato che la maggior parte delle persone (per non dire tutte) a cui proporrai questo prodotto probabilmente avrà già un portafoglio. 

Quindi non devi convincerli del perché ne hanno bisogno, devi fargli capire perché hanno bisogno di un nuovo portacarte in metallo. Soprattutto, perché acquistarlo dal tuo negozio. 

Non avere paura di osare. Prova strategie diverse, come i post sponsorizzati su Snapchat o su TikTok. Sono piattaforme relativamente nuove, e sceglierle per promuovere il tuo store potrebbe essere il tassello che porterà il tuo business al successo. Provare per credere. 

Cucchiaio per decorazioni

Prodotti di tendenza: Cucchiaio per decorazioni
© Google Trends

Non ne hai mai sentito parlare? Non ti preoccupare, non sei il solo. 

In realtà, si tratta di un prodotto abbastanza semplice. Un cucchiaio per decorazioni, chiamato anche cucchiaio gourmet, è un utensile che permette ai cuochi di decorare i loro piatti, aggiungendo un tocco in più alla loro cucina. 

Si tiene in mano come se fosse un pennello, e lo puoi usare per decorare i piatti con diverse salse, creando disegni precisi ed eleganti.

È perfetto per chi prende la cucina seriamente, soprattutto per chi vive di #instafood e #foodlover (sai di chi stiamo parlando). 

Ma perché questo prodotto è così perfetto per il dropshipping? 

Per tre motivi principali: risolve un problema, è economico, e le persone non saprebbero dove altro acquistarlo. 

In pratica, la ricetta per il successo. 

Quanto puoi guadagnare?

  • Costo del prodotto: 1$ – 4$
  • Prezzo di rivendita consigliato: 15$

La chiave per il successo: il marketing

Come promuovere questo prodotto? È perfetto per le piattaforme visive, principalmente perché è un prodotto mai visto prima, ma anche perché è estremamente facile far vedere alle persone il motivo per cui ne hanno bisogno. 

E anche se Instagram e TikTok sono piattaforme usate per la maggior parte da un pubblico giovane, potrai comunque mostrare i tuoi contenuti agli amanti della cucina. E cosa c’è di più instagrammabile di piatti decorati in modo creativo?

Prima di iniziare a creare post e video per Instagram e TikTok, ordina dei campioni e utilizzali per registrare dei brevi video mentre decori i tuoi piatti migliori. Dai un’occhiata a video simili creati da altri utenti dei social e lasciati ispirare. 

Una volta che avrai dei video e avrai iniziato a far crescere il numero dei tuoi follower, potrai anche pensare di contattare dei micro influencer su Instagram e TikTok.

Anche con le inserzioni a pagamento, il messaggio su cui vuoi concentrare i tuoi sforzi di marketing si basa sull’idea che questi prodotti aiuteranno gli acquirenti a dare un tocco gourmet anche ai piatti più semplici, portando la loro abilità culinaria al livello successivo. 

Piatti da ristorante realizzati in casa, ecco quello che vogliono gli aspiranti chef! 

Albero Bonsai Led

Albero Led bonsai
© Google Trends

Se sei alla ricerca di un accessorio decorativo che faccia faville, ti innamorerai di questo albero bonsai LED. 

Come puoi vedere, si tratta di un prodotto abbastanza semplice. È un albero (finto) a forma di Bonsai e, alla fine dei suoi rami, al posto delle foglie, ci sono tanti piccoli LED. 

Semplice, ma di grande effetto! 

Inoltre, il fatto che le luci siano di tipo LED rende questo prodotto particolarmente sicuro e resistente. Certo non sarà resistente quanto i veri alberi bonsai (che vivono fino a 800 anni!), ma siamo sicuri che la robustezza dei materiali farà sì che questo albero bonsai LED duri per un bel po’ di tempo. 

Quanto puoi guadagnare?

  • Costo del prodotto: 9$ - 16$
  • Prezzo di rivendita consigliato: 30$ - 40$ 

La chiave per il successo: il marketing

Promuovere questo prodotto sarà divertente. 

Hai due strade principali che puoi seguire per decidere come posizionare questo prodotto. 

La prima strada è quella più tradizionale dell’arredo. D’altronde, stiamo parlando di un prodotto che decora un appartamento, quindi cade a pennello. 

Ma c’è un’altra strada che potresti considerare… il Natale. E cosa grida “Natale” più di un albero LED? 

E ti basta dare un’occhiata alle statistiche di Google Trends per la ricerca “albero LED” per vedere che, non appena si avvicina il periodo natalizio, l’interesse subisce un’impennata pazzesca. 

Ecco quindi come posizionare questo prodotto durante il periodo pre-natalizio: come una decorazione di Natale, ma una mai vista prima, durevole nel tempo, a un prezzo vantaggioso e che aggiungerà un tocco unico a qualunque casa.

Per vendere questo albero bonsai LED puoi sfruttare Facebook e Instagram. 

Spazzola massaggiante

Prodotti di tendenza: Spazzola massaggiante
© Google Trends

Il prodotto in sé è semplice: una spazzola in silicone con un manico ergonomico, che ne facilita l’utilizzo e la rende perfetta per massaggiare il cuoio capelluto sotto il getto di una doccia calda e rilassante. 

La sensazione massaggiante offerta da questa spazzola fa meraviglie contro lo stress, e ti garantiamo che renderà molto più semplice ed efficace anche distribuire shampoo o balsamo. Di sicuro sarà un trattamento più uniforme di quello offerto dalle sole mani!

Sei già convinto? Immagina quante altre persone potresti convincere. Vediamo quindi come vendere questa spazzola massaggiante.  

Quanto puoi guadagnare?

  • Costo del prodotto: meno di 2€
  • Prezzo di rivendita consigliato: 15€ – 20€

La chiave per il successo: il marketing

Un modo efficace in cui potresti presentare questo prodotto è come accessorio perfetto per avere un “massaggio alla testa dalla comodità di casa propria”. Potrebbe funzionare soprattutto in questo momento storico, in cui milioni di persone sono costrette al distanziamento sociale. 

In alternativa, potresti proporre questa spazzola massaggiante come il perfetto regalo per Natale. L’accessorio indispensabile per rilassarsi quando fuori fa freddo, durante un bel bagno caldo, dopo tutto lo stress del periodo natalizio. 

Qualunque strategia sceglierai per promuovere questo prodotto, ricordati di concentrarti sui vantaggi: l’esperienza rilassante, la sensazione piacevole, la comodità di utilizzo. Non solo, è portatile, leggero, occupa poco spazio su qualunque mensola o in qualunque beauty case. 

Per quanto riguarda il mezzo di comunicazione per il tuo messaggio, ti consigliamo le inserzioni su Facebook e i post sponsorizzati su Instagram. 

Le FAQ su cosa vendere online e come

Markup on Dropshipping Products

Come impostare la tua fascia di prezzo?

Come con tutti i tipi di business, se non realizzi un profitto dalla tua attività di dropshipping, non hai preso la giusta decisione. Una volta che avrai analizzato il mercato, scelto cosa vendere online, e osservato i prezzi che i tuoi competitor hanno stabilito per quel prodotto, devi controllare i prezzi dei fornitori e considerare eventuali costi aziendali per decidere se questo modello di business è adatto a te e al tuo ecommerce.

Opportunità di profitto ragionevoli

Qualunque ecommerce di successo si basa sulla capacità di generare un profitto. Questo è quello a cui devi pensare mentre scegli cosa vendere online.

Prova a trovare prodotti di dropshipping che puoi vendere su internet ad almeno 10€ in più del prezzo al quale li hai comprati. Ad esempio, immagina di acquistare un berretto da baseball a 5€ e di rivenderlo sul tuo store a 15€.

In questo caso, la tua vendita ha coperto il prezzo del prodotto e il costo della campagna di marketing, lasciando comunque un buon margine di profitto al termine della transazione.

Impostare il giusto prezzo per i tuoi prodotti di dropshipping è fondamentale per il successo della tua attività.


Come scegliere un fornitore per i tuoi prodotti di dropshipping?

Se vuoi avere un’attività di dropshipping di successo devi assicurarti di essere in buoni rapporti con i tuoi fornitori, per ottenere da loro prodotti di alta qualità a un prezzo accessibile.

Gli imprenditori nel settore dell’ecommerce hanno a disposizione un’enorme varietà di fornitori: piattaforme come Oberlo ti aiutano a trovare prodotti eccellenti. 

I fornitori di dropshipping che hanno un alto punteggio di feedback forniscono agli imprenditori un ottimo servizio. Ti consigliamo di affidarti a loro quando sceglierai i prodotti per il tuo store: avere dei fornitori affidabili è decisivo per un business in dropshipping di successo.


Come gestire i tempi di consegna?

Se gestisci il tuo store con un modello di dropshipping, devi essere pronto ad affrontare tempi di consegna più lunghi del solito, perché i tuoi prodotti potrebbero arrivare da fornitori con sede in Cina. Puoi risolvere questo problema utilizzando prodotti con opzione di consegna ePacket.

Metodi e tempi di spedizione

Questo metodo di spedizione permette di consegnare più velocemente i prodotti più leggeri (con un peso non superiore ai 2 kg) che arrivano da fornitori cinesi. Tieni a mente questa informazione quando scegli cosa vendere online e cosa aggiungere all’inventario del tuo store. La consegna con ePacket è essenziale se vuoi fornire un servizio di qualità eccellente ai tuoi clienti.

Purtroppo, il metodo di spedizione ePacket non è ancora disponibile in tutti i paesi. I paesi supportati al momento includono Stati Uniti, Canada, Australia, Regno Unito, Nuova Zelanda, Brasile, Francia, Germania, Italia e molti altri ancora.


Se sei ancora alla ricerca di idee su cosa vendere online, come vendere su internet o su come trovare fornitori di dropshipping, potrai trovare ispirazioni e risorse sul nostro sito.

Questo è tutto, ora hai tutte le informazioni necessarie per iniziare a trovare e aggiungere prodotti al tuo store. Siamo sicuri sarà un successo!

Se dovessi avere altre domande sui prodotti, sul dropshipping, o sull’ecommerce in generale, commenta pure qui sotto. Siamo felici di poterti aiutare!


Ti potrebbero interessare anche:


C’è qualcosa che vorresti approfondire e che avresti voluto fosse inclusa in questo articolo?
Commenta qui sotto e faccelo sapere!

Andrew Roach
Andrew Roach
Andrew Roach is a Content Marketer at Oberlo. He is passionate about ecommerce and creating insightful content to help entrepreneurs launch and grow their businesses.