Come risparmiare sui costi di spedizione e aumentare il profitto

Andrew Roach Dropshipping

Lettura: 9 minuti 0 commenti

Anche se il mondo dell’ecommerce sta vivendo un’impennata, in questo periodo segnato dal coronavirus i tassi di disoccupazione e la domanda imprevedibile dei consumatori fanno sì che qualunque settore sia particolarmente instabile. In un periodo come questo, risparmiare sui costi di spedizione è più importante che mai.

La spedizione è il fattore che ci permette di continuare a gestire il nostro business dal momento che i negozi al dettaglio sono stati costretti a chiudere. Ma è anche un male necessario, e non è certo gratis.

Al contrario, i costi di spedizione sono la sfida principale per più della metà dei venditori online. Se vuoi scoprire come risparmiare sui costi di spedizione e sfruttare quei soldi risparmiati per gestire al meglio questa tempesta, ecco alcuni modi per farlo.

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Lavora con più fornitori

Non c’è una regola del dropshipping che ti impone di lavorare solo con un fornitore. Al contrario, diversificare i fornitori dei tuoi prodotti è un’ottima strategia per trovare i migliori prodotti al miglior prezzo. Lo stesso vale per i costi di spedizione.

Molti prodotti sono disponibili da più di un fornitore. Potresti trovare un prodotto da vendere su Amazon che è disponibile anche su AliExpress e SaleHoo. Quindi, se il prodotto è giusto, ma il prezzo di spedizione non lo è, non avere paura di guardarti intorno per ottenere un affare migliore e aumentare il tuo ROI.

Ecco un consiglio: Oberlo ha delle funzionalità specifiche che ti permettono di cambiare fornitore senza dover modificare il catalogo dei prodotti.

Anche questa è una strategia valida nell’economia di oggi. Con il coronavirus che colpisce le fabbriche e i magazzini, e i governi che aggiornano costantemente l’elenco di business considerati “essenziali”, i tuoi fornitori potrebbero dover affrontare un arresto della produzione in qualsiasi momento. Se si dispone di un pool di fornitori diversificato, è possibile attingere a una delle altre risorse se uno dei fornitori è fuori servizio.

Coltiva le relazioni con i fornitori

Mentre la pandemia di COVID-19 colpisce ogni angolo del mondo, ci troviamo in una situazione unica in cui tutti ci troviamo ad affrontare la stessa “sfida” e sembra che la mentalità generale sia quella del “siamo tutti insieme in questa cosa”. Le relazioni stanno diventando più importanti che mai.

Un business di successo si costruisce su relazioni forti. E non stiamo parlando solo dei tuoi clienti, dei tuoi partner commerciali, o dei tuoi dipendenti (anche se sono importanti). Parliamo anche della gestione dei rapporti con i fornitori.

I fornitori sono una parte fondamentale di ogni attività di dropshipping. Senza di loro, non avresti niente da vendere. Letteralmente. Quindi devi instaurare relazioni di lavoro positive che favoriscano la comunicazione aperta e la collaborazione. Contatta i tuoi fornitori e chiedi loro come se la stanno cavando in questo periodo. Chiedi se c’è qualcosa che puoi fare per aiutarli a superare eventuali ostacoli.

Ora, cosa ha a che fare l’essere amichevoli con i costi di spedizione?

Un dialogo aperto ti permette di affrontare più facilmente il tema dei costi di spedizione. Avere un buon rapporto renderà i fornitori più propensi a fidarsi di te e ad essere aperti a nuove idee su come ottimizzare queste spese in un modo che sia vantaggioso per entrambi.

Ora, commercianti e fornitori possono lavorare fianco a fianco invece che in parallelo l’uno all’altro. “Assicuratevi che stiate entrando in una partnership, non in una relazione transazionale”, afferma Bradley Day di HELM Boots. “Sono finiti i giorni in cui la relazione consiste nei profili che acquistano e nei brand che vendono”.

Insieme, è possibile elaborare idee per ridurre al minimo i costi del packaging, ottenere tariffe migliori dai trasportatori, o rifornirsi da diverse sedi di logistica, se disponibili.

costi di spedizione

Negozia delle tariffe vantaggiose

Parlando di rapporti con i fornitori, a volte bisogna pensare seriamente al business e iniziare le trattative per riuscire ad avere spedizioni economiche.

Se il pensiero di dover negoziare ti mette in agitazione, la Harvard Business Review ti offre quattro modi per avere la meglio, dal meno al più rischioso. Poni a te stesso le domande associate a ciascuno di questi modi. Se dovessi rispondere no a tutte, puoi permetterti di rischiare un po’ di più.

1. Offri un valore al fornitore (basso rischio)

  • Posso aiutare il fornitore a entrare in nuovi mercati o settori?
  • Posso aiutare il fornitore a ridurre i suoi rischi aziendali?

2. Modifica il modo in cui acquisti

  • Posso avere un vantaggio consolidando gli ordini o acquistano dei pacchetti in blocco di servizi o prodotti?
  • Ho davvero bisogno di tutto quello che sto acquistando?

3. Crea un nuovo fornitore

  • Ci sono delle entrate potenziali per mercati adiacenti?
  • Posso integrare verticalmente per diventare io stesso il mio fornitore?

4. Gioca duro (alto rischio)

  • Posso permettermi di trattenere o di annullare gli ordini?
  • Ci sono delle basi per degli scontri?

Metti alla prova le tue relazioni con i fornitori e le tue capacità di negoziazione parlando del tuo obiettivo di risparmiare sui costi di spedizione e chiedendoti quali sono le opzioni disponibili. Forse puoi convincere il tuo fornitore a concederti uno sconto in cambio di un minimo d’ordine mensile, o a far sì che sia lui a coprire parte dei costi di spedizione. Ci sono molti modi per negoziare il costo della spedizione del corriere con i fornitori.

Conosci le tue opzioni di spedizione

Come ridurre i costi di spedizione? Non ci sono solo tantissimi fornitori tra cui scegliere, ci sono anche diverse opzioni di spedizioni che puoi considerare per risparmiare sui tuoi costi di spedizione:

  • USPS e altri corrieri nazionali
  • Spedizione ePacket
  • Spedizione standard AliExpress
  • Spedizione Free on Board (FOB)

USPS e altri corrieri nazionali

USPS, China Post, Royal Mail: questi sono alcuni dei corrieri nazionali a disposizione dei dropshipper. E variano completamente in termini di tempi, costi di spedizione e tracciabilità. China Post, ad esempio, potrebbe richiedere dai 20 ai 50 giorni per spedizioni in tutto il mondo, mentre USPS può consegnare in soli 2-15 giorni, ma è limitata agli Stati Uniti.

La cosa importante da tenere presente è che questi fattori cambiano. E sì, potrebbe essere un’impresa cercare il corriere più economico per ogni prodotto per ogni destinazione, ma questo è l’unico modo per ridurre i costi di spedizione e trovare le spedizioni internazionali più economiche per ogni prodotto.

Spedizione ePacket

E poi abbiamo la spedizione ePacket, che è disponibile in più di 40 paesi per prodotti provenienti dalla Cina e da Hong Kong. La spedizione ePacket offre costi di spedizione contenuti e un ulteriore livello di affidabilità con il tracciamento integrato.

Come le spedizioni FOB, ePacket non è sempre la spedizione più economica. Inoltre non è sempre la più veloce. Ma è affidabile e, in molti casi, conveniente.

In definitiva, è sempre meglio esaminare tutte le opzioni, i costi di spedizione e altri pro e contro come i tempi di consegna, il tracking e altro ancora.

Spedizione standard di AliExpress

Se stai facendo dropshipping con AliExpress, puoi usare anche la loro opzione di spedizione. La spedizione standard di AliExpress è tipicamente a basso costo – a volte gratuita – e consegna i pacchi in tutto il mondo tra i 15 e i 45 giorni.

Spedizione Free on Board (FOB)

La spedizione Free on Board (FOB) avviene quando il venditore registra la vendita nell’istante in cui la merce lascia il proprio magazzino, mentre l’acquirente attende di registrare l’acquisto solo dopo aver ricevuto e accettato la spedizione presso il proprio magazzino, la destinazione. In caso di problemi con la spedizione, l’acquirente è tenuto a presentare un reclamo per eventuali danni, ecc.

Tutto ciò fa sembrare che l’acquirente sia responsabile del pagamento delle spese di spedizione, e questo è vero. Ma qui c’è un vantaggio in termini di risparmio sui costi: è possibile scegliere il magazzino che offre i costi di spedizione più ridotti. Questo potrebbe essere dovuto alla posizione, al metodo di spedizione o ad altri motivi.

Nota: le opzioni di spedizione di cui sopra non sono tutte le opzioni di spedizione a tua disposizione. Sono solo alcune delle soluzioni più popolari e convenienti.

Nell’esempio qui sotto, vediamo che per la spedizione di questo prodotto in Italia il corriere che offre i costi di spedizione più economici è Cainiao Super Economy, che però non offre tracciabilità, mentre con China Post la spedizione è gratuita e include la tracciabilità. Ci sono anche opzioni di spedizione più costose e più rapide.

Tutto sta nello stabilire le proprie esigenze e nello scegliere l’opzione di spedizione più adatta a un determinato prodotto e mercato.

Imposta metodi di spedizione di default

Tutto questo smistamento attraverso le opzioni e i costi di spedizione può essere un lavoro molto impegnativo. Ma ecco la parte facile: è possibile personalizzare le impostazioni di spedizione per ogni singolo fornitore all’interno di Oberlo.

Diciamo quindi che un fornitore offre i migliori costi di spedizione tramite ePacket. Puoi scegliere di spedire tutti i loro ordini tramite ePacket. Tuttavia, un altro fornitore offre la spedizione standard AliExpress gratuita. Quindi vorrai assegnare quel metodo di spedizione a tutti gli ordini di quel fornitore.

Questo elimina gran parte dei processi manuali di selezione e scelta dei costi di spedizione. Puoi impostare un metodo e dimenticartene, e ricontrollare solo quando vuoi rivalutare i tuoi costi di spedizione.

In questo modo, gli ordini per quei prodotti saranno automaticamente spediti nel modo più conveniente.

Dai priorità ai paesi con costi di spedizioni accessibili 

Come fare spedizioni internazionali economiche?

L’ecommerce è fantastico perché ti offre la possibilità di raggiungere un pubblico globale. Non ci sono confini…fino a quando non devi spedire i prodotti ai clienti.

Le spedizioni internazionali economiche e non includono una serie di regolamenti, requisiti e costi. I costi di spedizione variano a seconda dell’origine e della destinazione.

Sulle tue piattaforme pubblicitarie, seleziona il pubblico che si trova nei paesi in cui è più economico spedire. Non c’è motivo di sprecare dollari in pubblicità in una regione nella quale non desideri spedire.

Oppure, se vuoi concentrarti su una regione specifica, cerca tra i vari fornitori per vedere chi può offrire i prezzi più competitivi per quella località. E ricorda la possibilità di lavorare con più di un fornitore.

Confronta più paesi per vedere dove è possibile generare il più alto ROI dopo aver controllato le spese di spedizione.

Usa zone di spedizione personalizzate

Impostare delle zone di spedizione con tariffe diverse è particolarmente utile per ridurre i costi di spedizione. Una volta che si sa quanto costa la spedizione in ogni paese, è possibile regolare i costi di spedizione del cliente a seconda della sua posizione.

Imposta la spedizione gratuita in aree dove è più conveniente, e fai pagare un po’ di più per altre località.

Un consiglio: fai sapere ai tuoi clienti che la spedizione gratuita è disponibile solo in alcune località. E se è disponibile solo in un paese, dillo in anticipo. Ricorda che i costi di spedizione possono portare all’abbandono del carrello, quindi non vuoi che i tuoi clienti siano sorpresi al momento del check-out.

Su Shopify, puoi farlo nella pagina delle impostazioni di spedizione. Aggiungi semplicemente i paesi che vuoi nella tua zona di spedizione gratuita, e assegna il resto a diverse zone con i loro costi di spedizione corrispondenti. Questo aggiusterà automaticamente il costo di spedizione al momento del checkout a seconda della destinazione del prodotto. (Fortuna che abbiamo l’automazione!)

Scegli le giuste piattaforme

Alcune piattaforme di ecommerce consentono ai commercianti di accedere a costi di spedizione scontati con i corrieri internazionali. Shopify merita una menzione a proposito: ha negoziato tariffe per i commercianti con sede negli Stati Uniti e in Canada per le spedizioni con USPS, UPS, DHL Express e Canada Post.

Anche i fornitori di software di spedizione negoziano le tariffe direttamente con i corrieri e poi passano gli sconti ai commercianti.

Riduci il packaging

Due modi sicuri per far salire i costi di spedizione? Dimensioni e peso. Più grande e pesante è il tuo pacco, più pagherai per spedirlo.

Scegli un imballaggio del prodotto non ingombrante. Vorrai rendere i tuoi pacchi il più piccoli possibile (pur proteggendo i prodotti all’interno) e fare in modo che pesino il meno possibile. Certo, se vendi libri o oggetti simili, potresti non avere molte opzioni per rendere i tuoi pacchi più leggeri. Ma quello che puoi controllare è l’imballaggio.

Molte società di spedizione offrono scatole e materiali gratuiti per i commercianti. Ottieni maggiori informazioni dai diretti interessati:

Fai pagare di più per i tuoi prodotti

A nessuno piace pagare la spedizione. E i consumatori non vogliono solo la spedizione gratuita, se la aspettano. Uno studio della National Retail Foundation (NRF) ha rilevato che tre quarti dei consumatori ritengono che la spedizione dovrebbe essere gratuita, anche per ordini di basso valore.

Quindi, quando si applica una tassa di spedizione, i consumatori ricevono uno shock. E questo non è il posto giusto per fregarli. Sono già abbastanza interessati ai tuoi prodotti da metterli nel carrello e arrivare al check-out. L’introduzione di una tassa di spedizione inaspettata è un modo rapido per perdere una vendita e far irritare un potenziale cliente.

L’idea è quella di aumentare i prezzi – quanto basta, non troppo – per coprire i costi di spedizione. Anche se questo non è tecnicamente un risparmio di denaro, è un modo efficace per mantenere più profitti e ridurre l’abbandono del carrello.

Prova tempi di spedizione più lunghi

Con Amazon che prevede la spedizione in due giorni come standard, e piattaforme come Instacart e Shipt che alzano la posta con la consegna in giornata, i consumatori di oggi sono abituati ad una gratificazione immediata. Ma non tutti gli acquirenti online hanno bisogno di una consegna rapida. Molti sono disposti ad aspettare un po’ più a lungo per l’articolo perfetto.

Più a tempo darai a un corriere per consegnare un pacco, più sarà economico. Ecco perché paghiamo tantissimo per la consegna in giornata e perché Amazon incoraggia a preferire i tempi di consegna più lunghi. È facile approfittare dei crediti gratuiti che Amazon offre per i contenuti digitali. Dopotutto, cosa sono un paio di giorni in più?

Informa i tuoi clienti che la consegna potrebbe richiedere un po’ di tempo e offri loro la possibilità di pagare loro stessi la consegna rapida. Quasi un quarto dei clienti opta comunque per la spedizione in quattro o sette giorni.

Un consiglio: se la finestra di consegna è di 15-25 giorni, dite ai clienti che sarà di 20-25 giorni. Una grande finestra può sembrare irrealistica. E chi si lamenterà del fatto che hai ricevuto la loro spedizione troppo in fretta?

Risparmiare sui costi di spedizione: conclusione

I costi di spedizione sono una spesa fastidiosa che può incidere sui tuoi profitti. Con un po’ di tempo e di ricerca, potrai abbassare questi costi e reinvestire più soldi nella tua azienda.

Traduzione: Ludovica Marino

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Ti potrebbero interessare anche:

Andrew Roach
Andrew Roach
Andrew Roach lavora come Content Marketer presso Oberlo. È appassionato di ecommerce, e vuole aiutare quanti più imprenditori possibili a far crescere il proprio business.