Hai mai pensato di fare dropshipping su Amazon? Se hai un negozio online, è un’opportunità eccezionale. Può darti un vantaggio competitivo sulla concorrenza, aiutarti a guadagnare online o addirittura trasformare la tua passione in lavoro.

Con 150,6 milioni di utenti, questo marketplace colosso dell’ecommerce guida la classifica delle app per lo shopping negli Stati Uniti ed è una delle aziende più conosciute al mondo. Per questo motivo chi vende su Amazon in genere ha già una buona credibilità e fiducia da parte degli utenti. Questo, ovviamente, è un altro vantaggio per il tuo brand.

Se hai già un negozio su Shopify, sei a metà dell’opera: puoi aggiungere un canale di vendita Amazon in pochi clic.

E se le regolamentazioni ti spaventano, niente paura. Continua a leggere e scopri come puoi fare dropshipping Amazon in Italia (con e senza partita IVA).

(Se vuoi approfondire, dai un’occhiata anche alla nostra guida completa sul dropshipping e alle nostre risposte alle domande più frequenti sul dropshipping)

Attenzione: attualmente non è possibile fare dropshipping su Amazon con Oberlo.


Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Inizia gratis

Cos’è il dropshipping?

Prima di parlare ci come funziona il dropshipping Amazon, facciamo un breve ripasso.

Il dropshipping è un modello di ecommerce che permette di vendere prodotti senza averli materialmente in negozio. 

Il compito del dropshipper è fornire assistenza alla clientela, ricevere gli ordini e inoltrarli al fornitore, che si occupa di gestire il magazzino e le spedizioni.


Cos’è Amazon?

Amazon è diventato l’ecommerce più grande al mondo perché offre una vetrina online e un ulteriore canale di vendite ai brand che hanno un negozio fisico.

Per vendere su Amazon devi creare un account sulla piattaforma e attendere che venga approvato (tieni a mente che non tutti i brand passano la selezione).

Come fare dropshipping su Amazon?

Per iniziare a vendere su Amazon in dropshipping devi iscriverti al programma Logistica (chiamato anche Fulfillment by Amazon o FBA). 

Il servizio prevede che i fornitori spediscano i loro prodotti a un centro logistico dell’azienda, dove vengono stoccati fino a quando non vengono acquistati e spediti ai clienti. 

Dato che Amazon è presente in tutto il globo, può garantire tempi di consegna veramente ridotti. Un vantaggio da non sottovalutare visto che, soprattutto nel 21o secolo, il cliente vuole tutto e subito.



Dropshipping Amazon: è legale?

Sì, vendere su Amazon in dropshipping è legale a patto che vengano rispettate alcune regole.

I partner di vendita devono sempre:

  • utilizzare il proprio nome aziendale nelle bolle di accompagnamento e nelle informazioni fornite insieme ai prodotti;
  • accettare ed elaborare i resi dei prodotti;
  • rispettare i termini del contratto di venditore e le politiche applicabili di Amazon.

Tuttavia, non sono ammesse alcune modalità di dropshipping. Ad esempio, non è consentito:

  • acquistare prodotti da un negozio online e chiedere al venditore di spedire direttamente ai clienti;
  • utilizzare il nome e i contatti di terzi nelle bolle di accompagnamento, nelle fatture o in altri documenti.

Dropshipping Amazon: quanto costa?

Per iniziare a fare dropshipping su Amazon, per prima cosa devi registrarti come venditore (o venditrice). Il piano Individuale costa 0,99 € per unità venduta, mentre quello Professionale ha una tariffa mensile fissa di 39,99 €. Qui trovi tutti i prezzi per la piattaforma italiana.

Le commissioni di Amazon variano a seconda del tipo di prodotto spedito, ma in genere vanno dal 10% al 15% e potrebbero rivelarsi troppo alte per chi lavora con margini di profitto relativamente bassi. 

Scopri di più sulle commissioni di Amazon


Quanto si guadagna con il dropshipping Amazon?

Dipende. Considera che il dropshipper medio ha margini di guadagno che vanno dal 10% al 30% e la piattaforma detrae un 15% dalle entrate.

Se guadagni il margine massimo del 30% il profitto è abbastanza soddisfacente, soprattutto se consideri che Amazon ti permette di offrire i tuoi prodotti a un pubblico vastissimo.

Puoi far crescere i margini di guadagno vincendo la Buy Box, ma per conquistarla devi avere una strategia chiara e farti strada tra la concorrenza.


Quali sono i vantaggi di vendere su Amazon in dropshipping?

Vediamo ora quali sono i vantaggi per i venditori che scelgono di fare dropshipping su Amazon.

Zero costi di magazzino

Uno dei benefici più ovvi è che non devi pagare nessun costo di magazzino: con la Logistica di Amazon, è l’azienda a occuparsi delle spedizioni una volta che invii i prodotti nei centri di stoccaggio.

Fornitori di Amazon

Amazon compra prodotti all’ingrosso da molti fornitori europei e li stocca nei suoi magazzini, pronti per essere spediti. Inoltre gestisce anche i resi e il servizio clienti multilingue. 

Questo sistema consente alle aziende – persino le PMI – di crescere rapidamente e conquistare il mercato globale. Inoltre, grazie all’assistenza fornita da Amazon, raggiungere profitti a lungo termine è davvero alla portata di tutti.

Vasto pubblico target

Con 300 milioni di account attivi sulla piattaforma, Amazon può diventare un canale di vendita interessante.

Ti basta vendere il prodotto giusto al prezzo giusto per guadagnare clienti che non potresti mai raggiungere con una strategia di marketing o di digital marketing senza dropshipping su Amazon. Inoltre avresti l’opportunità di attrarre un pubblico completamente nuovo.


Moltissime categorie di prodotti

Amazon ha più di 30 categorie di prodotti, per cui puoi decidere di vendere in più mercati di riferimento.

Con gli articoli e i fornitori giusti, puoi ampliare il tuo target a dismisura e offrire prodotti che appartengono a categorie molto diverse tra loro, come Elettronica e Goielli.


Dropshipping su Amazon: 8 passi per iniziare

1. Scegli una piattaforma ecommerce

Shopify è sicuramente un’ottima scelta. Ora che ha stretto una partnership con Amazon, ti consente di aggiungere questo canale di vendita nel tuo store e di gestire gli ordini in modo più snello e veloce.


2. Vendi i prodotti giusti

Esistono diversi requisiti e restrizioni per determinate categorie di prodotti, quindi devi chiedere l’approvazione se vuoi venderli in dropshipping su Amazon.

La procedura non è richiesta per articoli come libri, computer e videogiochi, elettronica e cancelleria per ufficio.

Dai un’occhiata alla lista dei prodotti soggetti a restrizioni per maggiori informazioni. Tra questi, ci sono articoli come hoverboard e merci pericolose.




3. Crea un account Amazon Seller

Se hai intenzione di vendere un numero elevato di prodotti, ti conviene abbonarti al piano di vendita Professionale.

Quello Individuale infatti applica una commissione di 0,99 € per ogni prodotto venduto, che così riduce i tuoi margini. Pertanto devi offrire prezzi competitivi e sconti occasionali per ottenere un profitto sufficiente da reinvestire nel tuo business.

Con l’account da venditore professionale, invece, paghi solo un abbonamento mensile con alcune spese aggiuntive.

Dopo aver scelto il piano di vendita, puoi iscriverti a Seller Central con un account Amazon inserendo le tue credenziali o creandone uno da zero. In seguito ti verrà richiesto di condividere alcuni dettagli della tua azienda, come l’indirizzo e i dati fiscali.




4. Richiedi l’approvazione delle tue categorie

Successivamente, potresti dover richiedere l’approvazione di alcune categorie. Abbigliamento, Bellezza e Gioielli sono tra le più apprezzate dai clienti (e potresti volerle includere nel tuo store). Dai un’occhiata ai requisiti di approvazione di ogni categoria per capire come procedere.


5. Collega il tuo account Amazon Seller a Shopify

Dopo aver ricevuto l’approvazione, collega il tuo account venditore Amazon a quello di Shopify. Nella navigazione a sinistra del pannello di controllo di Shopify, clicca sul pulsante "+" che vedi di fianco ai canali di vendita.

Nella finestra di dialogo Aggiungi canale di vendita, clicca su Amazon e poi su Aggiungi canale.

Attenzione: se non vedi Amazon tra le opzioni disponibili, scorri fino a Non vedi il canale che ti interessa? Visita l’App Store di Shopify.



Aggiungi l'app Amazon al tuo store.


Infine, fai clic su Collega ad Amazon.



6. Inizia a fare dropshipping Amazon su Shopify

Sotto i canali di vendita, clicca su Amazon e poi su Crea inserzione.

Successivamente, vai su Seleziona prodotto. Puoi scegliere tra due opzioni. Se il tuo marchio fabbrica il prodotto, devi acquistare i codici UPC. Se invece sei dropshipper, seleziona l’opzione Questo prodotto è di un altro brand.

Scegliendo questa opzione, puoi cercare l’articolo che vuoi vendere in dropshipping. Una volta trovato, clicca su Seleziona e poi su Pubblica. Ripeti la procedura per ogni prodotto.

Suggerimento: se stai muovendo i primi passi nel dropshipping, ti consigliamo di puntare su prodotti a bassa concorrenza e ad alto profitto. Cercali su Oberlo, un’app di Shopify che ti permette di importarli nel tuo store e aggiungerli nelle inserzioni su Amazon. 

7. Gestisci il magazzino con Shopify

La sincronizzazione del magazzino fisico con l’inventario digitale è fondamentale per evitare di esporre merce che in realtà non è più disponibile.

Il rischio è che se un utente ordina un prodotto esaurito su Amazon, può lasciarti recensioni negative e dovrai dedicare del tempo extra all’assistenza clienti.

8. Promuovi il tuo negozio Amazon

Non puoi aumentare le vendite se nessuno conosce il tuo business. Ecco perché il passo successivo è quello di aumentare il traffico verso il tuo negozio.

Prima cosa, occupati dell’ottimizzazione SEO del sito. Poi crea un piano di social media marketing per promuovere lo store e crea annunci su Amazon per attirare l’attenzione dei clienti.



Altre strategie per avere successo con il dropshipping Amazon

In questa sezione della guida, imparerai alcune strategie per far decollare il tuo store di dropshipping su Amazon.

Ottieni la Buy Box

La maggior parte degli ordini di Amazon proviene dalla Buy Box. Il tuo obiettivo come dropshipper è quello di ottenerla per massimizzare le tue vendite. 

Alcuni dei requisiti fondamentali sono: il punteggio alto (quello di molti venditori di successo supera il 95%); la rapidità delle consegne (idealmente entro 14 giorni); i prezzi inferiori a quelli della concorrenza (comprensivi delle spese di spedizione).

Altri requisiti che potrebbero aiutarti sono un basso tasso di rimborso, tempi di risposta brevi e un’alta percentuale di feedback positivi.

Non vendere solo su Amazon

Non affidarti solo al dropshipping Amazon, prova anche altre piattaforme. Avendo tante vetrine online, infatti, aumenti le probabilità di vendita – e così il margine di profitto – minimizzando i rischi. 

Con Shopify puoi aggiungere altri canali di vendita come Instagram, Facebook Messenger e Facebook Shop per espandere il tuo target.

È vero che, se un utente riconosce il tuo marchio, molto probabilmente comprerà dal tuo negozio Amazon, ma l’importante è essere dove sono i clienti. 

Raggiungi un punteggio del 95%

Un punteggio pari o superiore al 95% ti assicura diversi vantaggi sulla concorrenza. Non solo ti dà maggiori probabilità di ottenere la Buy Box, ma fa aumentare la rilevabilità del tuo store nelle ricerche organiche e ti aiuta a conquistare la fiducia dei potenziali clienti.

Ricerca le parole chiave

L’ottimizzazione di un ecommerce è uno step fondamentale per posizionarlo sui motori di ricerca, e questo vale anche per il tuo negozio Amazon. 

Per trovare le parole chiave giuste puoi usare strumenti SEO Amazon gratuiti come Keyword Tool. E, se ti avvali anche di Amazon Advertising, oltre a targettizzare meglio il tuo pubblico avrai anche accesso a una serie di keyword per ottimizzare le pagine dei tuoi prodotti. 

Grazie a questi tool, il posizionamento del tuo brand su Amazon salirà in tempi record.

Scegli la strategia di prezzo giusta per i tuoi prodotti

Quando prezzi i prodotti, devi tenere conto di diversi fattori. Assicurati che i margini che ottieni siano sempre abbastanza alti da assicurarti un guadagno e da coprire i costi (mensili e non) della piattaforma.

Inoltre, se vuoi offrire ai tuoi clienti la spedizione gratuita o economica in modo da avere un vantaggio sui tuoi competitor, utilizza app come Oberlo.

Offri sconti che facciano gola ai clienti

I coupon Amazon sono un ottimo incentivo per incoraggiare i clienti a comprare da te. Promuovili sui siti di sconti in modo da generare traffico sullo store e attirare utenti in cerca di offerte vantaggiose. 

Anche in questo caso, ricorda che gli sconti devono assicurarti guadagni sufficienti a coprire le spese.

Ottimizza i titoli dei prodotti 

Amazon penalizza i titoli delle inserzioni che includono parole chiave poco rilevanti per le ricerche degli acquirenti.

Pertanto, verifica sempre che il tuo contenuto sia in linea con l'intento di ricerca del tuo target e scopri cosa spera di trovare nel tuo negozio.

Le informazioni che devi mettere in luce sono le caratteristiche del prodotto, come il modello, la taglia, il colore e la disponibilità.

Suggerimento: secondo Blueboard, il 93% dei prodotti più venduti su Amazon include il nome del brand come prima parola nel titolo. Quindi, anche se farai dropshipping con prodotti provenienti dall’estero, assicurati di utilizzare sempre questo formato.

Strumenti per fare dropshipping su Amazon

Ecco una lista di strumenti che ti saranno utili per iniziare a fare dropshipping su Amazon.

Merchant Words: ideale per visualizzare il volume di ricerche e i dati delle parole chiave. Il piano Pro costa 30 dollari al mese. 

FeedCheck: mostra tutte le recensioni dei prodotti in un’unica schermata, indispensabile se offri una vasta selezione di articoli. Oltre a darti un’idea su quali aree migliorare per fornire un servizio migliore, ti permette di monitorare i prodotti della concorrenza. Da 19 dollari al mese.

Shopify: ti consente di aggiungere Amazon come canale di vendita al tuo store. Inoltre ti aiuta a monitorare il magazzino e ti avvisa se hai degli ordini Amazon in sospeso. Per sfruttarlo al meglio, assicurati di non aver selezionato Logistica come modalità di spedizione.

Sellery: offre strategie utili per aggiustare i prezzi, ottenere la Buy Box e massimizzare i profitti battendo la concorrenza. È disponibile in versione gratuita.

Feedback Express: ti aiuta a ottenere più recensioni e a rimuovere quelle negative per mantenere il tuo punteggio sempre alto. Inoltre, puoi usarlo per mettere in lista nera i clienti che di solito lasciano valutazioni negative. Da 20 dollari al mese.

Amazon Volume Listing Tools: questa suite di strumenti non solo ti permette di modificare i prezzi e la quantità dei prodotti in pochi clic, ma anche di scaricare gli ordini e l’inventario in formato XLS.

Dropshipping Amazon su eBay

Il dropshipping su eBay è un modello utilizzato già da parecchi anni e consiste nel rivendere prodotti provenienti da altri ecommerce (nel nostro caso Amazon) su eBay a un prezzo più caro. 

Gli svantaggi che presenta sono molteplici. Ad esempio, danneggia l’esperienza di acquisto dei clienti, che vedono arrivare a casa un prodotto con la confezione di Amazon pur avendolo comprato su eBay. 

Sebbene non sia illegale, non è un modello di business particolarmente amato neanche dai fornitori o dallo stesso marketplace. I primi, infatti, non sono al corrente di questa attività, che di fatto arricchisce solo i dropshipper. eBay, invece, ha addirittura bannato centinaia di venditori israeliti nel 2017, forse proprio a causa di questo motivo.  

Quindi, se stai puntando a costruire un business dropshipping degno di fiducia, ti sconsigliamo di usare questo modello.

Vuoi fare dropshipping con il tuo brand?

Non vuoi vendere su Amazon? Oberlo ti aiuta a trovare fornitori provenienti da tutto il mondo.  

Scegli tra milioni di articoli nelle categorie più disparate: moda femminile e maschile, bellezza, orologi, gioielli, casalinghi e molte altre ancora. 

Grazie all’integrazione con Shopify, potrai aggiungerli al tuo store in pochi clic.

Ti potrebbero interessare anche

Hai già avuto esperienze con il canale di vendite Amazon? Se ti va, raccontacelo nei commenti.