Skip to content
financial plan

Cos’è un financial plan e come farne uno in 7 passi nel 2023

Articolo di Ludovica Marino

La creazione di un financial plan, o piano finanziario, può rivelarsi una delle fasi più stressanti della gestione del tuo business e della scrittura del tuo business plan, ma è anche una delle più importanti. 

Le aziende che si affidano a un financial plan sono decisamente più preparate a presentarsi e chiedere fondi a eventuali investitori, a ricevere e gestire i finanziamenti in modo efficace e, più in generale, sono in grado di mettere tutti i tasselli al posto giusto per raggiungere il successo.

Quindi, se hai avviato o stai pensando di avviare un business nel 2023, non puoi lasciarti sfuggire tutto quello che c’è da sapere sui financial plan, sulla loro importanza e soprattutto su come crearne uno per la tua attività. 

Fortunatamente, troverai tutto questo e molto altro ancora continuando a leggere questo articolo! 

Financial plan: cos’è 

Un financial plan è una panoramica delle attuali finanze del tuo business e delle previsioni per la sua crescita. Immaginalo come una raccolta di documenti che rappresentano la tua situazione economica con l’obiettivo di dimostrare da un lato la sostenibilità del tuo business e dall’altro le sue potenzialità di crescita. 

Come puoi immaginare, si tratta quindi di un documento fondamentale per qualunque tipo di società (o persona), in quanto ti permette di illustrare la tua situazione finanziaria attuale e di prevenire il tuo futuro economico. 

Ma perché si dice che un financial plan è utile sia per le aziende che per le persone? 

Financial plan per un business 

Per una startup, avere un piano finanziario è essenziale per poter valutare la situazione attuale della società e il suo potenziale futuro in base a guadagni previsti ed eventuali investimenti. 

Sarà inoltre determinante, insieme al business plan, nel momento in cui la startup dovesse decidere di rivolgersi a fondi di investimento o simili per ottenere dei finanziamenti per sostenere le sue attività.

Per i business già avviati, un financial plan è utile per monitorare l’attuale stato finanziario dell’attività e il suo conseguente “stato di salute”, e viene generalmente aggiornato con cadenza semestrale o annuale a seconda delle esigenze. 

Financial plan per la finanza personale  

Un financial plan può rivelarsi particolarmente utile anche quando si tratta di gestire la finanza personale di un individuo, soprattutto se questo vuole tutelare il proprio benessere finanziario. 

Quando si tratta di gestire le proprie finanze, infatti, pensare nel lungo termine è fondamentale. Non si può semplicemente basare la propria vita sulle attuali entrate e uscite. 

Un piano finanziario ti aiuta ad affrontare eventuali spese impreviste, comprende informazioni su entrate, risparmi, investimenti, spese, debiti e polizze assicurative, e diventa particolarmente utile quando si tratta di risparmiare per un mutuo o per la pensione. 

Ovviamente, creare un financial plan per la finanza personale è decisamente più semplice rispetto alla creazione di un piano finanziario per un business. 

Tutto quello che dovrai fare è stabilire i tuoi obiettivi, definire le tue priorità e stabilire un budget. 

Ad esempio, potresti decidere di destinare il 60% di quello che guadagni alle tue spese mensili fisse, il 10% alle spese occasionali e il 30% a uno o più fondi di risparmio. 

Insomma, dipende tutto dai tuoi obiettivi e dalle tue esigenze. 

Ma se il financial planning per la finanza personale è abbastanza semplice, come funziona per le aziende e cosa si intende esattamente con financial planning?

Cosa si intende con financial planning? 

Il financial planning, o pianificazione finanziaria, è il processo di stima del capitale attuale e futuro di una società​​, e di definizione delle politiche finanziarie in base all’amministrazione dei fondi di un business. 

Il financial planning ha quindi diversi obiettivi:

  • Determinazione dei requisiti di capitale
  • Determinazione della struttura di capitale
  • Inquadramento delle politiche finanziarie
  • Ottimizzazione delle risorse economiche 

Il financial planning, quindi il processo di creazione di un financial plan, è di fondamentale importanza per qualunque tipo di azienda.

financial planning obiettivi

A cosa serve un financial plan

Creare un financial plan permette di assicurare che il business riceva i fondi adeguati, aiuta a raggiungere un equilibrio tra entrate e uscite, ha un effetto diretto sul successo dell’azienda nel lungo termine e riduce il livello di incertezza e di rischio dato da trend di mercato variabili.

In pratica, un financial plan farà in modo che tu possa:

  • Illustrare la situazione economica e finanziaria del tuo business
  • Definire gli obiettivi di medio e lungo termine
  • Prevedere la redditività del business
  • Determinare gli investimenti necessari per una corretta gestione
  • Analizzare le proiezioni di crescita 
  • Valutare la redditività di nuovi investimenti
  • Calcolare il valore dell’attività 

Oltre a essere utile per una migliore gestione del tuo business, un financial plan ti aiuta a proiettare un’immagine della tua attività decisamente più allettante agli occhi degli investitori. 

È infatti come se dimostrasse che investire nel tuo business non è un grosso rischio, dal momento che hai un piano ben preciso e un track record completo che dimostra che hai tutte le carte in regola per far crescere la tua attività. 

Da cosa è composto un financial plan  

Ogni financial plan è composto da diversi elementi fondamentali:

  • Conto economico: una spiegazione di come il tuo business realizza un profitto (o soffre una perdita) in un determinato periodo di tempo. Include informazioni come le entrate, il costo dei servizi e il margine lordo. 
  • Dichiarazione del flusso di cassa: una spiegazione di quanto denaro entra nel tuo business, quanto esce e a quanto ammonta il bilancio finale, generalmente calcolato su base mensile.
  • Foglio di bilancio: un’istantanea della posizione finanziaria del tuo business in un particolare momento. Include informazioni come i beni della tua azienda, gli oneri e le equity. 
  • Previsione delle vendite: le tue proiezioni, o previsioni, di ciò che pensi di vendere in un determinato periodo.  
  • Piano del personale: una sorta di giustificazione della necessità di ciascun membro del team per il tuo business. 
  • Analisi di break-even: è un calcolo di quanto dovrai vendere per arrivare al "break-even", letteralmente "pareggio", ossia per coprire tutte le tue spese.

Nel tuo financial plan potresti poi pensare di aggiungere altre informazioni, come i costi di avvio della società, i contratti del personale, piani di assunzione futuri ed eventuali KPI per monitorare le prestazioni della tua attività. 

financial plan come funziona

Come fare un financial plan per il tuo business nel 2023 

I 7 passi da seguire per creare un financial plan per il tuo business sono: 

  1. Crea un rendiconto finanziario 
  2. Definisci gli obiettivi del tuo financial plan 
  3. Stima i ricavi che ti aspetti di ottenere
  4. Stima i costi che ti aspetti di dover sostenere
  5. Crea un piano di investimenti per il financial plan 
  6. Crea il conto economico del tuo financial plan 
  7. Revisiona periodicamente il financial plan 

Analizziamoli nel dettaglio. 

1. Crea un rendiconto finanziario 

Il punto da cui partire per creare il tuo financial plan è il rendiconto finanziario, così che tu possa intanto avere un quadro chiaro della situazione attuale del tuo business. 

Il rendiconto finanziario è infatti un report dettagliato dei flussi di cassa della tua attività, ovvero un calcolo di quanti soldi escono (e dove vanno) e di quanti invece ne entrano ogni mese. 

All’interno del rendiconto finanziario ci saranno alcune delle informazioni più importanti del tuo financial plan, tra cui:

  • FCFF (Free Cash Flow to the Firm): ovvero la capacità di generare flussi di cassa in entrata
  • FCFE (Free Cash Flow to Equity): ovvero la capacità di generare flussi di cassa per pagare eventuali debiti. 
  • Net cash flow: il flusso di cassa netto, ovvero il saldo finanziario alla fine di un determinato periodo.
  • Cumulated cash flow: il flusso di cassa cumulativo, ovvero il saldo bancario alla fine di un determinato periodo. 

2. Definisci gli obiettivi del tuo financial plan 

Ogni financial plan deve come prima cosa avere degli obiettivi ben definiti. Questo è il momento in cui devi chiederti: cosa voglio per la mia azienda? 

Una volta che saprai dove vuoi arrivare, sarà molto più facile capire come fare per arrivarci. 

Ovviamente, assicurati che gli obiettivi che includi nel tuo financial plan siano effettivamente realistici, oltre che chiari e diretti. 

Questo vuol dire che non puoi includere obiettivi come “Crescere rapidamente”, o “Guadagnare 1 milione di euro”. Ad esempio, un obiettivo chiaro e realisticamente raggiungibile potrebbe essere “Raggiungere 1000 clienti entro 1 anno”. 

Un consiglio: per ogni obiettivo, assicurati di includere dei piani alternativi in caso di eventuali ostacoli. Questo non vuol dire che non raggiungerai gli obiettivi che hai prefissato, semplicemente che potresti dover attraversare delle fasi intermedie prima di arrivarci. 

3. Stima i ricavi che ti aspetti di ottenere

Un altro degli aspetti fondamentali del tuo financial plan sarà la previsione dei ricavi, quindi le entrate che prevedi di ricevere. 

Questa è una fase particolarmente delicata, soprattutto se dovrai consegnare il tuo financial plan a possibili investitori. 

Il tuo obiettivo è fare in modo che i ricavi che stimerai nel tuo piano finanziario siano il più realistici possibili.

Per assicurarti di non inserire cifre troppo alte, e rischiare deludere così le aspettative dei tuoi investitori, prendi in considerazione fattori come grandezza del mercato, le entrate dei tuoi competitor principali, il prezzo dei tuoi prodotti e i volumi che prevedi di produrre. 

costi e ricavi

4. Stima i costi che ti aspetti di dover sostenere

Oltre ai ricavi, un financial plan completo deve prendere in considerazione anche i costi che ti aspetti di dover sostenere per la gestione del tuo business. 

Questi includono costi amministrativi, di produzione, di vendita, di promozione e qualunque altra uscita che pensi di dover sostenere. 

Anche questa fase è di fondamentale importanza, perché sarà determinante per calcolare se, in base alle tue entrate, il tuo business sarà in grado o meno di registrare un profitto. 

5. Crea un piano di investimenti per il financial plan 

Anche se il tuo business è ancora nelle sue fasi iniziali, dovresti includere nel tuo financial plan un piano (il più possibile completo) degli investimenti che prevedi di fare negli anni successivi. 

Ad esempio, potresti aver bisogno di un nuovo software una volta raggiunto un determinato numero di vendite, o di nuovi uffici una volta che il tuo team si sarà allargato abbastanza, o potresti aver bisogno di acquisire dei nuovi brevetti. 

Insomma, come ormai avrai capito il financial plan è un quadro del presente e del futuro della tua azienda, ed è quindi fondamentale che tu sappia cosa prevederà questo futuro. 

6. Crea il conto economico del tuo financial plan 

Il conto economico è un altro dei documenti importanti che fanno parte del tuo financial plan, e altro non è che un calcolo che tiene conto delle entrate e delle uscite del tuo business, in particolare:

  • I ricavi provenienti dalle vendite 
  • I costi e le spese associate alla gestione del business
  • Rivalutazioni o svalutazioni di beni, investimenti o capitali 
  • Le plusvalenze e le minusvalenze che derivano dagli investimenti finanziari

Si tratta quindi del documento che determina in maniera “ufficiale” se il tuo business sia in profitto o in perdita. Come? Con una semplice operazione: se i ricavi sono maggiori dei costi hai un utile, quindi il tuo business è in profitto. Se invece i costi dovessero essere maggiori dei ricavi hai una perdita. 

7. Revisiona periodicamente il financial plan 

Una volta che avrai completato il tuo financial plan, non dimenticare di effettuare una revisione completa e scrupolosa con una certa frequenza. 

Alla fine di ogni anno dovrai probabilmente modificare diversi dettagli del tuo piano, che si modificherà in base alla crescita della tua attività, ma non aspettare che arrivi la fine dell’anno. 

Effettua una revisione periodica ogni 3 o 6 mesi del tuo financial plan (in base al numero di cambiamenti effettivi), così da aggiornare con costanza il tuo documento e assicurarti al tempo stesso che il tuo business sia sulla strada giusta. 

revisiona il tuo piano finanziario

Financial plan: un pensiero finale 

A questo punto avrai capito che un financial plan è un documento indispensabile per il successo del tuo business. 

Altrettanto indispensabile è essere estremamente onesti nello stilare questo documento. 

Un errore che molte persone commettono è infatti proprio quello di nascondere i problemi finanziari, soprattutto quando inizia a palesarsi la possibilità di presentare il documento a futuri investitori. 

Non solo si tratta di una pratica inutile, ma anche controproducente. Gli investitori effettueranno quasi sicuramente un’opportuna verifica di due diligence, e nel momento in cui scopriranno la verità rischi di perdere del tutto la tua reputazione, oltre che di mandare a monte l’accordo. 

Quindi, nello stilare il tuo financial plan assicurati di non omettere niente, non sottostimare i costi e non concentrarti solo sul profitto netto, ma prendi in considerazione il quadro generale e completo della tua attività. 

Inizia a vendere online con Shopify

Avvia la prova gratuita

Ti potrebbero interessare anche: 

Correlato