Influencer marketing: la guida completa per iniziare

L’influencer marketing è una delle migliori strategie di marketing attualmente disponibili. In effetti, molti esperti ti diranno che è la migliore strategia di marketing.

Negli ultimi anni, l’influencer marketing è diventato una parte immensa ed essenziale del panorama del marketing, ed è difficile trovare brand che non lo utilizzano. Si tratta di un potente approccio di marketing che ti permette di raggiungere il tuo target di riferimento in modo unico e autentico.

L’influencer marketing spesso sembra troppo bello per essere vero, ma i numeri non mentono: in media, per ogni dollaro che le aziende spendono per l’influencer marketing, guadagnano 6,50 dollari.

Molti pensavano che l’Influencer marketing fosse semplicemente una tendenza, ma nel tempo ha dimostrato il suo valore.

Non è una moda a breve termine e non è certo una tendenza passeggera. Al contrario, l’influencer marketing ha trasformato il modo in cui i brand interagiscono con i loro clienti, e oggi, se non utilizzi l’influencer marketing, sei arretrato.

Probabilmente avete sentito parlare molto di influencer marketing dagli innumerevoli articoli e video sull’argomento in tema di strategie di marketing. E cercando online si trova una quantità di consigli e informazioni quasi disarmante.

Ecco perché abbiamo deciso di creare una guida complessiva che rispondesse a tutte le domande che potresti avere sull’influencer marketing.

Senza ulteriori indugi, ecco la nostra guida definitiva per iniziare a lavorare con l’influencer marketing.

Influencer marketing: cos’è

Hai solo sentito parlare di influencer marketing ma non hai ancora capito esattamente in cosa consista? Non sei il solo. 

Anche se il termine viene usato spesso, non è sempre chiaro cosa significhi, diamo quindi un’occhiata più da vicino a cos’è l’influencer marketing e come si presenta.

Influencer Marketing: definizione

Si parla di influencer marketing quando un influencer lavora con un brand per promuovere i suoi prodotti. Questa è una semplice definizione di influencer marketing, e sono necessari alcuni chiarimenti.

Prima di tutto, cos’è un influencer? Il termine “influencer” è l’abbreviazione di influencer dei social media. Un influencer dei social media è una persona che ha guadagnato credibilità in una determinata nicchia. Ci sono varietà di influencer marketing che includono influencer marketing su Twitter, influencer marketing su Instagram e influencer marketing su altre piattaforme di social media.

Questi influencer hanno un seguito appassionato, persone che apprezzano le loro opinioni e gusti o che amano osservare il loro stile di vita. Infatti, gli influencer influenzano gli acquisti dei loro follower e possono influenzare direttamente le loro decisioni di acquisto: ecco da dove deriva il termine influencer marketing.

Poiché l’influencer marketing è direttamente legato ai social media, viene spesso definito social influencer marketing o social media influencer marketing.

L’ascesa dell’influencer marketing

Oggi, l’influencer marketing è la strategia di marketing più utilizzata dai migliori marchi in tutto il mondo, ma non è sempre stato così. Per un po’ di tempo, è stato considerato niente più che una moda passeggera.

Tuttavia, negli ultimi anni, è assolutamente esploso in popolarità.

Aumento della ricerca di influencer marketing su Google Trends

L’influencer marketing ha ottenuto una forte spinta quando i social media hanno iniziato a sostituire i media tradizionali. La gente ha iniziato a non seguire solo le celebrità, ma anche gli utenti dei social media che offrivano contenuti divertenti.

Nel corso del tempo, alcuni di questi utenti hanno guadagnato un numero considerevole di follower, e anche se non hanno la stessa portata delle celebrità, hanno comunque una notevole influenza.

Essere un influencer sui social media è diventata un’occupazione ricercata a tutti gli effetti, dando origine a feed di Instagram ben curati e storie di Instagram perfette.

Soprattutto i più giovani, con un debole per la fama di internet hanno imparato come diventare influencer, come diventare influencer su Instagram, come avere più follower e come vendere il loro servizio ai brand che vogliono espandere la loro portata.

Oggi, questi influencer hanno spesso la stessa influenza e portata di tante celebrità (e a volte anche di più). Per molti versi, gli influencer sono le nuove celebrità. I follower sono estremamente fedeli ai propri influencer, e ci sono tonnellate di statistiche di marketing che supportano questa tendenza.

Poiché i social media sono diventati sempre più importanti nella vita di tutti i giorni, gli influencer sono diventati sempre più importanti. Un tipico utente dei social media visualizza tantissimi post di influencer durante l’arco di una giornata. Questa è una delle ragioni principali per cui l’influencer marketing è diventato il metodo di riferimento per molti esperti di marketing.

Un altro vantaggio interessante è il traffico. Sfruttando l’influencer marketing, si ottiene interazione sulla propria pagina Instagram, che permette di monetizzare quella pagina più facilmente.

Esempi di influencer marketing

Diamo un’occhiata ad alcuni esempi di influencer marketing.

Quando si tratta di influencer marketing, Instagram è probabilmente la migliore piattaforma da utilizzare come esempio, perché in questo momento è utilizzato da quasi tutti gli influencer del mondo. Gli influencer di Instagram sono ovunque, ed è facile vedere la loro influenza in azione.

Ecco un paio di esempi di influencer su Instagram:

influencer marketing giulia valentina

Questa è Giulia Valentina, influencer di Instagram con più di 600mila follower. Spesso lavora con brand per creare post sponsorizzati, in evidenza con l’hashtag #adv. 

post sponsorizzato influencer marketing

Ecco un altro esempio di influencer di Instagram, in una nicchia diversa: 

profilo influencer nicolò balini

Questo profilo è gestito dall’influencer Nicolò Balini, e tratta esclusivamente di viaggi. Spesso collabora con diverse aziende offrendo ai suoi follower codici di sconto.

post influencer marketing nicolò balini

Come fare influencer marketing

È possibile fare influencer marketing nei modi più disparati. Il succo è che si tratta di far condividere il tuo prodotto o servizio sul profilo di un influencer, così che i suoi follower possano diventare tuoi potenziali clienti. Ci sono però diversi modi per raggiungere questo obiettivo.

Ecco cinque modi comuni per fare influencer marketing:

1. Contenuti sponsorizzati

Questo è uno dei metodi più comuni per fare influencer marketing. Il contenuto sponsorizzato è semplicemente un post sui social media che promuove un prodotto o servizio.

Pensa ai contenuti sponsorizzati come una pubblicità per l’era digitale, un ibrido di vecchie e nuove strategie di marketing. Il contenuto è condiviso sui profili dei social media dell’influencer, e di solito c’è una call to action che invita i follower ad acquistare il prodotto.

Il post preso dal profilo di Giulia Valentina nell’esempio qui sopra è un esempio di contenuto sponsorizzato. Il più delle volte, gli influencer parleranno di come hanno utilizzato il prodotto o servizio in questione. Questo tipo di aneddoto personale funziona perché fornisce credibilità e crea fiducia tra l’influencer e il pubblico.

Un’altra forma di contenuto sponsorizzato che sta diventando sempre più popolare è lo shoutout su Instagram. Anche se questa è spesso una strategia da utilizzare una tantum, può attirare l’attenzione sul tuo brand, ed è particolarmente facile organizzare shoutout con gli influencer.

2. Sconti/link affiliati

Tutti amano gli sconti, e gli sconti offerti dagli influencer possono essere particolarmente efficaci. Questi sconti sono tracciati utilizzando link di affiliazione o di referral.

Se un brand non offre uno sconto, useranno comunque i link di referral per tracciare e analizzare la campagna. Gli sconti sono quasi sempre combinati con contenuti sponsorizzati.

3. Contest e giveaway

A tutti piace avere cose gratis. Questo è particolarmente vero per il pubblico degli influencer. Perché? Perché un influencer offrirà solo prodotti a cui i suoi seguaci sono molto interessati.

Di solito, i contest e i giveaway organizzati dagli influencer attirano molta attenzione e possono raggiungere migliaia di persone.

4. Pubblicare i contenuti degli influencer sui tuoi canali

La maggior parte delle strategie di influencer marketing consiste nel chiedere agli influencer di esporre i tuoi prodotti o servizi sui loro canali, mentre questo metodo fa esattamente il contrario.

L’influencer apparirà sui tuoi canali, il che porterà un alto traffico sui tuoi canali di social media. Questo può avvenire tramite un singolo post o con un “takeover”, in cui l’influencer ha accesso ai canali di social media di un brand, di solito per un giorno, pubblicando storie e/o video in diretta.

5. Brand ambassador

Se lavorare con gli influencer è un’opzione fantastica per il tuo marchio, potresti considerare l’idea di renderli ambasciatori del brand.

Un brand ambassador è un influencer che lavora con il tuo brand per un lungo periodo di tempo. Questo comporta numerosi vantaggi perché è una forma di influencer marketing a lungo termine, a differenza delle strategie a breve termine presenti in questo elenco.

Ci sono molti altri modi per fare influencer marketing, ma questi sono cinque dei più comuni. La maggior parte dei brand impiegherà più di una di queste tattiche quando lavora con un influencer.

Il futuro dell’influencer marketing

L’influencer marketing potrebbe essere la strategia di marketing preferita in questo momento, ma che cosa riserva il futuro?

Anche se il social media influencer marketing è estremamente popolare, è ancora un metodo di marketing di nuova generazione. Si è sviluppato negli ultimi anni e continua a crescere.

I brand stanno sviluppando nuovi modi di lavorare con gli influencer, e l’influencer marketing nel suo complesso è ancora in fase di analisi e perfezionamento.

Per ottenere una solida comprensione del futuro dell’influencer marketing, è utile guardare alle statistiche di influencer marketing che riportano come i giovani interagiscono e si relazionano con gli influencer.

Secondo Think With Google, sei utenti di YouTube su dieci avrebbero avuto consigli su cosa acquistare dai loro creatori di contenuti preferiti, e quattro utenti di YouTube su dieci, tra i millennial, dicono che il loro creatore preferito li capisce più dei loro amici.

And those statistics are just for YouTube. The statistics for Instagram are even more revealing.

E queste statistiche si riferiscono solo a YouTube. Le statistiche per Instagram sono ancora più significative.

Tra tutte le principali piattaforme di social media, Instagram ha uno dei pubblici più giovani. Più della metà degli utenti Instagram ha meno di 34 anni, con il 31 per cento che rientra nella fascia di età 18-24 anni. Perché è importante? Perché, come ha rivelato Nielsen, i millennial sono la fascia d’età che si fida più facilmente delle raccomandazioni di persone che conoscono o delle opinioni pubblicate online.

Con il giusto pubblico e con dei format efficaci, Instagram è il canale più potente per il marketing degli influencer.

In assoluto, i format più efficaci per l’influencer marketing sono i post e le storie di Instagram. Il tasso medio di interazione su Instagram è del 2,21%.

È facile capire perché la maggior parte dei brand spende più su Instagram che su qualsiasi altro canale di social media. Insieme a YouTube, Instagram sta giocando un ruolo centrale nel successo dell’influencer marketing, e le due piattaforme continueranno a vedere sempre più influencer marketing in futuro.

Inoltre, l’influencer marketing probabilmente fiorirà su nuovi e futuri canali di social media.

TikTok è una delle piattaforme che sta vedendo un momento di estremo successo nel campo dell’influencer marketing. La piattaforma è relativamente nuova sulla scena, ma si stima che abbia più di 500 milioni di utenti. Questo la rende più grande di Twitter e Pinterest.

Nonostante non si conoscano le caratteristiche specifiche del futuro dell’influencer marketing, una cosa è certa: l’Influencer marketing continuerà a crescere. Si tratta di una forma di marketing nuova di zecca che non mostra segni di arresto, e vale la pena prenderla in considerazione.

Perché l’influencer marketing è importante?

L’Influencer Marketing è senza dubbio parte integrante del marketing di oggi, ma dovresti davvero dedicarci il tuo tempo e i tuoi soldi? Quali sono i vantaggi dell’influencer marketing?

In questa sezione, risponderemo a queste e ad altre domande.

Il valore dell’influencer marketing

L’influencer marketing può essere di grande aiuto per il tuo brand. Dal momento che l’influencer marketing rompe molte delle barriere che prima erano impenetrabili, può aiutarti a raggiungere degli obiettivi incredibili.

Naturalmente, il vantaggio finale dell’influencer marketing è quello di incrementare le vendite. Ma non è certo l’unico!

Diamo un’occhiata ai vantaggi che l’influencer marketing può fornire al tuo brand.

1. Aumento delle vendite

Come abbiamo già detto, questo è il vantaggio finale dell’influencer marketing, ma per capire esattamente quanto sia efficace, è utile guardare le statistiche dell’influencer marketing.

Ricorda che le aziende guadagnano circa 6,50 dollari per ogni dollaro che spendono per l’influencer marketing.

E per molti brand questo numero è molto, molto più alto. Un sondaggio ha rivelato che le aziende arrivano a guadagnare fino a 11,69 dollari per ogni dollaro speso.

La cifra esatta dipende da quanto di investe sull’influencer marketing e dal successo di ogni particolare campagna, ma è chiaro che il ROI è alto. Approfondiremo questo aspetto in seguito.

2. Prova sociale

A prescindere dal tipo di business che intendi promuovere con l’influencer marketing, la prova sociale è fondamentale.

In quanto esseri umani vogliamo sentirci parte di qualcosa, e questo significa che spesso seguiamo la folla. In altre parole, abbiamo un bisogno innato di essere socialmente accettati.

Per estensione, quando vediamo qualcosa che interessa ad altre persone, interessa automaticamente anche a noi. Questa è l’essenza della prova sociale.

Tale concetto è particolarmente valido quando si tratta di influencer marketing.

Gli influencer sono in grado di amplificare l’effetto della prova sociale. Proprio come ci si fida dell’opinione di un amico rispetto a quella di uno sconosciuto, i follower si fidano delle opinioni degli influencer più della maggior parte delle altre persone.

Questa è probabilmente la forma più potente di prova sociale, ed è stato dimostrato che funziona con quasi tutti i prodotti di nicchia.

Forse sorprendentemente, gli influencer possono avere molte prove sociali senza avere un pubblico enorme. I piccoli influencer, noti come micro-influencer e nano-influencer, hanno spesso alti livelli di prova sociale anche senza avere milioni di follower.

In parole povere, ogni volta che si utilizza l’influencer marketing, si ottiene una prova sociale per il proprio brand.

3. Rapporto diretto con il pubblico

Per vendere i tuoi prodotti, devi far arrivare il tuo messaggio al tuo target di riferimento, e non è sempre facile.

L’influencer marketing risolve questo problema permettendoti di posizionare il tuo messaggio proprio di fronte ai tuoi clienti su una piattaforma che usano ogni giorno.
Inoltre, l’influencer marketing è anche più efficace della normale pubblicità sui social media perché le persone che seguono gli influencer nella tua nicchia sono esattamente le persone che stai cercando di raggiungere.

Ancora meglio, dal momento che il marketing degli influencer è super organico, non sembra affatto marketing, il che significa che le persone saranno più ricettive del solito verso il tuo brand.

Cosa c’è di meglio che mettere i tuoi prodotti davanti al tuo target di riferimento specifico con una raccomandazione entusiasta da parte di un influencer? Questo è ciò che l’influencer marketing ha da offrire.

L’importanza degli influencer nel marketing

Gli influencer giocano un ruolo centrale nell’ecosistema del marketing di oggi.

Il marketing degli influencer è così efficace perché è una combinazione di vecchi e nuovi metodi di marketing. Gli influencer hanno semplicemente attualizzato il vecchio concetto di rispetto per le celebrità.

Tuttavia, molti influencer non sono super famosi. Sono persone comuni con un grande seguito online, e questa è una delle ragioni principali per cui gli influencer sono così importanti.

La gente ama gli influencer perché non sono celebrità fuori portata. Gli influencer sono persone normali, con vite con le quali è possibile relazionarsi.

Come abbiamo visto, molte persone ritengono che gli influencer li capiscano meglio dei loro amici. Questo fenomeno accade solo con l’influencer marketing.

E la ciliegina sulla torta è che gli influencer hanno un rapporto personale con i loro follower. Molti influencer interagiscono con i loro follower nei commenti e persino nei loro contenuti.

Questa interazione individuale crea un rapporto positivo e a lungo termine tra gli influencer e i loro seguaci. Di conseguenza, i seguaci si fidano maggiormente degli influencer.

Il risultato finale? Gli influencer riempiono uno spazio importante, colmando il divario tra le celebrità e le persone comuni. Ecco perché così tanti brand stanno investendo sempre di più nell’influencer marketing.

L’efficacia dell’influencer marketing

A questo punto, dovresti avere ben chiaro quanto sia importante l’influencer marketing e quanti vantaggi comporta per il tuo business.

Ora è il momento di approfondire le specifiche e dare un’occhiata a quanto può essere efficace l’influencer marketing.

Per capire l’efficacia dell’influencer marketing, possiamo confrontarlo con altri tipi di marketing.

Molte persone si chiedono cosa sia più efficace tra influencer marketing, content marketing e contenuti generati dagli utenti.

Potresti essere sorpreso di scoprire che l’influencer marketing può essere molto più efficace di altri tipi di marketing.

Ma che cosa comporta questo per gli altri tipi di marketing?

Influencer marketing vs content marketing

Il content marketing è ancora il metodo preferito da molti brand, e per validi motivi. È un metodo collaudato e con una grande reputazione.

Innanzitutto, vale la pena di notare che sia l’influencer marketing che il content marketing possono essere estremamente efficaci e dovrebbero entrambi far parte della tua strategia di marketing.

Questo perché questi due tipi di marketing favoriscono il tuo brand in aree molto diverse.

L’Influencer marketing aumenta la consapevolezza del marchio e genera prove sociali, mentre il content marketing sviluppa l’autorità del brand e aggiunge valore.

Tuttavia, se si vuole davvero ottenere il massimo da entrambi questi due tipi di marketing molto diversi, è necessario bilanciarli.
Alcuni marchi riferiscono che i contenuti degli influencer stanno ottenendo risultati migliori rispetto ai contenuti interni.

Gli esperti di marketing non stanno tagliando i loro budget di content marketing per focalizzarsi sull’influencer marketing, ma è chiaro che i budget delle aziende per il marketing degli influencer sono in costante aumento.

Influencer marketing vs contenuto generato dagli utenti

Come abbiamo visto, uno dei principali vantaggi dell’influencer marketing è che puoi avere una persona comune che rappresenta il tuo brand. Sotto questo aspetto, è simile ai contenuti generati dagli utenti.

I contenuti generati dagli utenti (dall’inglese User Generated Content) sono sempre più utilizzati negli ultimi anni. In media, i contenuti generati dagli utenti sono considerati 12 volte più affidabili del marketing brandizzato.

Per un po’ di tempo, questa affidabilità è stata piuttosto unica. Non c’erano infatti molti altri canali in cui i clienti e i loro coetanei potevano creare e distribuire contenuti.

L’influencer marketing ha cambiato tutto questo offrendo qualcosa di potenzialmente migliore dei contenuti generati dagli utenti.

Poiché è così facile relazionarsi e fidarsi degli influencer, gli atteggiamenti dei clienti nei confronti dei contenuti pubblicati da influencer sono simili alle loro opinioni sui contenuti generati da altri utenti.

La differenza fondamentale è che, mentre i contenuti generati da utenti possono instaurare fiducia nel marchio, i contenuti creati dagli influencer instaurano fiducia e aumentano anche il passaparola. Solitamente, i contenuti generati dagli utenti non avranno una grande portata a meno che non vengano condivisi su uno o più canali.

I contenuti generati dagli influencer hanno anche il potenziale per essere considerati più affidabili dei contenuti generati dagli utenti.

Allo stesso tempo, i contenuti generati dagli utenti sono assolutamente gratuiti e quindi contribuiscono comunque alla credibilità del tuo brand. Se non hai alcun contenuto generato da utenti, i tuoi potenziali clienti potrebbero essere scoraggiati.

In definitiva, i clienti cercheranno sia i contenuti generati dagli influencer che i contenuti generati da altri utenti.

I contenuti creati dagli influencer non sostituiranno completamente quelli creati dagli utenti, quindi non eliminarli dalla tua strategia. Proprio come la questione dell’influencer marketing rispetto al content marketing, la verità sta nel mezzo e bisogna sempre trovare il giusto equilibrio.

Influencer marketing vs social media marketing

Potrebbe sembrare strano paragonare l’influencer marketing al social media marketing. Dopo tutto, l’influencer marketing non è solo una forma di social media marketing?

In un certo senso, sì, ma l’influencer marketing è cresciuto così tanto che può essere considerato una forma indipendente di marketing.

Mentre entrambi i tipi di marketing avvengono sui social media, hanno approcci e risultati molto diversi.

Con una campagna di marketing sui social media, si controlla tutto. Tutti i messaggi che invii sono realizzati con la voce del tuo marchio.

Con l’influencer marketing, il contenuto è nelle mani degli influencer con cui decidi di collaborare. Questi utilizzeranno la loro voce, il loro approccio e il loro punto di vista, e se da un lato tu perderai parte del controllo, dall’altro attirerai l’attenzione e probabilmente realizzerai delle vendite.

Gli influencer portano anche dei risultati che non è possibile ottenere con il tradizionale social media marketing.

In primo luogo, il tuo brand è esposto a un pubblico che già si fida di ciò che gli influencer hanno da dire. Spesso si tratta di un pubblico completamente nuovo che potrebbe non aver mai sentito parlare del tuo marchio prima d’ora.

Nel complesso, il social media marketing è ancora efficace, ma non può sostituire l’influencer marketing. Con l’influencer marketing si può facilmente generare passaparola, aumentare la credibilità e, si spera, guadagnare nuovi sostenitori e clienti.

Il confronto con la strategia del passaparola

Uno dei motivi principali per cui l’influencer marketing è così efficace è perché è molto simile, per natura, al passaparola.

Ed è proprio questo il punto: il passaparola è la strategia di marketing più efficace di tutti i tempi.

Questa può sembrare un’esagerazione, ma le statistiche lo confermano. Nielsen ha scoperto che l’82% dei clienti (soprattutto dei millennials) si fida più del passaparola e delle raccomandazioni personali rispetto a tutte le altre forme di pubblicità.

Le strategie di marketing che sfruttano il passaparola hanno fatto parte di ogni campagna di successo, pianificata o avvenuta spontaneamente.

Alcuni esempi ben noti di passaparola includono Sephora che offre ai clienti omaggi di compleanno e le buffonate esilaranti di Wendy su Twitter.

L’influencer marketing condivide molti tratti con il passaparola. Al livello più elementare, una raccomandazione da parte di un influencer altro non è che passaparola (anche se sponsorizzato).

Naturalmente, le raccomandazioni di un influencer provocano anche il passaparola. Una volta che i follower sono esposti a un prodotto, di solito ne parlano tra di loro. Possono anche comprare il prodotto e raccontarlo alla loro rete, creando un’altra generazione di passaparola.

Inoltre, le probabilità che si verifichi questo effetto a catena aumenta ogni volta che si collabora con un influencer.

L’influencer marketing ha preso il passaparola e ha aumentato il suo impatto in modo esponenziale. Come risultato, un passaparola organico può avvenire ad un ritmo molto più veloce, attirando più persone verso il tuo brand.

Influencer marketing: esempi

Da quando l’influencer marketing è diventato così popolare, c’è una grande quantità di esempi e di campagne di influencer marketing di successo da prendere in analisi e come esempio. Ecco un pratico elenco di esempi di influencer marketing per ciascuna delle principali piattaforme di social media.

Influencer marketing su Instagram

Dal momento che Instagram è la piattaforma di marketing più popolare, diamo un’occhiata ad alcuni esempi di influencer marketing su questa piattaforma.

1. LG Italia

Un ottimo esempio di influencer marketing su Instagram è la campagna di sponsorizzazione ideata da LG Italia, che per il lancio della sua nuova lavatrice TwinWash ha collaborato con diversi influencer e micro-influencer per promuovere l’innovativo prodotto.

Qui vediamo ad esempio un post sponsorizzato da Caterina Balivo, che sul suo profilo ha 1,2 milioni di follower:

Influencer marketing

E un post sponsorizzato da Valentina Grispo, influencer con 31,6mila follower:

Influencer marketing su Instagram

2. Olaz

Parlando di influencer marketing, un brand che ultimamente si sta facendo particolarmente sentire (gli effetti del passaparola) è Olaz. Il brand ha infatti collaborato con diverse influencer per promuovere una nuova linea di creme e prodotti per la pelle, lanciando anche un messaggio molto forte con l’hashtag #fearless. 

Qui possiamo vedere un post dell’influencer Nina Rima, che come annuncia lei stessa è da poco una delle testimonial Olaz:

Nina Rima su Instagram

3. Zara

Zara ha sviluppato una notevole reputazione per le sue strategie di marketing di basso profilo. Gran parte di questa reputazione deriva dal fatto che le pubblicità siano sottili e intelligenti e non audaci e sfrontate.

Lavorare con gli influencer è parte fondamentale dell’approccio di marketing di Zara.

Screenshot of clothing brand Zara's Instagram post featuring an influencer

L’azienda ha anche creato un secondo profilo chiamato Living Zara che è esclusivamente per le collaborazioni. Ogni settimana c’è un takeover di un influencer diverso!

Screenshot of Living Zara Instagram page

Zara ha creato un vasto pubblico grazie a questa strategia di marketing su Instagram. Il profilo principale di Zara ha più di 35 milioni di follower, e il profilo Living Zara ne ha oltre 100.000.

E l’azienda sta vedendo una crescita rapida e continua grazie alla sua presenza online. Nel 2018, Zara ha registrato un utile di 3,44 miliardi di euro.

4. Karolis Rimkus

Forse non conosci Karolis: è un imprenditore e un nomade digitale che ha usato con successo Instagram per creare un business partendo da zero.

Karolis ha usato l’influencer marketing di Instagram per dare il via ad un’attività di dropshipping che gli ha permesso di lasciare il suo lavoro.

È stata la sua strategia di micro-influencer che lo ha aiutato a dare il via alle vendite. “All’inizio, ho contattato un sacco di influencer. Offrivo ai micro-influencer, persone con circa 8.000 follower, un prodotto che potevano usare per un giveaway, o semplicemente inviavo loro qualche prodotto gratuito in cambio di menzioni. Ha funzionato, stavo crescendo e concludendo vendite”.

Poi, una volta che il suo profilo è cresciuto fino a superare i 15.000 follower, ha capovolto la tradizionale strategia di influencer marketing. Ha iniziato a offrire la sua pagina come luogo per promuovere i microinfluencer. Questi acquistavano un prodotto nel suo negozio, scattavano una foto e lui la pubblicava sul suo profilo, contribuendo a promuovere l’influencer e il suo negozio allo stesso tempo.

Dopo aver lavorato con una serie di influencer nella sua nicchia, ha visto aumentare le sue vendite e in soli 10 mesi Karolis ha guadagnato 14.960 dollari.

Influencer marketing su Facebook

1. Best Fiends

Best Fiends è un gioco gratuito per cellulari che è diventato popolare dopo alcune campagne di marketing di influenza.

L’azienda si è rivolta a Laura Clery, influencer di Facebook che all’epoca aveva quasi 3 milioni di follower, per promuovere il gioco. Laura è ben nota per i suoi video comici, ed è stata una scelta naturale per Best Fiends.

Laura ha organizzato una diretta in cui ha mostrato come si gioca al gioco, con il suo tocco personale. Nella diretta vestiva i panni di Pamela Pupkin, uno dei suoi folli alter ego.

Marketing degli influencer su Facebook

Il risultato fu un enorme successo. La diretta ha ricevuto più di 468mila visualizzazioni, oltre a migliaia di mi piace, commenti e condivisioni. È un grande esempio di quanto possa essere efficace l’influencer marketing su Facebook.

2. Clio MakeUp

Possiamo trovare un altro esempio di influencer marketing su Facebook sul profilo di Clio MakeUp.

L’influencer, infatti, è solita utilizzare la piattaforma per promuovere altri brand con cui collabora, sempre restando all’interno della sua nicchia, per fornire ai suoi follower contenuti in linea con il suo format e interessanti.

Influencer marketing su Facebook

Influencer marketing su YouTube

1. The Jackal

The Jackal è il nome di un gruppo di YouTuber che hanno raggiunto un successo formidabile in Italia. I loro video sono estremamente comici, e grazie alla loro comicità e leggerezza riescono a incorporare con maestria tantissimi tipi di pubblicità e di collaborazioni con brand.

the jackal youtuber

Ad esempio, qui vediamo come hanno incorporato una pubblicità della compagnia telefonica Wind in un loro video sulle “gioie della vita”. La loro bravura sta nel non rendere pesante l’inserimento di questi contenuti, così che i loro fan e follower non siano scoraggiati nella visione dei loro video. Al contrario, fidandosi dei loro YouTuber preferiti, i brand aumentano le probabilità che gli iscritti al loro canale si fidino delle loro raccomandazioni e scelgano di acquistare quel determinato prodotto o servizio.

influencer marketing su youtube

2. Audible

Audible è un brand che ha ricevuto tantissima attenzione grazie a strategie di influencer marketing su YouTube. 

L’azienda ha contattato alcuni degli YouTuber più influenti per creare delle pubblicità uniche e divertenti. 

Una delle più memorabili è stata realizzata da Jack Douglass, più conosciuto come Jacksfilms, nella quale ha creato degli acronimi divertenti con la parola “Audible”

Screenshot of Youtube influencer Jacksfilms

Le partnership hanno portato ad Audible un incredibile successo. Il marchio è ormai noto a milioni di utenti di YouTube, e il suo pubblico continua a crescere mentre continua ad espandere la sua rete di influencer.

Come usare l’influencer marketing per il tuo business

Quindi, ora che sai tutto sul marketing degli influencer e sui suoi benefici, rimane una domanda importante: come puoi utilizzare con successo l’influencer marketing nel tuo business?

Sorprendentemente, il processo può essere suddiviso in quattro semplici passaggi.

Passaggio 1: scegliere le giuste piattaforme di social media

Prima di andare a caccia degli influencer dei social media più adatti a rappresentare il tuo brand, è necessario scegliere le piattaforme di social media più adatte.

Per decidere quale o quali piattaforme siano adatte alla crescita del tuo brand, è importante capire bene come funziona ogni piattaforma e quali sono i loro utenti principali.

Ecco una rapida analisi:

Instagram è la soluzione migliore per condividere contenuti fotografici o video che hanno lo scopo di catturare l’attenzione. Se vendi un prodotto (al contrario di un servizio), Instagram è quasi sicuramente una piattaforma su cui vorrai essere presente. La maggior parte degli utenti Instagram hanno tra i 18 e i 34 anni.

YouTube è ovviamente la piattaforma migliore per i contenuti video, ma mentre Instagram non permette video più lunghi di un minuto, YouTube non ha questo limite, dandoti più opzioni. La demografia di YouTube è sorprendentemente varia – nonostante sia più popolare tra i 18 e i 24 anni, YouTube ha un tasso di diffusione del 51% tra le persone dai 75 anni in su.

Facebook consente un mix di testo, foto e contenuti video. È anche amato dagli esperti di marketing per la sua popolare opzione Facebook Live che ti permette di essere in diretta in qualsiasi momento e ovunque (funzionalità offerta anche da Instagram, per un pubblico leggermente diverso). Gli utenti di Facebook sono un po’ più anziani, tra i 25 e i 34 anni.

Ci sono molte altre piattaforme di social media, ma in genere queste tre sono quelle in cui troverai più influencer marketing. Per trovare gli influencer giusti, devi prima di tutto trovare le piattaforme giuste, quindi non trascurare questo passaggio.

Passaggio 2: creare delle linee guida per il tuo brand

Nonostante bisognerebbe sempre dare libertà creativa agli influencer per rappresentare il tuo brand, è una buona idea creare delle linee guida generali.

Queste linee guida delineano il tipo di contenuto che desideri associare al tuo brand. In pratica, è una guida di stile.

Principalmente, vuoi assicurarti che gli influencer rappresentino i valori del tuo marchio e che comunichino rispettando la tua visione.

Quando elabori le tue linee guida, tieni presente che anche tu dovrai seguire delle linee guida per comunicare correttamente le pubblicità e le relazioni sponsorizzate.

Passaggio 3: come trovare gli influencer

Dopo aver stabilito le piattaforme adatte e creato le linee guida del brand, puoi finalmente andare alla ricerca degli influencer.

Una delle prime considerazioni dovrebbe essere il livello di influencer con cui desideri lavorare.

Il termine “influencer” è un termine ampio che può essere suddiviso in diverse categorie. Ci sono cinque livelli principali di influencer:

I mega-influencer sono i grandi esperti. Hanno più di un milione di follower e portano enormi livelli di interazione su tutto ciò che pubblicano.

I macro-influencer hanno un pubblico leggermente più piccolo, tipicamente a partire da 500k. Pur non avendo la stessa portata dei mega-influencer, i macro-influencer sono solitamente molto richiesti.

Gli influencer di fascia media comprendono un’ampia categoria – un influencer di fascia media può avere un numero di follower che va dai 50.000 ai 500.000.

I microinfluencer hanno un pubblico che va dalle 10.000 alle 50.000 persone.

Infine, i nano-influencer sono al fondo della catena alimentare con un numero di follower tra 1000 e 10.000. Alcuni nano-influencer possono avere solo poche centinaia di followers.

Se pensi di voler subito contattare i mega e i macro-influencer, prenditi un attimo per riflettere.
A prima vista, si ha l’impressione che più popolare è l’influencer, più grande sarà il potenziale di successo. Ma non è sempre così.

Mentre i mega e i macro-influencer hanno certamente una grande portata e un’elevata interazione, non sempre hanno l’impatto maggiore.

Infatti, le campagne di marketing dei micro-influencer portano tassi di interazione superiori del 60% rispetto alle campagne di sponsorizzazione delle celebrità.

Poiché i piccoli influencer sono in grado di sviluppare una connessione più forte con il loro pubblico, possono avere tassi di coinvolgimento molto più alti anche dei mega-influencer.

Inoltre, sempre più brand lavorano con i nano-influencer. I nano hanno un ruolo importante, perché sono quelli con cui il pubblico si relaziona più facilmente.

Così, quando questi piccoli influencer sostengono i tuoi prodotti, i loro seguaci non si sentono presi in giro, una sensazione che spesso sorge quando i grandi influencer creano pubblicità non genuine.

Idealmente, si dovrebbe entrare in contatto con influencer appartenenti a tutti questi livelli. Questo è il tipo di approccio che ha reso marchi come Daniel Wellington così di successo, ed è estremamente facile da replicare.

Ora, è il momento di trovare influencer specifici per ogni piattaforma.

Molte persone si chiedono come trovare influencer Instagram o come trovare influencer di Facebook in modo efficace. Sorprendentemente, il processo è piuttosto semplice.

Per la maggior parte, tutto quello che dovrai fare è semplicemente cercare gli influencer nella vostra nicchia utilizzando gli hashtag e le parole chiave.

Questo ti porterà ad alcuni dei grandi nomi del tuo settore, che a sua volta ti darà una buona idea di chi potrebbe desiderare di lavorare con te e con il tuo brand.

Passaggio 4: contattare gli influencer

Questo è un altro semplice passaggio. Spesso, gli influencer possono essere contattati tramite messaggi privati.

Ma prima di inviare loro messaggi, dai un’occhiata alla loro biografia o informazioni. Potrebbero avere un’email apposita per le richieste di marketing.

biografia di instagram

Per massimizzare la tua produttività, puoi creare un template da utilizzare per tutti i messaggi, ma assicurati di personalizzarlo per ogni influencer prima di premere invio.

Passaggio 5: tracciare la tua campagna

Ci sono moltissime piattaforme di influencer marketing che vi permetteranno di monitorare ogni campagna e misurarne l’efficacia.

Sprout Social è uno strumento ampiamente utilizzato che ti aiuta a monitorare le tue campagne di marketing, monitorando gli hashtag e permettendo al tuo team di collaborare senza problemi.

Hootsuite è un’altra piattaforma popolare che consente di ottenere dati utili e tenere traccia di ciò che le persone dicono delle tue campagne.

Questi strumenti funzionano come piattaforme di influencer marketing di Facebook, piattaforme di influencer marketing di Instagram e per la maggior parte delle altre piattaforme di social media.

Se desideri utilizzare uno strumento costruito appositamente per l’influencer marketing, potresti dare un’occhiata a Traackr. Questo strumento automatizza la scoperta, il controllo e l’analisi degli influencer, permettendoti di concentrarti maggiormente sulla creazione di relazioni con gli influencer e sulla realizzazione di ottimi contenuti.

Influencer Marketing per il tuo business

È ovvio che l’influencer marketing sia ben più di una tendenza. È una nuova strategia di marketing che sta trasformando il modo in cui le persone interagiscono con i brand.

l’influencer marketing sta diventando sempre più vitale per il panorama del marketing.

Di conseguenza, il potenziale di crescita dei business sta diventando sempre più grande.

I casi studio e le statistiche che abbiamo esaminato dipingono un quadro molto vivido. L’influencer marketing è estremamente efficace, ed è qui per restare.

Quindi, provalo e scopri cosa può fare per il tuo brand. Se adotti l’approccio giusto e segui questa guida, non sorprenderti se cominci a ottenere centinaia o addirittura migliaia di nuovi clienti e, naturalmente, se le tue le vendite inizieranno ad aumentare!

 

Traduzione: Ludovica Marino

 

Ti potrebbero interessare anche:

Oberlo utilizza i cookie per fornire funzionalità necessarie del sito e per migliorare la tua esperienza di navigazione. Utilizzando il nostro sito, accetti la nostra politica sulla privacy.