Cosa vendere online? Strumenti e strategie per un business di successo

dropshipping eCommerce

Dopo aver pubblicato un AMA sul dropshipping su Reddit (in inglese), ho notato che le domande più frequenti riguardavano quali prodotti vendere online. Avviare un’attività di dropshipping è facile, ma mi rendo conto che decidere cosa vendere e trovare idee originali non è scontato! Ecco perché in questo articolo ti fornirò consigli e trucchi per trovare i prodotti più richiesti dal mercato, e ti farò vedere come trovare idee per i prodotti da vendere in dropshipping, come usare i dati di Google Trends per scegliere cosa vendere online, e come generare profitto grazie ai prodotti più popolari del dropshipping.

L’obiettivo è aiutarti a trovare le idee migliori per i prodotti da vendere in dropshipping, e darti le conoscenze necessarie per escludere i prodotti che non vale la pena testare. Questo articolo sarà utile a tutti i proprietari di ecommerce e piccole e medie imprese alla ricerca di nuove idee per il dropshipping, che vogliono vendere prodotti online con il più alto margine di profitto.

L’articolo è diviso in due parti:

  • Come trovare i prodotti da vendere online
  • Come scegliere i prodotti da vendere online

 

Perché vendere prodotti online con il dropshipping?

Prima di scoprire quali prodotti vendere online, vorrei soffermarmi sul funzionamento del dropshipping e sui vantaggi di questo modello di business, conoscenze fondamentali perché tu possa scegliere cosa vendere online.

Quindi, cos’è il dropshipping? Il dropshipping è un tipo di ecommerce sempre più diffusa, con il quale i venditori importano nei loro store prodotti di fornitori esterni. Ogni volta che un cliente effettua un acquisto il venditore ordina il prodotto dal suo fornitore, il quale lo spedirà direttamente al cliente finale. In questo modo è possibile gestire un negozio online senza magazzino e senza i costi e i problemi dello stoccaggio. I dropshipper, ovvero coloro che fanno dropshipping, possono decidere il prezzo di ogni prodotto in base al prezzo dei loro fornitori, e gestire la loro attività ovunque nel mondo.

Dropshipping come funziona

Inoltre, il dropshipping permette agli imprenditori proprietari di ecommerce di essere sempre al passo con le mode del momento, perché possono sempre modificare l’inventario del loro store senza perdere eventuali investimenti, dal momento che non devono preoccuparsi di stoccare la merce. Questi sono solo alcuni dei vantaggi del modello di business del dropshipping rispetto ai modelli tradizionali. Per generare dei profitti notevoli, tutto ciò che occorre è trovare i prodotti giusti da vendere online al mercato giusto e nel momento giusto. Andiamo quindi a vedere alcuni dei metodi per trovare idee vincenti per i prodotti da vendere con il dropshipping.

Cosa vendere online: come trovare i prodotti per il dropshipping

trovare prodotti da vendere online

  1. Pensa a diverse idee di prodotti per il dropshipping

    Non iniziare mai con una pagina bianca. La tua mente possiede già idee perfette per pensare a prodotti da vendere online: pensa ai tuoi hobby, a prodotti che usi quotidianamente o che ti piacciono, alle tue ultime passioni. Usa strumenti come Google Trends per scoprire nuove possibilità e razionalizza gli investimenti, così da creare un business di successo. Inizia a cercare le idee tra tutte le informazioni e ispirazioni che hai già a portata di mano nella tua mente.

    Prendi nota di ogni idea. Non importa se pensi che il prodotto possa essere popolare o meno, non saltare questa fase perché ti fornirà una base fondamentale per completare i prossimi passaggi.

    Dai un’occhiata ad altri store per trovare prodotti da vendere online

    Negli anni 80 il fondatore di Walmart, Sam Walton, fu arrestato per aver gattonato in giro per dei negozi. In seguito rivelò a un amico di star misurando la distanza tra gli scaffali per capire come erano organizzati i prodotti nei negozi dei suoi competitor.

    A quel tempo, i guadagni di Walmart ammontavano a oltre 400 milioni di dollari, ma Walton sapeva che avrebbe potuto guadagnare molto di più se avesse compreso e adattato il modo in cui i suoi competitor vendevano i loro prodotti.

    Naviga in altri store come il tuo, dai un’occhiata alle loro offerte, ai prodotti più venduti, e ai prodotti in promozione. Molti store hanno degli inventari vastissimi e utilizzano interi dipartimenti per organizzare le loro vendite e selezionare i loro prodotti. Sfrutta queste informazioni a tuo vantaggio. Navigare tra diversi store, e con una certa regolarità, ti aiuterà a trovare i migliori prodotti da vendere online.

    Ecco un elenco di store e risorse che dovresti consultare regolarmente:

    Aggiungi al tuo elenco di prodotti qualunque idea interessante che trovi in questi siti.

  2. Trova i migliori prodotti sui siti di social shopping

    Ci sono oltre 100 milioni di prodotti su Polyvore e 30 milioni su Wanelo. Se ci metti anche Fancy, Pinterest, e persino Instagram, avrai a disposizione un altissimo numero di prodotti provenienti da tutto il mondo che puoi facilmente ordinare per popolarità, mode, categorie e altro.

    Le persone tendono a sottovalutare questi siti, ma sono estremamente importanti per ricavare informazioni su che tipo di prodotti sia più in voga in un determinato momento.

    Quindi ti consiglio vivamente di iscriverti su ognuno di questi, e controllare le diverse categorie e liste. Scopri quali prodotti sono più amati e aggiungili al tuo elenco. Una volta che sarai circondato dall’ispirazione, sceglierai facilmente cosa vendere online per generare i più alti profitti.

    Chiedi l’opinione dei tuoi amici

    La prossima volta che prenderai un caffè con gli amici, fai prima una ricerca su Google Trends su alcuni dei prodotti più popolari del momento e chiedi la loro opinione su quei prodotti. Mi raccomando però, parla con amici di tutte le età e tutti i tipi, per avere più idee e una più ampia gamma di prospettive su cosa vendere online. Molto probabilmente riuscirai a trovare delle idee per il dropshipping che non avevi lontanamente considerato, e migliorerai notevolmente il tuo ecommerce.

  3. Cerca sempre nuove idee su cosa vendere online

    Guarda in casa, nel posto dove lavori e nei luoghi che frequenti di solito. Ci sono dei prodotti senza i quali non riusciresti a vivere? Quali prodotti rendono la tua vita più facile? C’è qualcosa particolarmente difficile da trovare nei supermercati o nei negozi locali? La risposta a queste domande potrebbe essere decisiva nel trovare quali prodotti vendere online per generare un alto profitto.

    Pensa solo che Howard Schultz ha visitato l’Italia, ha avuto l’idea di un bar e l’ha chiamato Starbucks. Molte idee per prodotti da vendere online possono venire da viaggi ed esperienze, ma anche dalla vita di tutti i giorni. Basta sapere dove guardare. Usa la tua vita quotidiana come banca dati per i prodotti da vendere online. Sii sempre attento a trovare nuove opportunità. Una volta che questo modo di pensare sarà per te automatico, inizierai a vedere centinaia di prodotti e idee per il dropshipping ogni giorno.

    Ricorda sempre di portare con te un quaderno, così potrai prendere nota di tutte le tue idee e integrarle nel tuo store di dropshipping.

    Siti da evitare durante la ricerca di prodotti da vendere online

    Il mio consiglio è quello di stare alla larga da siti come SpringWise.com o TrendHunter.com. Non che abbiano niente di male, semplicemente servono a un altro scopo. Se si tratta di trovare idee per prodotti e decidere cosa vendere online, questi siti molto spesso hanno o già venduto i prodotti, o semplicemente non sono prodotti adatti al tuo store e al dropshipping. Pensaci, come potresti importare e promuovere maniche che aiutano la riabilitazione delle vittime di ictus o fragranze ispirate alle erbe?

Come vendere prodotti online: i prossimi passaggi

Quando avrai il tuo elenco con le idee su cosa vendere online, dovrai scegliere quali prodotti importare effettivamente nel tuo store. In questa sezione scopriremo come filtrare le tue idee per trovare i prodotti perfetti.

*Tieni presente che il tuo elenco di idee su cosa vendere online deve essere sempre aggiornato, quindi continua sempre a cercare nuove idee e ispirazioni per trovare i prodotti più richiesti in ogni momento.

Cosa vendere online: come scegliere i prodotti perfetti

Chiunque può importare dozzine di prodotti nel suo store in pochi minuti. Il difficile è capire quali prodotti vendere online in base anche a quali si adattano meglio alle tue campagne di marketing, a quali fanno più effetto sulla tua homepage, e in generale sono in linea con il tuo brand. Questo tipo di prodotti è chiamato “Prodotti Alfa”. Sono i prodotti che attirano più traffico al tuo store. Dopo aver determinato quali sono i tuoi Prodotti Alfa, riempire il resto del tuo store sarà una passeggiata!

idee per dropshipping

    1. Trovare una nicchia di mercato per il dropshipping

      Con l’avvento del dropshipping, i negozi di nicchia sono sempre più popolari. Trovare una nicchia di mercato per il dropshipping è una strategia comprovata e di successo.

      Pensa: non ha senso entrare in competizione con gli store più grandi per attirare l’attenzione dei clienti. Evitando categorie troppo vaste o generali, che propongono già ogni giorno migliaia di offerte al pubblico, creare uno store di successo è molto più facile.

      Cerca dei prodotti di nicchia che non sono venduti dai giocatori più grandi del mercato. Ad esempio, non c’è un gruppo particolarmente interessato a una normale cinta, ma abbigliamento e accessori da ciclista attireranno tutti gli appassionati di ciclismo. Trova la tua nicchia. Se riesci a trovare idee che possono interessare una nicchia, sei già a metà strada per trasformare il tuo store in un business di dropshipping di successo e altamente profittevole.

    2. Le categorie da evitare nella ricerca dei prodotti da vendere online

      Alcuni dei prodotti presenti in questa categoria potrebbero corrispondere ai prodotti di nicchia, ma è essenziale effettuare una selezione efficace dei prodotti escludendo gli elementi elencati nelle categorie “da evitare”.

      Alcune categorie di prodotti sono cresciute significativamente negli ultimi dieci anni, e ci sono già fin troppe aziende e store che vendono questi prodotti. Basta crescere ai tassi di crescita degli ecommerce: libri e gioielli non sono certo tra le categorie più richieste. Più dell’80% degli americani ha dichiarato di aver comprato online prodotti o accessori elettronici negli ultimi tre mesi, il che significa che hanno già il loro store di fiducia a cui si rivolgono per questi prodotti.

      Elimina le seguenti categorie dal tuo elenco: libri, gioielli, elettronica e abbigliamento. Per trovare una nicchia efficace, devi essere più specifico.

      Attenzione: il suggerimento non è di evitare completamente queste categorie, ma di cercare di essere il più specifici possibile. Potresti pensare di vendere abbigliamento plus-size da donna, accessori e abbigliamento personalizzati per ciclismo, gioielli nascosti in candele. Qualunque sia il tuo prodotto, cerca sempre di trovare una sotto-categoria interessante e particolare che possa rendere unico il tuo store. Evita di vendere prodotti appartenenti alle categorie più generali.
    3. Identifica i prodotti che i clienti comprano ripetutamente

      Scegliere prodotti con un basso margine di profitto, se i tuoi clienti comprano quei prodotti solo una volta, non è la migliore strategia per il successo a lungo termine del tuo store. Pensa a prodotti che le persone comprano online più di una volta, e cerca di trasformare i clienti saltuari in abituali. Cosmetici, abbigliamento, accessori per feste sono esempi di prodotti di cui le persone hanno bisogno più di una volta nell’arco di un anno. Attira i clienti con campagne di marketing dopo il loro primo acquisto, e fai sì che non si dimentichino di te con email personalizzate, per creare relazioni durature e fedeli con i tuoi clienti. Il valore di questi clienti nel lungo termine può essere più alto di tutti i tuoi clienti saltuari.

    4. Scegli la giusta fascia di prezzo

      Ci sono delle regole generali da ricordare, quando devi decidere quale prezzo assegnare ai tuoi prodotti: più basso è il prezzo, migliore è il tasso di conversione. Più alto è il prezzo, più supporto dovrai fornire.

      Secondo Andrew di ecommerceFuel, la fascia perfetta per i prodotti degli ecommerce va dai 100 ai 200 dollari. Richard di ABLS crede vada dai 75 ai 150. Secondo la mia esperienza, la giusta fascia di prezzo è tra i 40 e i 60 dollari, con un mark up del 200%.

      Nella fascia di prezzo tra i 40 e i 60 dollari, i profitti sono abbastanza alti da coprire i costi di marketing fino a 20$ per ogni vendita. Il tasso di conversione è generalmente più alto all’interno di questa fascia di prezzo rispetto a fasce più elevate, perché è più facile per il cliente effettuare l’acquisto. Normalmente si offre meno supporto al cliente con i prodotti meno costosi.

      Per questi motivi, è più probabile avere uno store di successo nei mercati in via di sviluppo. Con il dropshipping cinese, puoi vendere prodotti ovunque nel mondo. Ciononostante devi tenere a mente che se 30$ sono un prezzo normale per gli abitanti degli Stati Uniti, potrebbe essere una cifra altissima per i paesi del Sud America o dell’Europa Orientale.

      Un piccolo trucco: provare a vendere i tuoi prodotti nei mercati in via di sviluppo (e spesso sottovalutati) può essere un’ottima scelta, che comporterebbe meno costi pubblicitari e meno competitor, il che si traduce in un maggiore ritorno sull’investimento. Non preoccuparti delle barriere linguistiche.

      Potrebbe quindi essere una buona idea ricercare informazioni e dati su diversi mercati, per decidere dove può essere più conveniente vendere i tuoi prodotti.

      Riguarda il tuo elenco di idee ed elimina qualunque prodotto che costi più di 60$.

    5. Sfrutta ePacket per i tuoi prodotti

      ePacket è un comodo servizio che ti permette di spedire prodotti dalla Cina in oltre 30 paesi in tutto il mondo, in tempi rapidi. Per poter utilizzare questo servizio è necessario rispettare i limiti di peso e dimensione dei pacchi, secondo i quali il pacco non deve pesare più di 3 kg, e deve avere una misura minima di 14 cm x 11 cm e una misura massima di 90 cm tra lunghezza, larghezza e altezza. Inoltre, il valore del prodotto spedito non deve superare i 400$.

    6. Scegli un prodotto durevole

      Tieni a mente che i prodotti che vendi online possono essere spediti in qualunque parte del mondo, a meno che non imposti determinati parametri. Questo vuol dire che la spedizione potrebbe essere un lungo e non facile processo. Inoltre, se scegli prodotti fragili, potrebbero rompersi o danneggiarsi durante il trasporto: è un fattore sul quale non hai controllo, ma che può risultare in clienti scontenti e insoddisfatti, il che comporta resi e richieste di rimborso, che possono influenzare negativamente la reputazione e la credibilità del tuo store. Scegli un prodotto robusto e che possa sopravvivere a lunghi tempi di consegna, risparmierai tempo e fatica!

    7. Sfrutta i tuoi canali di marketing per vendere più prodotti

      Dopo aver imparato come vendere prodotti online che abbiano il potenziale per un alto profitto, devi pensare alla tua strategia di marketing. Avere buone idee su cosa vendere online non è abbastanza. È necessario avere un piano su come vendere i tuoi prodotti, che è un aspetto cruciale per avere un ecommerce di successo.

      Una strategia di marketing efficiente può farti vendere i tuoi prodotti in modo molto più semplice, e ti farà risaltare rispetto ai tuoi competitor. Per questo devi essere familiare con i diversi canali di marketing disponibili, vedrai che avranno un valore inestimabile per il tuo business. Ovviamente devi anche capire quali canali funzionano meglio con i tuoi prodotti, con il tuo brand e con il tuo pubblico.

      Ad esempio, pubblicizzare una hoverboard da 800 euro su Facebook potrebbe non essere l’idea migliore, mentre potrebbe essere meglio pubblicizzarla con Google Ads. Non è un prodotto che le persone comprano in modo impulsivo, anzi nella maggior parte dei casi i clienti si rivolgono a Google per scoprire ulteriori informazioni sull’oggetto, inclusi i negozi e gli store dove è possibile acquistarlo.

      Ci sono diverse guide e tabelle sui canali di marketing, ma nessuna di quelle che ho trovato, nelle tante ore che ho impiegato in questa ricerca, mi ha soddisfatto in modo particolare. Così ho deciso di creare una tabella io stesso, ispirandomi al design del blog di Moz, ma basandomi sulla mia esperienza personale e su informazioni e dati che ho trovato navigando su internet.

      Canali di marketing

      Ovviamente ci sono dozzine di altri canali di marketing disponibili, ma molti di questi (opportunità di co-branding, video marketing, ecc.) non sono adatti a chi sta lanciando un nuovo business. Ad ogni modo, potresti voler considerare le affiliazioni in futuro, quindi tieni a mente quest’altra opzione.

      Ricordati di tenere in considerazione le tue risorse, in termini di tempo, denaro e conoscenza, e seleziona uno o due canali di marketing su cui concentrarti che sono adatti alle tue circostanze. Poi elimina tutte le idee di prodotti che non sono adatti ai canali che hai scelto.

    8. Strumento di pianificazione delle parole chiave e Google Trends

      Lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google e Google Trends sono due strumenti indispensabili se utilizzerai Google Ads come strumento di marketing, o anche se stai cercando di portare più traffico al tuo sito. Ti aiuteranno a capire quali sono i prodotti più richiesti in un determinato momento, e di conseguenza a decidere cosa vendere online.

      Strumento di pianificazione delle parole chiave

      Dai un’occhiata alle tue idee per i prodotti da vendere online. Inserisci ogni prodotto (e variazioni) all’interno dello Strumenti di pianificazione delle parole chiave di Google. Questo sistema genererà dei dati su quanto sono competitive le parole chiave da te inserite, così che tu possa avere un dato indicativo della competizione avrai se dovessi decidere di vendere quei prodotti nel tuo store. Più è competitiva una parola chiave, più costoso sarà utilizzarla su Google Ads.

      All’inizio, è bene concentrarsi sulle parole chiave con meno competizione, perché saranno più economiche e sarà più facile far trovare i tuoi prodotti. Se il 2% delle persone che riesci a indirizzare al tuo store effettua un acquisto, è abbastanza per avere dei buoni profitti? Il segreto è trovare il giusto mezzo tra avere un prodotto abbastanza richiesto e avere abbastanza competizione perché i tuoi prodotti si facciano notare.

      Google Trends

      Vai su trends.google.com e fai la stessa cosa. Inserisci ognuno dei tuoi prodotti nella barra di ricerca e scopri se sono prodotti richiesti, in base al volume di ricerca. Non solo potrai scoprire quali sono i prodotti più richiesti, potrai anche visualizzare i dati sulla frequenza di ricerca di una determinata parola chiave, e vedere se la ricerca aumenta o diminuisce nel tempo, o in base a determinati periodi. Questo tipo di informazioni può essere estremamente utile per decidere il momento giusto in cui vendere un prodotto. Inoltre, Google Trends ti può aiutare a capire il comportamento dei clienti filtrando la ricerca per paese o regione.

    9. Controlla i volumi di ricerca e scegli cosa vendere online

      In linea di massima, dovresti evitare categorie di prodotti con con un traffico di ricerca inferiore alle 500 ricerche mensili. Se vuoi far crescere il tuo store in maniera organica, dovresti anche evitare tutti i prodotti che hanno una competizione troppo alta secondo gli strumenti di cui abbiamo parlato prima. Devi mirare a trovare il giusto equilibrio tra un volume di ricerca non troppo competitivo, ma abbastanza elevato da indicare che un determinato prodotto è richiesto e può essere profittevole. Tieni anche sotto controllo il traffico del tuo sito, è un dato importante da non sottovalutare!

    10. Vendi prodotti adatti a tutti i periodi dell’anno

      È sicuramente entusiasmante vedere che un prodotto è particolarmente richiesto su Google, ma stai attento!

      Quel prodotto potrebbe essere così richiesto semplicemente per il periodo dell’anno in cui ti trovi. Ad esempio, evita prodotti stagionali come le decorazioni natalizie. Concentrandoti su prodotti stagionali riduci il tuo ciclo di vendita. La maggior parte delle vendite di decorazioni natalizie avvengono in autunno e in inverno. Sono quindi tra le migliori idee di prodotti da vendere con il dropshipping in questo periodo dell’anno, ma avrai bisogno anche di prodotti più stabili, se vuoi che il tuo negozio effettui vendite in tutti i periodi dell’anno. Vendere prodotti online non è facile se gli articoli sono influenzati dai periodi dell’anno. Una strategia efficace nel lungo termine consiste nello scegliere un assortimento di prodotti da vendere online che siano popolari e richiesti in diversi periodi dell’anno.

    11. Fai attenzione alle immagini con copyright

      Presta particolare attenzione alla ricerca delle immagini dei prodotti di marca per il tuo store. Non è facile trovare fornitori che vendono prodotti con copyright. Se stai cercando prodotti con copyright da fornitori poco conosciuti, molto probabilmente finirai per vendere prodotti falsi. Gli articoli con loghi e design che sono identici o troppo simili ad altre marche portano a problemi legali e influenzano negativamente la reputazione del tuo negozio online. L’attenzione non è mai troppa quando si parla di selezionare i prodotti da vendere online. Stai alla larga da prodotti che ricordano un brand esistente, e concentrati sul creare il tuo brand. È più sostenibile sul lungo periodo e riuscirai a creare un brand e un business del quale essere orgoglioso.

    12. Osserva quali prodotti vendono i tuoi competitor

      Arrivato a questo punto, dovresti aver sistemato il tuo elenco in base alle strategie di cui abbiamo parlato, e dovresti avere le ultime idee sui prodotti da vendere online con il dropshipping. L’ultimo fattore da tenere in considerazione riguarda i tuoi competitor. Eliminando le categorie più generali, hai già eliminato la possibilità di dover “sfidare” dei giganti come Amazon. Ciononostante, non sei certo l’unico di aver avuto l’idea di vendere prodotti di nicchia.

      Non finirai mai di tenere sotto controllo e valutare il comportamento dei tuoi competitor, e ci sono diversi modi di farlo. Una cosa è certa: dovrai sempre controllare se il prodotto che stai iniziando a pubblicizzare sia già diffuso su altri siti.

      Ecco un comodo trucco:

      Cerca un prodotto su Google, e prova a effettuare una ricerca per immagini. Vedi quanti negozi vendono prodotti simili. Se fai dropshopping, probabilmente la maggior parte degli store avranno le stesse immagini. Scopri chi sono i tuoi competitor. Controlla la loro strategia per i prezzi, la loro popolarità, quanto traffico ricevono sul loro sito (con siti come Alexa.org o SpyFu.com), e quali canali di marketing stanno utilizzando. Elimina dal tuo elenco tutte le idee che hanno una competizione troppo alta.

    13. Ordina dei campioni dai fornitori

      Quando avrai scelto cosa vendere online sul tuo store, ordina quei prodotti dai fornitori e vivi in prima persona il processo di acquisto che seguiranno i tuoi clienti. Osserva i tempi di consegna, la qualità del prodotto e la capacità di tracking, così da sapere esattamente cosa stai offrendo.

Cosa vendere online: conclusione

Come imprenditore proprietario di ecommerce, devi avere un chiaro processo di selezione dei prodotti per capire quali articoli hanno il più alto potenziale di profitto per il tuo business. Spesso le persone scelgono d’impulso i prodotti da vendere con il dropshipping, senza profonde considerazioni, ma ciò molto spesso comporta una perdita di tempo e di sforzi inutili. Sfrutta i consigli di questo articolo per stilare il tuo elenco e scegli quali prodotti vendere online. Prenditi tutto il tempo necessario per effettuare le tue ricerche, trova le migliori idee e testale prima di lanciarle sul tuo store.

Ti potrebbero interessare anche:

Quali strumenti di ricerca hai utilizzato per decidere cosa vendere online? Faccelo sapere nei commenti qui sotto!

Oberlo utilizza i cookie per fornire funzionalità necessarie del sito e per migliorare la tua esperienza di navigazione. Utilizzando il nostro sito, accetti la nostra politica sulla privacy.