10 statistiche di video marketing per migliorare la tua strategia aziendale

Maryam Mohsin Marketing

Lettura: 7 minuti 0 commenti

Se il video marketing è il futuro, preparati a tirare fuori il tuo jetpack. E se fino ad ora ti sei chiesto se valesse la pena investire tempo e denaro nel video marketing…la risposta è: certo che si! 

Hai ancora dei dubbi? Pensi che nel tuo mercato di riferimento non ci siano abbastanza persone interessate ai video? Tranquillo, è un pensiero legittimo, e avere dei dubbi prima di avventurarsi in qualcosa di nuovo è assolutamente normale.

Ecco perché non insisteremo oltre, e lasceremo che queste statistiche sul video marketing parlino per conto loro. 

Che aspetti? Continua subito a leggere! 

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Cos’è il video marketing? 

Fare video marketing vuol dire creare contenuti video, potenzialmente virali, che lavorano per il tuo brand, che offrono ai consumatori quello che vogliono, come e quando lo desiderano, e che siano in grado di instaurare fiducia nei clienti. 

Ma prima di iniziare ad analizzare le statistiche video, è bene soffermarsi giusto un attimo su quelli che sono i tipi di contenuti video che puoi creare per promuovere il tuo business. 

Uno dei contenuti video principali che utilizzano i brand sono i video esplicativi. Si tratta di brevi ma efficaci video che spiegano come utilizzare un determinato prodotto o servizio. Altri tipi di video includono vlog (video blog), interviste, presentazioni, tutorial, recensioni dei prodotti, demo dei prodotti, registrazioni di dirette streaming, testimonial e annunci. 

Bene, ora che abbiamo chiarito di cosa si tratta, ecco le statistiche sul video marketing più importanti per promuovere il tuo business nel 2020. 

1. Gli utenti di internet amano i contenuti video

italiani guardano i videoI contenuti video sono più popolari che mai. Basti pensare che il 92% degli italiani guarda video online da uno qualsiasi dei loro dispositivi (WeAreSocial, 2020). 

Questo dato è ancora più interessante se si pensa che nove italiani su dieci sono utenti internet, e che l’88% degli italiani effettua almeno un accesso al giorno alla rete. 

Gli utenti che hanno tra i 25 e i 34 anni sono tra i più assidui seguaci dei video, e gli uomini passano in media il 40% di tempo in più a guardare video, rispetto alle donne. 

2. La domanda di video è in costante aumento 

domanda in aumentoL’amore che i consumatori dimostrano verso i video non riguarda solo l’intrattenimento, anzi. I dati mostrano che il 54% dei consumatori vuole vedere più video dei brand o business che amano (HubSpot, 2018).

Con una domanda del genere in costante aumento, è chiaro che il mercato aumenti l’offerta. Soprattutto in un mondo, quello digital, che evolve estremamente in fretta. E infatti sempre più influencer producono diversi tipi di contenuti video per rispondere alle esigenze dei loro follower.

Non solo, su qualunque piattaforma, i video sono il modo più efficace per catturare l’attenzione del tuo pubblico, che tende spesso a ignorare parte dei contenuti scritti o audio. 

3. I video sono un potente strumento di marketing

strumento di marketingIl video marketing ha raggiunto il vero successo nel 2018, e da lì è stata una continua ascesa. Non sorprende infatti che social come TikTok, basati interamente sui video, abbiano del tutto conquistato le nuove generazioni. 

Se sei il proprietario di un business, non puoi assolutamente lasciarti sfuggire le enormi opportunità che offrono i video. Nel 2019, l’87% degli esperti di marketing ha utilizzato i video come strumento di marketing (Wyzowl, 2019) per instaurare fiducia negli utenti e per aumentare il tasso di interazione. 

4. I consumatori amano guardare i video sui social media

statistiche video marketing social mediaNell’era dei nomadi digitali e dello smart working, non sorprende che i social siano estremamente utilizzati dagli utenti di internet. Non solo per restare in contatto con i loro amici, anche e soprattutto per guardare video. Ancor di più se questi video sono pubblicati da brand o business che seguono e di cui si fidano. 

Secondo le ricerche, infatti, i video sono il tipo di contenuto che gli utenti preferiscono guardare sui loro social, soprattutto se pubblicati dai loro brand preferiti (Animoto, 2018).

Il video diventa quindi un canale sempre più influente per quanto riguarda le decisioni di acquisto, tanto che Instagram sta per diventare la piattaforma più in crescita per quanto riguarda l’utilizzo di video per incentivare gli acquisti. 

5. Video marketing = profitto

profitto dei videoAlla fine, il profitto è quello che conta davvero. E tutto si riduce al ritorno sull’investimento (ROI). Se guardiamo ai numeri, l’88% dei video marketer si dichiara soddisfatto del ROI generato dalle loro campagne di video marketing sui social media (Animoto, 2018). 

In linea di massima, le aziende utilizzano il video marketing per aumentare le loro vendite, creare brand awareness e instaurare fiducia, informare i loro clienti e raggiungerne di potenziali. 

Le piattaforme più utilizzate per raggiungere questi scopi sono quindi Instagram, Facebook e YouTube (più di recente, anche TikTok). 

Il vantaggio principale è che il video marketing permette di spiegare tutto in un formato visivo virale, chiaro e di facile comprensione per gli utenti. Tanto che i formati video più popolari sono proprio i tutorial e i video esplicativi. 

6. Il video marketing è uno strumento che genera lead 

statistiche video marketing leadSecondo Optinmonster, i video marketing ottengono il 66% di lead qualificati in più all’anno. Non solo, la stessa statistica video dimostra che i video marketer registrano un aumento del 54% per quanto riguarda la brand awareness. Inoltre, il 93% dei marketer dichiara di aver convertito almeno un nuovo cliente grazie a un video sui social media. 

Questa qualità di lead può essere attribuita alla qualità dell’informazione che portano i video. Non solo i clienti acquistano fiducia nelle aziende, sono anche in grado di informarsi su quelli che sono i prodotti o i servizi di quei business grazie a contenuti visivi interattivi. 

7. Il video marketing sui canali social nel 2020 

video sui socialA questo punto è chiaro che il video è uno strumento di marketing altamente efficace, e che ai consumatori piace guardare video sui social media. È quindi il momento di chiederti: quale piattaforma prediligere per il video marketing? 

Secondo le ultime statistiche, la piattaforma più popolare è YouTube, con circa 9 su 10 marketer che affermano di utilizzarlo per il video marketing (Wyzowl, 2020).

Il gigante dello streaming video è seguito dal re dei social media, Facebook, con oltre tre quarti dei marketer (il 76%) che prevede di fare video marketing sulla piattaforma. Sorprendentemente, a seguire troviamo LinkedIn, che ha superato social come Instagram e Twitter conquistando il 66% dei marketer. 

8. Il potere dei video nelle decisioni d’acquisto 

statistiche video marketing decisioni d'acquistoNon solo i video hanno il potere di coinvolgere gli utenti, giocano anche un ruolo incredibilmente importante nelle decisioni d’acquisto. Un sondaggio condotto da Wyzowl ha dimostrato che circa 8 su 10 utenti hanno acquistato un software o un’applicazione dopo aver guardato il video del brand (Wyzowl, 2018). 

Non solo, il potere del video marketing si fa sentire durante l’intero percorso dell’acquirente: lo stesso studio dimostra infatti come la maggior parte delle persone (il 96% di loro, per l’esattezza) si affidi ai video per saperne di più su un particolare prodotto o servizio.

Inoltre, se anche i giganti di internet come Google descrivono i video come “indispensabili”, è chiaro che includere il video marketing nella propria strategia digitale è la mossa giusta. Secondo Google, infatti, i video influenzano gli utenti di internet, ricordando loro cosa devono acquistare, offrendo maggiori informazioni e sicurezza nell’acquisto, e fornendo recensioni utili sui prodotti a cui sono interessati.

9. I video sono sempre più popolari 

statistiche video marketing popolaritàSe le statistiche di video marketing che abbiamo analizzato finora non sono state abbastanza convincenti, eccone una che ti sorprenderà: il tempo che le persone passano a guardare video è in costante aumento. 

Infatti, gli italiani trascorrono 3 ore e 40 minuti ogni giorno a guardare video sul web. Questo dato ha ricevuto una notevole spinta a causa del lockdown dei primi mesi del 2020. Infatti, mentre le persone erano rinchiuse nelle proprie case, i video hanno offerto loro un nuovo modo di passare il tempo. Il 31% degli italiani ha avuto la sua prima esperienza di e-sport, il 39% ha assistito al suo primo concerto virtuale, e il 23% ha seguito un allenamento fisico online.

E anche ora che il lockdown è terminato e stiamo ormai vivendo una nuova fase di questa pandemia, questo trend non sembra avere un’inversione di rotta, anzi. 

10. Il ruolo dei video nel traffico di internet

statistiche video marketing trafficoVista quindi la crescente popolarità dei video e del video marketing, non sorprende che il traffico di internet sia in aumento. 

Si stima che, nel 2022, l’82% di tutto il traffico internet a livello globale proverrà dallo streaming e dal download di video (Cisco, 2019). 

Per mettere ulteriormente le cose in prospettiva, nel 2017 sono stati consumati 56 exabyte (equivalenti a un miliardo di gigabyte) di video su internet ogni mese. Questa cifra sarà più che quadruplicata a 240 exabyte al mese entro il 2022.

E non è solo il consumo di video caricati che dovrebbe aumentare. Lo stesso studio di Cisco mostra che il traffico proveniente dai video in diretta su Internet crescerà di 15 volte tra il 2017 e il 2022, e rappresenterà il 17% della quota totale di traffico video su Internet entro il 2022 – una statistica di video marketing da tenere presente, soprattutto se stai pensando di utilizzare i video in diretta su Instagram o Facebook per promuovere la tua attività di dropshipping!

Video marketing: uno strumento da non sottovalutare

A questo punto hai tutte le informazioni necessarie sul video marketing nel 2020. Speriamo che queste statistiche ti abbiano dimostrato quanto questo strumento possa essere utile per il tuo business. 

E se sei preoccupato di eventuali investimenti per il video marketing, sarai felice di sapere che non è necessario disporre di enormi somme di denaro, per realizzare video coinvolgenti ed efficaci. Non devi avere una crew di cameramen e di designer, ti basta un po’ di creatività e la giusta app di video editing

statistiche video marketing 2020

Statistiche di video marketing: conclusione

Quindi, quali sono le statistiche di video marketing da non perdere nel 2020? 

  1. Il 92% degli utenti di internet in Italia guarda video online
  2. Il 54% dei consumatori vuole vedere contenuti dai brand che supporta
  3. L’87% dei professionisti utilizza i video come strumento di marketing
  4. I consumatori amano guardare i video sui social media
  5. L’88% dei video marketer è soddisfatto del ROI generato dal video marketing
  6. I video marketer ottengono il 66% di lead qualificati in più all’anno
  7. L’88% dei marketer utilizza YouTube per promuovere il suo business
  8. 8 su 10 persone hanno fatto acquisti dopo aver visto un video promozionale
  9. Gli italiani trascorrono 3 ore e 40 minuti al giorno a guardare video sul web
  10. Nel 2022, l’82% del traffico internet arriverà da streaming e download di video

Se hai esperienza nel video marketing e vorresti condividere i tuoi pensieri, o se dovessi avere eventuali domande, faccelo sapere nei commenti qui sotto!

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Ti potrebbero interessare anche:

Maryam Mohsin
Maryam Mohsin
Maryam Mohsin è una Content Writer a Oberlo. La sua passione è il dropshipping, e le piace aiutare gli imprenditori fornendo loro tutte le informazioni necessarie per costruire e far crescere un\'attività online.