Tasso di conversione: che tu stia pensando di aprire un negozio online sia che tu ne abbia già uno, di sicuro ti sarai imbattuto in questo termine. Ma il tasso di conversione di un ecommerce cos'è? Come si calcola? E soprattutto, come si ottimizza? 

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Inizia gratis

Tasso di conversione di un ecommerce: cos’è?

Secondo la definizione data dalla Guida di Google Ads, il tasso di conversione è:

“Il numero medio di conversioni per interazione con l’annuncio, indicato con un valore percentuale”.

In modo quasi analogo, il tasso di conversione di un ecommerce è:

Il rapporto tra il numero di visitatori del sito web e il numero di visitatori che compiono un’azione, ovvero la conversione.

Questa conversione può essere rappresentata dal completamento di un acquisto, dall’iscrizione alla newsletter, dalla richiesta di ulteriori informazioni e così via.

In pratica, qualunque tipo di azione che dimostri un interesse verso il business. Una volta convertito il visitatore, si parla infatti di lead generation.

organizzazione tasso di conversione

Come si calcola il tasso di conversione dei clienti?

Per calcolare il tasso di conversione dei clienti sul tuo negozio, devi intanto sapere quante persone arrivano ogni mese sul tuo sito.

Mettiamo che il tuo sito riceva ogni mese 10000 visite da singoli individui. Di questi, 200 effettuano un acquisto.

Per calcolare il tasso di conversione del tuo ecommerce, dovrai dividere le azioni effettuate per le visite ricevute, e moltiplicare il risultato per 100.

Quindi, nel nostro esempio, il calcolo sarà:

200 : 10000 = 0,02

0,02 x 100 = 2%

Il tasso di conversione del tuo negozio sarà quindi 2%, il che vuol dire che il 2% dei visitatori che arrivano sul tuo ecommerce effettua un acquisto.

tasso di conversione

Qual è il tasso di conversione ottimale?

Il tasso di conversione varia a seconda dell’industria e del modello di business.

Il tasso di conversione degli ecommerce in Italia si aggira intorno a una media dell’1,6%.

Le ricerche effettuate dagli osservatori Digital Innovation hanno inoltre evidenziato che il 43,9% dei visitatori abbandona il sito web di un ecommerce entro pochi secondi.

Ecco un breve recap di tasso di conversione medio dell'ecommerce per i settori più diffusi (fonte: ShippyPro)

tasso di conversione medio ecommerce per settore

Come aumentare il tasso di conversione?

La campagna sta ricevendo molti clic, ma il tasso di conversione è basso?

Un basso tasso di conversione può essere un indicatore di uno di questi problemi:

  • la tua offerta è troppo costosa per il mercato, o non abbastanza di valore per il tuo pubblico;
  • il design del tuo sito non è intuitivo e per le persone è difficile effettuare azioni.

Come risolvere questi problemi?

Inizia con il pensare alla tua offerta e alle strategie di prezzo. Se quello che offri è davvero irresistibile e in linea con l'offerta dei tuoi competitor, sempre più persone vorranno ottenerlo.

Una volta che ti sarai assicurato che la tua offerta rispecchia le esigenze e le richieste del tuo mercato di riferimento, puoi passare all’ottimizzazione del design del tuo sito.

Ci sono diverse cose che puoi fare per rendere il tuo sito più intuitivo e per spingere i visitatori a trasformarsi in clienti.

  • Testa ogni sezione del tuo sito e prova in prima persona l’esperienza di navigazione sperimentata dai tuoi visitatori.
  • Assicurati che sia chiaro fin da subito di cosa si occupa il tuo business.
  • Aumenta la dimensione dei pulsanti e delle call to action, e prova a modificarne i colori.
  • Usa solo immagini di alta qualità.
  • Prova ad aggiungere un video o dei contenuti accattivanti sulla tua landing page.
  • Assicurati che il tuo sito sia ottimizzato per mobile.
  • Fai sì che le persone possano contattarti facilmente.

Queste sono solo alcune proposte, i modi per ottimizzare il tuo sito per aumentare il tasso di conversione del tuo ecommerce sono tantissimi.

Vediamone qualcuno più nel dettaglio.

tasso di conversione per ecommerce

Conversion Rate Optimization (CRO): migliora il tasso di conversione dell'ecommerce

Le strategie e i consigli per aumentare il tasso di conversione di un negozio online viaggiano sotto il nome di Conversion Rate Optimization (per gli amici, CRO).

Tieni presente che qualunque miglioria apporterai al tuo sito, per quanto piccola, migliorerà l’esperienza di navigazione dei tuoi utenti e contribuirà quindi all’aumento del tasso di conversione.

Per ora ci limiteremo a dare un’occhiata a qualche semplice consiglio che potrai seguire per fare Conversion Rate Optimization.

Immagini e video di alta qualità

Usa sempre immagini e video di alta qualità, sia nella landing page che nelle pagine dei tuoi prodotti.

Pensa alla tua esperienza da shopper online. Che idea ti faresti di un ecommerce con delle foto di scarsa qualità che presentano i prodotti?

Quando fai acquisti online, le foto sono l’unico modo che hai per renderti conto della qualità del prodotto. Non puoi toccarli con mano.

Ecco perché é così importante, per il cliente ma anche per il tuo tasso di conversione, che le foto e i video che scegli siano di altissima qualità, così che i visitatori sappiano esattamente cosa riceveranno.

Spedizione gratuita

conversion rate optimization: spedizione gratuita

Offri la spedizione gratuita? Che sia tu stesso a spedire i tuoi prodotti, o che ti affidi a servizi come ePacket tramite dropshipping, comunica ai tuoi clienti che il prezzo che vedono sotto ogni prodotto è il prezzo reale, senza sorprese aggiunte al momento del check out.

Se c’è una cosa che i clienti amano è la trasparenza.

Rendi subito chiara la tua offerta, così che i visitatori del tuo ecommerce sappiano cosa aspettarsi.

Inoltre, vedere da subito che un ecommerce offre la spedizione gratuita invoglierà ancora di più i visitatori a restare sul tuo sito e a completare l’acquisto, facendo aumentare il tuo tasso di conversione.

Processo di checkout senza intoppi

Uno dei momenti più critici del processo d’acquisto è senza dubbio quello del checkout. 

Ecco perché è una buona strategia di Conversion Rate Optimization effettuare quanti più test possibili per assicurare ai tuoi clienti un’esperienza di checkout fluida e senza intoppi.

Se il processo di checkout è troppo lungo, complicato e non intuitivo, potresti perdere un sacco di clienti che sarebbero stati già pronti a comprare.

Checkout senza registrazione

A proposito di checkout senza intoppi: quante volte ti è capitato di dover effettuare un acquisto online e di non avere il tempo di compilare tutti i campi necessari per registrarsi su quel sito?

Capita anche ai tuoi clienti. Ecco perché dovresti sempre offrire loro la possibilità di continuare l’acquisto anche senza essere registrati al tuo sito.

Pensa sempre alla tua esperienza di shopper online. Quante volte hai cliccato su “Continua senza registrarti”? Io, personalmente, più di una.

Offri la stessa possibilità ai tuoi clienti, per aumentare il tasso di conversione e ridurre il tasso di abbandono del carrello.

Conversion rate optimization: checkout senza registrazione

Carrello abbandonato

Proprio perché il momento del checkout è uno dei passi più delicati del processo d’acquisto di un negozio online, accade spesso che potenziali clienti abbandonino il loro carrello senza completare l’acquisto.

Perché succede? Forse stai chiedendo loro di inserire troppi dati, o le spese di spedizione sono troppo alte rispetto al prezzo dell’oggetto che stanno acquistando?

Una buona pratica di Conversion Rate Optimization è sicuramente quella di includere all'interno del carrello un riepilogo di tutti i prodotti con il costo della spedizione incluso. Potresti anche mettere un counter che avvisa il cliente quanto manca per raggiungere la soglia per la spedizione gratuita! 

Ricorda, inoltre, di ottimizzare la pagina del carrello con il recap dei prodotti per una visione da mobile. Immagini grandi, font ben leggibili: questo sarà un aiuto in più per migliorare il tasso di conversione del tuo ecommerce. 

conversion rate optimization: Statistiche shopping mobile italia

Live chat

Dare ai visitatori del tuo ecommerce la possibilità di contattarti è un aspetto importante della loro esperienza di navigazione.

Assicurati sempre che i modi per entrare in contatto con te siano ben visibili, e prova a offrire una live chat, così che tu possa aiutare i tuoi clienti esattamente nel momento in cui hanno più bisogno di te.

Conversion rate optimization: live chat

Attenzione però, utilizza la live chat solo se sei davvero disponibile durante le ore lavorative, per rispondere ai tuoi clienti in tempo reale.

Non dare loro la possibilità di contattarti tramite chat solo per fargli ricevere un messaggio automatico che gli comunica che non sei disponibile.

La live chat ti permette di creare un rapporto diretto e umano con i tuoi clienti. È uno strumento estremamente potente, utilizzalo quindi con cognizione di causa.

Rispetta il GDPR e comunicalo ai tuoi clienti

calcolo del tasso di conversione

Nell’era dei nomadi digitali, sempre più persone sono attente alla loro privacy e al trattamento dei loro dati personali.

GDPR è l’abbreviazione di regolamento generale sulla protezione dei dati. Adottato nell’aprile 2016, il GDPR crea regole per la gestione dei dati di tutti i residenti europei.

Questo regolamento è particolarmente importante anche per gli ecommerce, quindi assicurati che il tuo sito web lo rispetti, e comunicalo ai tuoi clienti.

Far sapere ai visitatori del tuo sito che la tua attività è conforme al GDPR è una strategia di marketing estremamente efficace.

Infatti, i tuoi potenziali clienti si sentiranno più sicuri ad affidarti il loro indirizzo o la loro email, se sanno che il tuo sito segue le normative europee.

Un altro aspetto estremamente importante per aumentare il tasso di conversione è assicurarsi che la navigazione all’interno del sito sia di facile comprensione.

I tuoi visitatori sanno esattamente dove cliccare per trovare quello che stanno cercando? Le call to action sono chiare e ben visibili?

Organizza la struttura del tuo sito, delle categorie e di ogni pagina nel modo più intuitivo e logico possibile, assicurandoti di utilizzare quanti meno livelli possibile per permettere agli utenti di raggiungere in fretta i prodotti a cui sono interessati.

Inoltre, potresti anche aggiungere una barra di ricerca così che i potenziali clienti possano trovare subito i prodotti o servizi che stanno cercando.

conversion rate optimization: barra di ricerca

Recensioni dei prodotti

Questo è un altro dettaglio particolarmente importante.

Permetti sempre ai tuoi clienti di lasciare recensioni sui prodotti da loro acquistati.

In questo modo, i tuoi clienti si sentiranno importanti e valorizzati dal fatto che la loro opinione è per te importante, e i visitatori del tuo ecommerce avranno un’ulteriore prova della qualità dei tuoi prodotti, il che li spingerà a portare a termine l’acquisto.

Sfrutta l’email marketing

L’email marketing è un ottima strategia di Conversion Rate Optimization.

L’email marketing utilizza la comunicazione tramite email per permetterti di presentare ai clienti delle offerte, per invitarli a riprendere un processo di acquisto abbandonato, e molto altro ancora.

Ecco perché questa strategia è estremamente importante per aumentare il tasso di conversione del tuo ecommerce.

Ricordati sempre di personalizzare le email che invierai ai tuoi clienti (scopri i migliori template per email che abbiamo raccolto).

Evita le email standard che non fanno altro che far sentire i tuoi clienti dei semplici numeri.

Cerca invece di personalizzare quanto più possibile i tuoi messaggi, chiama i clienti per nome, parla loro dei prodotti nel loro carrello e fagli capire che sai quali sono le loro preferenze.

Falli sentire importanti, e ti ripagheranno con la loro fiducia.

Tasso di conversione: conclusione

A questo punto, dovresti avere ben chiaro cosa sia il tasso di conversione del tuo ecommerce e come fare ad aumentarlo.

Come abbiamo detto in precedenza, questo articolo non è esaustivo e ci sono tanti altri metodi e strategie che puoi implementare per aumentare il tasso di conversione dei clienti del tuo negozio.

Hai utilizzato uno dei modi presenti in questo articolo, o altri di cui non abbiamo parlato? Faccelo sapere nei commenti qui sotto! 

Ti potrebbero interessare anche: