Skip to content

Da musicista a imprenditore: come vendere musica online

Articolo di Ludovica Marino

Se sei un musicista quest’ultimo anno non è certo stato uno dei migliori, inutile negarlo. Eppure, nonostante la totale assenza di concerti, la musica non si è fermata e moltissimi artisti si sono rivolti al web, imparando come vendere musica online. 

Se l’idea di vendere online è musica per le tue orecchie, in questo articolo troverai tutto quello che ti serve per avviare il tuo business. Perché chi ha detto che i musicisti devono solo pensare a note e testi? Per andare avanti, è fondamentale anche riuscire a generare un guadagno. 

Ecco perché ho deciso di creare questa guida per aiutarti a guadagnare con la musica. 

Vendi la tua musica con Shopify e avvia un business di successo

Inizia la prova di 14 giorni.

Prova Shopify

Perché vendere musica online

Chiaramente, il primo motivo per vendere musica online è la possibilità di guadagno. Perché venderla online? 

Anche se qualche artista vecchio stampo potrebbe obiettare che vendere musica online è degradante per la professione, si tratta di un mercato che non appartiene tanto al futuro quanto al presente. 

Come per tanti altri settori, infatti, al giorno d’oggi vendere musica online ed essere presente sui social e sulle piattaforme di streaming è essenziale per poter raggiungere un pubblico elevato. Pensaci bene, quanti ascolti potresti mai raggiungere se ti esibissi semplicemente per strada? 

Questo non vuol dire che esibirsi per strada non sia un’opzione! Semplicemente, potresti registrare la tua performance e condividerla con il web per aumentare esponenzialmente la tua base di fan. 

Se ci pensi bene, anche i Måneskin sono partiti dalle strade di Roma ed eccoli qualche anno dopo in cima alla classifica globale di Spotify!

I Maneskin

I Måneskin. Fonte: ilfattoquotidiano.it 

Pro e contro della vendita di musica online 

Quindi, se da un lato è innegabile che vendere musica online sia una strada dall’altissimo potenziale, come ogni cosa porta con sé anche degli aspetti negativi. 

Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi principali di vendere la musica online?

Vantaggi

  • Visibilità: le persone scoprono nuovi brani online, questo è innegabile, e vendere musica online ti permetterà di farti conoscere da fan sempre nuovi e di restare nei cuori dei tuoi fan più fedeli. 
  • Investimento ridotto: un nuovo progetto musical può tastare il terreno contenendo notevolmente i costi grazie alla vendita di musica online. 
  • Dati analitici: vendere musica online ti permette di misurare valori come il gradimento, i dati demografici dei tuoi fan e i tuoi brani più di successo. 
  • Controllo: vendere musica direttamente ti permette di avere controllo su ogni aspetto della tua attività. 

Svantaggi

Di svantaggi ce n’è solo uno, quello principale, ovvero: rendere la tua musica disponibile online non è sufficiente per ottenere visibilità e guadagni. 

È necessario infatti implementare diverse tecniche e strategie di marketing per riuscire a emergere e, soprattutto, è essenziale individuare le giuste piattaforme dove vendere la tua musica. 

Dove vendere musica online

Quindi, prima di capire più nella pratica come vendere musica online, è fondamentale decidere dove venderla. 

dove vendere musica online

Se sei un artista, hai cinque strade principali per vendere musica online, ovvero: 

  1. Creare un sito tutto tuo su Shopify
  2. Vendere la tua musica sugli store digitali 
  3. Vendere la tua musica sui siti di stock 
  4. Guadagnare grazie agli ascolti sui servizi di streaming 
  5. Vendere la tua musica sui social media 

Crea un sito tutto tuo su Shopify 

Il motivo principale per cui dovresti voler creare un sito tutto tuo per vendere musica online è che un sito web personale ti permetterà di personalizzare l’offerta e di conoscere realmente chi sono i tuoi fan (e soprattutto cosa desiderano). 

Inoltre, vendendo la tua musica direttamente ai tuoi fan potrai non solo evitare di pagare commissioni, ma avrai anche la libertà di impostare tu stesso il prezzo della tua musica. 

Non sei ancora convinto? Un sito web ti darà anche la possibilità di creare delle newsletter per tenere i fan aggiornati sui prossimi eventi o sulle prossime uscite e di vendere prodotti brandizzati (che potresti creare con servizi di print on demand). 

E se pensi che creare un negozio online sia un’impresa più ardua del creare musica, la nostra guida su come aprire un negozio online con Shopify ti convincerà del contrario. Infatti, sono necessari solo 5 passaggi per creare il tuo ecommerce: 

  1. Registrati a Shopify e avvia il tuo periodo di prova gratuito di 14 giorni.
  2. Configura il tuo negozio online.
  3. Scegli uno dei temi disponibili e personalizzalo secondo le tue preferenze.
  4. Trova le migliori app di Shopify per presentare la tua musica.
  5. Promuovi il tuo store e inizia a vendere! 

Vendi la tua musica con Shopify e avvia un business di successo

Inizia la prova di 14 giorni.

Prova Shopify

Vendi la tua musica sugli store digitali 

Anche se sei convinto dell’importanza di un sito tutto tuo e dei vantaggi della vendita diretta, potresti comunque voler esporre la tua musica su più canali. Uno di questi è rappresentato dagli store di musica online, che ti permetteranno di raggiungere quante più orecchie possibile. 

Ma quali sono i migliori store digitali per vendere musica online?

  • iTunes
  • Google Play
  • Beatport
  • Amazon MP3

Oltre a questi, esistono servizi come Bandcamp, che ti permette di vendere musica direttamente ai tuoi fan e di ottenere i loro dati e indirizzi email (oltre a prendere una quota del 15% sulle vendite). 

Vendi la tua musica sui siti di stock 

Hai mai pensato che la tua musica potrebbe essere utilizzata da qualcun altro come sottofondo per video o per altri progetti multimediali? Ma come arrivare a queste persone? 

La risposta è: nei siti di stock! Proprio come per le banche dati di immagini e di dati, esistono dei siti che offrono agli utenti musica originale da utilizzare per i loro video di YouTube e per i loro progetti. Queste piattaforme sono perfette per vendere basi musicali, e se la cosa ti interessa non te ne pentirai! Chiaramente, potrai scegliere vendere brani inediti e cessare i diritti o meno, tutto in base al prezzo a cui vorrai vendere le tue tracce. 

Ecco alcuni dei principali siti di stock:

Guadagna grazie agli ascolti sui servizi di streaming 

Lo streaming è un’arma potentissima, che può però rivelarsi a doppio taglio. Infatti, se da un lato i servizi di streaming ti permettono di farti scoprire e ascoltare con facilità, dall’altro sono spesso sotto accusa per non pagare a sufficienza gli artisti. 

Lo streaming è un modello di business completamente diverso rispetto a quello basato sui download. Se i download si affidano a un guadagno maggiore ma singolo, simile a quello delle vendite fisiche, lo streaming genera dei guadagni minori ma costanti nel lungo periodo. 

Il vantaggio principale dello streaming è quello di offrire ai musicisti un ottimo livello di esposizione e di accesso al pubblico. 

Ma quali sono le migliori piattaforme di streaming?

  • Spotify
  • Apple Music
  • Deezer
  • Tidal
  • Napster
  • YouTube

ascoltare musica Vendere la tua musica sui social media 

I social network sono un’ottima vetrina per vendere la tua musica online. Se il sito web è un po’ come la tua “casa”, dove i visitatori possono entrare per conoscerti meglio e scoprire la tua musica, i social network sono il tuo palcoscenico. 

E se immagini i social come un palco, capirai che l’unico limite sarà la tua creatività e originalità. Puoi usare i social per promuovere nuove uscite, per organizzare pre-ordini, per avvisare i tuoi follower dei tuoi prossimi concerti e, non irrilevante, per vendere la tua musica. 

Magari non sarà semplice e immediato come vendere magliette online, ma i social media possono rappresentare uno strumento essenziale nella vendita di musica online. 

Come vendere musica online: mini guida per il successo

Certo, imparare come vendere musica online sembra un bel piano, ma se sei alle prime armi potresti non avere idea di dove iniziare. 

Ecco perché ho pensato di creare una “mini guida per il successo”, all’interno della quale troverai i 5 passaggi principali per poter vendere musica online con successo. 

come vendere musica online

1. Prepara la tua strategia

Come vendere musica online? Prima di tutto, assicurati di avere una strategia vincente! Non puoi certo aspettarti che basti pubblicare la tua musica e renderla disponibile per il grande pubblico (che poi, quale pubblico?) per poter avere successo.

Oltretutto, ma forse già lo sai, non basta essere dei buoni, ma neanche ottimi, musicisti per riuscire a vendere musica. Sai quanti artisti esistono che farebbero invidia ai cantanti che dominano le classifiche globali, e che ciononostante non riescono ad avere successo? 

Capire come differenziarti, come promuovere la tua musica e che tipo di immagine creare per il tuo personaggio è fondamentale. Dopodiché, dovrai iniziare a pensare a come generare una base di fan e a come iniziare a guadagnare dalla tua musica.

Una volta che la tua strategia sarà delineata, potrai iniziare a fare sul serio. 

2. Coinvolgi i tuoi fan 

Quello che spesso molti musicisti tendono a dimenticare è che non sarebbero dove sono senza i loro fan. Motivo per cui, dovresti coinvolgere i tuoi fan in ogni parte del processo creativo che circonda la tua musica. 

Non ricordarti di loro solo quando si tratta di vendere musica online, rendili partecipi ogni volta che ti viene un’idea per una nuova canzone, quando registri una demo, o anche quando non trovi le parole! 

Dimostrati aperto, onesto e sincero, e fai capire loro quanto siano importanti per te. Oltretutto, tenendo i tuoi fan aggiornati sui tuoi progressi e sulle ultime novità, saranno molto più propensi a spendere qualche euro in più quando dovrai vendere il tuo ultimo album.

3. Organizza un pre-ordine 

L’attesa aumenta il desiderio, e a un maggiore desiderio dei tuoi fan corrisponderà un maggior guadagno per la tua attività. E quale modo migliore per aumentare il loro desiderio se non con un pre-ordine? 

I pre-ordini sono un ottimo strumento di marketing per annunciare le tue nuove uscite, che si tratti di album interi o del tuo nuovo singolo. In pratica, si tratta di rendere il tuo album/disco/singolo disponibile online prima della sua uscita “ufficiale” sui negozi online e fisici. 

Un consiglio? Fai partire il tuo pre-ordine il prima possibile (almeno 4 settimane prima è il tempo ideale) in modo da dare più tempo ai tuoi fan di pre-ordinare e di condividere la novità con i loro amici - e aumentare così ulteriormente il numero di pre-ordini.

4. Pubblica la tua musica

La preparazione è tutto, ma a un certo punto arriva il momento di passare all’azione. Pensa a come desideri pubblicare la tua musica. Preferisci pubblicare uno o due singoli prima dell’album intero, o pensi che i tuoi fan preferirebbero poter ascoltare subito tutte le tue nuove canzoni? 

Non c’è una strada giusta e una sbagliata, l’importante è che una volta scelta la tua strategia tu sia in grado di rispettarla. 

Consiglio extra: assicurati di avere abbastanza tempo per organizzare tutto il materiale promozionale necessario prima dell’uscita! 

5. Fai un respiro e continua a promuovere il tuo album 

Bene, dopo tutta questa fatica, una volta che la tua musica sarà disponibile per i tuoi fan, potrai concederti una più che meritata pausa. Non troppo lunga, però! (Ehi, nessuno ha mai detto che sarebbe stato facile!) 

È vero, i tuoi fan avranno già scoperto (e magari acquistato) il tuo nuovo album, ma non basta! Se vuoi imparare come vendere la musica online con successo, devi anche sperimentare tecniche e strategie promozionali di follow-up per continuare a promuovere la tua musica. 

Newsletter, post sui social media, merchandising, copie fisiche e chi più ne ha più ne metta. Le strategie di marketing a tua disposizione per vendere e guadagnare con la musica sono tantissime. Ma quali sono le migliori? 

Come promuovere la tua musica online

A questo punto dovresti aver capito che per vendere musica online la promozione è essenziale. Ma come riuscire a navigare tra la miriade di strategie di marketing disponibili? 

Certo, se dovessi disporre di un budget elevato, potresti assumere un agente che si occupi di marketing e PR e di tutto quello che riguarda la promozione della tua musica. 

Se invece non hai (o non vuoi) sperperare i tuoi amati risparmi, e preferisci delle tecniche più low-cost ma estremamente efficienti, qui troverai proprio quello che fa al caso tuo.

promuovi la tua musica  

Aumenta il coinvolgimento con l’email marketing

La creazione di una lista di email è una strategia spesso sottovalutata dai musicisti, eppure ha dell’incredibile potenziale. Anzi, direi proprio che è un elemento fondamentale per chi vuole vendere musica online con successo! 

Grazie a una lista email avrai il vantaggio di possedere un database di utenti interessati alla tua musica, che potrai contattare direttamente in ogni momento (sempre facendo attenzione a non esagerare, non vorrai certo finire nello Spam!). 

Potrai offrire loro offerte speciali, avvisarli delle ultime uscite e - perché no - dare loro la possibilità di comprare direttamente il tuo nuovo album grazie a una comoda call to action. 

Fatti vedere sui social media

Specchio, specchio delle mie brame, chi è il più social del reame? 

I social media sono uno strumento meraviglioso: non solo ti permettono di farti conoscere dai tuoi fan, ti offrono anche la possibilità di comunicare con loro in maniera più diretta e di tenerli aggiornati sulla tua musica e sui tuoi nuovi progetti proprio nel luogo dove passano la maggior parte del loro tempo. 

Oltre a utilizzarli per interagire con i tuoi fan, puoi anche sfruttare i social media per creare delle campagne promozionali con Facebook Ads per far scoprire la tua musica a nuovi utenti e allargare la tua base di fan! 

E ricorda che non solo un maggior numero di fan equivale a un maggiore interesse e a una maggiore possibilità di vendere musica online, diventare virale sui social può scatenare un’incredibile popolarità per i tuoi ultimi pezzi. 

Un esempio? Guarda cos’è successo alla cantante norvegese Aurora: un suo brano del 2015, Runway, è diventato incredibilmente popolare grazie all’utilizzo del filtro Runway Aurora

In pratica, con questo filtro si creano dei video con effetti di controluce estremi, i soggetti vengono infatti trasformati in ombre che risaltano su cieli stellati e tramonti scenografici, il tutto scandito dalle note della canzone di Aurora. 

Ed ecco che un trend che spopola su TikTok (e sulle Storie di Instagram) fa diventare virale - anzi, viralissima - una canzone di 6 anni prima! 

filtro runway aurora

Filtro Runway Aurora. Fonte: Google Play

Offri sconti per la tua discografia completa

No, non è necessario avere un nuovo album per poter offrire ai tuoi fan offerte particolari, anzi. 

I tuoi fan più recenti (che magari ti hanno scoperto grazie a una campagna promozionale su Instagram o a un efficace filtro TikTok) potrebbero essere interessati ad acquistare la tua discografia completa, ma essere bloccati dal costo. 

Allora perché non offrire loro la possibilità di acquistare la tua discografia completa a un prezzo speciale? 

Promuovi offerte a tempo limitato 

Le offerte a tempo limitato sono una delle strategie di vendita più efficaci. Persino io, che tendenzialmente sono sempre attenta a non cascare in “trappole” di questo tipo, molto spesso mi faccio convincere da quei minuti che scorrono e mi danno l’idea di star perdendo un’ottima occasione! 

Immagina di offrire ai tuoi fan la possibilità di acquistare il tuo ultimo album, o i biglietti per il tuo prossimo concerto, a un prezzo speciale ma solo per 24 ore! Scatenerai in loro immediatamente il desiderio di volersi accaparrare la tua musica (di cui sono già innamorati) a un prezzo vantaggioso. 

E se li informassi che l’offerta è disponibile fino a esaurimento scorte...vorranno anche approfittarne prima degli altri! 

Organizza abbonamenti per i fan più sfegatati 

Se c’è una cosa a cui le persone fanno veramente, ma veramente, caso è l’attenzione che gli viene riservata da brand, business e - proprio così - artisti. 

Nessuno avrebbe voglia di supportare (anche economicamente) un artista che lo vede solo come un numero o come euro che entrano nel suo portafoglio. I tuoi fan vogliono sentirsi speciali. E a ben vedere, visto che è principalmente grazie a loro che fai quello che fai. 

Fai quindi in modo che i tuoi ascoltatori più fedeli possano accedere ad abbonamenti, a offerte riservate loro, o a una newsletter personalizzata. 

Assicurati che sappiano sempre di essere importanti per te, e cerca sempre di coccolarli nel migliore dei modi.

I 3 errori più frequenti di chi vende musica online

errori da evitare per vendere musica online

Eh già, vendere musica online è un vero e proprio business, e come tale comporta sfide e difficoltà da superare. Motivo per cui commettere degli errori è più comune di quanto credi. 

Ecco gli errori più frequenti commessi da chi inizia a vendere musica online.   

  • Sottovalutare la grafica dell’album: la copertina del tuo album è la prima cosa che vedranno i tuoi ascoltatori prima di cliccare su Play, quindi una grafica d’effetto aumenterà non solo la probabilità di vendere copie, ma anche quella che chi ascolta il tuo album si ricordi di te. 
  • Pensare che le piattaforme di distribuzione facciano anche promozione: le piattaforme di distribuzione sono ottime per rendere i tuoi brani disponibili al grande pubblico, ma non pensare che si occupino della promozione al posto tuo. Dovrai essere tu a utilizzare le strategie di cui abbiamo parlato in questo articolo per portare la tua musica in giro, fisicamente e virtualmente.  
  • Non offrire la possibilità di acquistare un album fisico: è vero, vendere musica online è un trend che non accenna a volersi fermare, ma questo non significa che il mondo fisico sia defunto. Ci saranno sempre nostalgici, appassionati (o intenditori, che dir si voglia) che preferiranno ascoltare la tua musica su vinili, CD o altri formati fisici. 

3 domande frequenti su come vendere musica online

Siamo quasi alla fine di questa guida su come vendere musica online, e potresti avere più di una domanda. Ti farà piacere sapere che i dubbi assillano tutti i musicisti-imprenditori, e non sei solo tu ad avere insicurezze. 

Ecco perché ho voluto offrire qui una risposta alle 3 domande più frequenti su come vendere musica online. 

Come vendere la propria musica su Spotify?

Per vendere la tua musica su Spotify è necessario prima prendere accordi con un'etichetta discografica o con un canale di distribuzione che farà da tramite tra te e Spotify e si occuperà di gestire le tue royalties.

Spotify suggerisce un elenco di distributori consigliati, la maggior parte dei quali richiede una tariffa fissa o delle commissioni, e all’interno della sezione di Shopify riservata agli artisti troverai tutte le informazioni necessarie per la gestione della tua musica e del tuo profilo artista. 

Devo aprire una Partita IVA per vendere musica online? 

Se l’attività del musicista è abituale e genera un reddito, è necessario aprire una Partita IVA. 

Non temere, l’apertura di una Partita IVA non è così difficile come potrebbe sembrare, anche se dal tuo microfono ti senti molto, troppo, lontano da tutto ciò che riguarda finanza, leggi e codici Ateco. 

aprire una partita iva

Ad ogni modo, la posizione fiscale e previdenziale dei musicisti è particolare e prevede particolari applicazioni dell’Iva. Per questo motivo, ti consigliamo di rivolgerti a un professionista per ottenere informazioni più dettagliate circa la tua situazione individuale. 

Come tutelare un brano inedito? 

Se crei un brano musicale inedito, è necessario registrarlo per proteggere i diritti d’autore sulla tua proprietà e sul suo eventuale sfruttamento economico.  

Ci sono diversi modi per far sì che la tua musica sia effettivamente riconducibile a te, come ad esempio: 

  • Inviare a te stesso una raccomandata in modo da certificare una “data certa” del tuo cd o brano musicale.
  • Portare lo spartito e il brano da un notaio, che registrerà il brano e ti tutelerà da eventuali plagi (chiaramente, a un costo più elevato).
  • Iscriverti alla SIAE, ovvero la società che gestisce lo sfruttamento patrimoniale delle opere. 
  • Usare associazioni no-profit che si occupano di registrare il copyright delle tue opere. 

Conclusione 

Avrai ormai capito che i modi per guadagnare con la vendita di musica online sono diversi, è il modo migliore per assicurarti delle entrate costanti è quello di organizzare diversi flussi di cassa. Possibilmente, cerca di fare in modo che questi flussi siano facilmente gestibili, così che tu possa concentrarti su quello che ti sta davvero a cuore, ovvero fare musica. 

Ti potrebbero interessare anche: 

Correlato