Skip to content
vendere scarpe online

Vendere scarpe online: guida pratica per il 2021

Articolo di Ludovica Marino

Ebbene sì, sono lontani i giorni in cui per comprare delle scarpe era necessario provarle, andare in giro per il negozio e assicurarsi che calzassero alla perfezione. In un mondo sempre più veloce anche l’acquisto delle calzature diventa digital, e vendere scarpe online è un’idea di business dall’altissimo potenziale. 

Certo, se come me a volte soffri un po’ di nostalgia avrai immaginato il tuo negozio fisico in una bella stradina, con specchi e luci un po’ vintage, e decine di scarpe allineate pronte per essere vendute. Però poi vai a pagare affitto, spese varie, bollette, stipendi….insomma, è una vera e propria impresa!

E anche se io stessa sono una fortissima promotrice del fatto che non esistano imprese impossibili, non sono molti i giovani imprenditori che hanno decine di migliaia di euro da investire a inizio attività. 

Ecco perché vendere scarpe online potrebbe essere la soluzione perfetta. Non solo evita una marea (ma davvero) di spese e preoccupazioni che potrebbero essere superflue, ma comporta anche molti altri vantaggi. 

Proprio per analizzare meglio questi aspetti, ho deciso di mettere insieme questa guida su come vendere scarpe online. Qui scoprirai perché vendere scarpe online, quali sono i migliori canali di vendita, quali gli errori da evitare a tutti i costi e molto altro ancora. 

Che aspetti allora? Continua subito a leggere! 

Vendi scarpe con Shopify e avvia un business di successo

Inizia la prova di 14 giorni.

Prova Shopify

Perché vendere scarpe online

I motivi che possono portare alle decisione di vendere scarpe online sono diversi. Magari hai da sempre la passione per l’artigianato, magari tuo nonno era un artigiano che creava scarpe e vuoi portare avanti la tradizione di famiglia in modo più digital e smart. 

O magari hai trovato una lacuna nel mercato e sei pronto a colmarla, un po’ come hanno fatto i ragazzi di Velasca, di cui parleremo più avanti. 

E perché no, magari hai individuato un’ottima idea di business, e sei pronto a sfruttarla in tutto il suo potenziale. 

Quali che siano le motivazioni che ti hanno portato a questa decisione, complimenti! Vendere scarpe online è davvero un’attività dall’incredibile potenziale, in un mercato già enorme e sempre più in espansione. 

D’altronde, basta fare un rapido giro sui siti che vendono scarpe online per rendersi conto dell'incredibile richiesta. 

Ma quali sono altri (buoni) motivi per vendere scarpe online? 

  1. Vendere scarpe online ha una barriera d’ingresso decisamente meno impegnativa rispetto a vendere scarpe in un negozio fisico.
  2. Il tuo ecommerce di scarpe sarà sempre disponibile e potrai raggiungere i tuoi clienti ovunque essi siano.
  3. Vendere scarpe online su un sito web tutto tuo ti permetterà di monitorare il comportamento di clienti e visitatori, e modificare la tua strategia in tempo reale per migliorare passo dopo passo la loro esperienza d’acquisto. 
  4. Il settore del commercio online è in costante e inarrestabile crescita. Secondo il Report di SendCloud del 2020, oltre la metà (54%) dei consumatori ha incrementato le proprie abitudini di shopping online dall’inizio della pandemia. 

perché vendere scarpe online

Inoltre, se tutto ciò che riguarda la moda, le ultime tendenze in fatto di scarpe e il marketing ti appassiona, perché non trasformare la tua passione in un business profittevole iniziando a vendere scarpe online?  

La prima cosa che devi chiederti è: vuoi vendere scarpe nuove o usate?

Scarpe nuove o usate? 

Non c’è una risposta giusta e una sbagliata a questa domanda. Tutto dipende dalle tue risorse, dai tuoi interessi e dai tuoi obiettivi. 

Se ad esempio hai accumulato tantissime paia di scarpe e hai a un tratto realizzato di non sfruttarle come meritano, o se sei invincibile nello scovare occasioni nei mercatini vintage, allora vendere scarpe usate online potrebbe essere la risposta a tutti i tuoi problemi e, dettaglio non irrilevante, ti permetterà di guadagnare online

Se invece vorresti creare un business più strutturato, trovare fornitori o acquistare scarpe “rare” da rivendere online, allora quella di vendere scarpe nuove online è la strada che fa al caso tuo. 

Attenzione: acquistare scarpe particolarmente richieste da rivendere online non è un semplice passatempo, ma un’industria che grazie a siti come StockX sta diventando sempre più grossa. Il mercato della rivendita di scarpe è valutato a 1 miliardo di dollari (ma le previsioni dicono che potrebbe arrivare a 6 miliardi di dollari entro il 2025), e nonostante solo il 4% delle scarpe appena uscite venga acquistato per essere rivenduto, si tratta di un mercato pieno di imprenditori che operano su diversi canali. Non si tratta di acquistare scarpe normalmente reperibili e rivenderle sul tuo sito, piuttosto di riuscire ad accaparrarti edizioni limitate e nuove uscite estremamente richieste o non disponibili in alcune parti del mondo per rivenderle con un profitto elevato. 

A prescindere dalla tua scelta, il prossimo passo è capire come vendere scarpe online. 

Come vendere scarpe online

come vendere scarpe online

Come, e soprattutto, dove vendere scarpe online? Le tipologie di scarpe che puoi vendere online sono tantissime, dalle scarpe artigianali in pelle o in cuoio alle cliccatissime sneaker alle più recenti tecnologie per corsa e velocità. 

Chiaramente dovrai modificare il tuo messaggio e il tipo di comunicazione con cui presenterai i tuoi prodotti in base al tipo di scarpa e alla clientela a cui ti rivolgerai. Ad ogni modo, ecco a grandi linee come vendere scarpe online:

  1. Crea un business plan: per vendere scarpe online, ma in realtà qualunque tipo di prodotto, è essenziale essere preparati. Un business plan ti aiuterà a delineare gli aspetti principali del tuo business, come il budget e il tuo piano d’azione.
  2. Registra un dominio: immagina il tuo dominio come la tua proprietà sul web, un po’ come se acquistassi un negozio fisico nel mondo reale. È il posto dove i clienti verranno a trovarti, quindi dedica ad esso l’attenzione che merita.
  3. Scegli la piattaforma dove vendere i tuoi prodotti: un sito web ti permetterà la maggiore indipendenza e creatività, ma ci sono altre alternative disponibili, se hai intenzione di partire con i piedi di piombo (o se vuoi esplorare diversi canali di vendita contemporaneamente).
  4. Assicurati di rispettare i requisiti legali: come per qualunque altra vendita online, avrai bisogno di aprire una Partita IVA e di regolarizzarti presto il Registro delle Imprese. Sul nostro blog puoi trovare ulteriori informazioni su come aprire una Partita IVA.
  5. Trova i migliori fornitori: per vendere scarpe online con successo, quello che conta di più è la qualità dei tuoi prodotti. Ti scontrerai con un mercato esigente, quindi assicurati che le scarpe che venderai ai tuoi clienti siano della più alta qualità e in linea con le loro aspettative.
  6. Occupati del marketing, online e offline: ci sono tantissimi aspetti che faranno parte del marketing del tuo store, dall’assistenza clienti al packaging dei prodotti alla promozione sui canali social. Assicurati di dedicare a ogni aspetto del marketing la tua più totale concentrazione. 

Per quanto riguarda invece la piattaforma sulla quale vendere scarpe online, come abbiamo detto poco fa ci sono diverse alternative che possono adattarsi a qualunque prodotto. Vediamole insieme. 

Crea un sito su Shopify 

La prima alternativa (e quella che ti permetterà una maggiore personalizzazione) per vendere scarpe online è quella di creare un sito su Shopify

Perché dovresti aprire un negozio online con Shopify? Beh, visto che stiamo parlando di vendere scarpe online risponderò a questa domanda con le parole di Enrico Casati, cofondatore di Velasca

“Quello che secondo me è super-vincente di Shopify è il pensare che l'ecommerce non lo fanno solo Yoox e Zalando, ma lo può fare chiunque.”

Ed è esattamente questo il punto. Shopify ti permette di fare ecommerce, senza alcuna conoscenza IT o di programmazione, e di metterti sullo stesso livello dei giganti del mercato senza la paura di esserne schiacciato. Non devi per forza cedere il 20% delle tue entrate a un marketplace per poter avere successo, puoi scegliere di essere indipendente e di gestire ogni aspetto del brand e dell’immagine del tuo prodotto, tutto in pochi semplici clic. 

Se creare e gestire un sito tutto tuo ti sembra un’impresa titanica, sul nostro blog troverai diverse guide su come aprire un sito con Shopify.

come aprire un sito ecommerce per vendere scarpe online

In sintesi, comunque, si tratta di seguire questi punti:

  1. Registrarti a Shopify approfittando della prova gratuita di 14 giorni. 
  2. Scegliere un nome per il tuo store e acquistare un dominio disponibile.
  3. Strutturare graficamente il tuo sito modificando template, immagini, copy, etc.
  4. Trovare le scarpe da vendere e inserire il tuo catalogo prodotti nel tuo store.
  5. Ottimizzare il sito in ottica SEO.
  6. Implementare delle strategie di marketing e portare traffico al sito.

Certo, creare un sito ecommerce non è semplice e dovrai prendere in considerazione diversi aspetti più o meno impegnativi, ma se pensi a tutti i vantaggi e alle soddisfazioni che potrebbe portarti, tutta la fatica e gli sforzi saranno ampiamente ripagati. 

Vendi scarpe con Shopify e avvia un business di successo

Inizia la prova di 14 giorni.

Prova Shopify

Vendi le tue scarpe su Facebook

Se stai cercando dove vendere scarpe usate online, Facebook è la piattaforma che potrebbe fare al caso tuo. Usate ma non solo, però. 

Infatti, Facebook offre due tipologie di canali per vendere scarpe online:

  1. Marketplace di Facebook
  2. Facebook Shop 

Se l’idea di metterti a creare un sito tutto tuo ti sembra troppo impegnativa, se vuoi semplicemente tastare il terreno e cercare di capire se vendere scarpe online possa essere la strada giusta per te, o se semplicemente sei interessato a vendere scarpe online perché hai qualche paio di cui “liberarti” in modo profittevole, allora il Marketplace di Facebook potrebbe essere il posto perfetto dove muovere i primi passi. 

Come funziona il Marketplace di Facebook?

  1. Entra sul Marketplace da mobile o da desktop
  2. Clicca su “Crea nuovo annuncio”
  3. Scegli il tipo di annuncio, in questo caso “Articolo in vendita”
  4. Personalizza la tua inserzione con titolo, foto, prezzo e altri dettagli
  5. Scegli se nascondere o mostrare l’annuncio anche ai tuoi amici di Facebook
  6. Pubblica il tuo annuncio

Se invece vuoi vendere scarpe online su Facebook in modo più strutturato, Facebook Shop farà al caso tuo. 

Per vendere scarpe online su Facebook Shop ti basterà creare un tuo catalogo prodotti, seguire i passaggi guidati all’interno del Gestore delle vendite, creare le tue raccolte e personalizzare il tuo Shop per dare un’immagine unica al tuo brand. 

vendere scarpe online su facebook

Come vendere scarpe su Instagram

Vendere scarpe online su Instagram è un’idea di business sempre più gettonata, sicuramente grazie all’immediatezza e alla facilità di comunicazione che offre la piattaforma. 

Unica nota: anche se preferisci vendere su Instagram rispetto a vendere su Facebook, per poter configurare Instagram Shopping dovrai comunque creare un tuo Facebook Shop. Poi potrai tranquillamente ignorarlo, ma a quel punto potrebbe valere la pena sfruttare entrambe le piattaforme. Ad ogni modo, la scelta è tua! 

Una volta configurato il tuo Facebook Shop con Instagram Shopping, potrai promuovere le scarpe che desideri vendere direttamente all’interno dei tuoi post, nelle Storie di Instagram e all’interno della sezione Esplora. 

E non dimenticare che potrai anche sperimentare nuovi modi di presentare i tuoi prodotti sfruttando le ultime tendenze dei Reel e di IGTV. 

Uno dei vantaggi principali di vendere scarpe online su Instagram è che i tuoi follower potranno acquistare i tuoi prodotti senza mai abbandonare la piattaforma. 

instagram shopping

Immagina di essere un cliente che vuole acquistare un paio di scarpe. Le vedi in un post, o in un Reel sponsorizzato, e hai deciso di completare l’acquisto. Ora immagina di dover leggere la descrizione di quel post e trovare scritto “Link in Bio!”. Devi uscire dal post, cliccare sull’immagine profilo, trovare il link in bio e abbandonare Instagram per completare l’acquisto sul browser. Nel frattempo, potresti tranquillamente cambiare idea, o pensare “lo farò dopo” e dimenticartene. 

Se invece avessi la possibilità di acquistare quel meraviglioso paio di scarpe direttamente all’interno del post che ha catturato la tua attenzione, con un semplice clic, le cose sarebbero decisamente diverse. 

Ecco cosa offre Instagram Shopping: la possibilità di incrementare notevolmente il tuo tasso di conversione, e di “catturare” i clienti direttamente dal tuo profilo Instagram. 

Ma come vendere scarpe online su Instagram?

  1. Dalle impostazioni del tuo profilo Instagram, clicca su “Passa a un account professionale”.
  2. Collega il tuo profilo professionale Instagram alla tua pagina Facebook.
  3. Collega il tuo store Shopify alla tua pagina Facebook per importare il tuo catalogo direttamente dal tuo ecommerce.
  4. Se non hai uno store Shopify, crea un catalogo dei tuoi prodotti su Facebook Shop e importa il catalogo su Instagram.
  5. Attendi che il team di Instagram analizzi e approvi il tuo profilo (in genere sono necessari pochi giorni).
  6. Una volta che il tuo profilo sarà approvato, inizia a taggare le tue scarpe all’interno dei tuoi post e a sfruttare le strategie di digital marketing per attirare sempre più persone sul tuo profilo. 

Puoi vendere le tue scarpe anche su TikTok 

Ebbene no, anche se si tratta dei due social media più grossi, Facebook e Instagram non sono affatto le uniche piattaforme social che ti offrono la possibilità di vendere scarpe online. 

Un altro canale, forse un po’ più anticonvenzionale ma che è da un po’ sotto gli occhi di tutti, è TikTok.

tiktok

Non solo si tratta di un social media estremamente addictive che è sempre più al centro dell’attenzione di brand di tutte le dimensioni. Da febbraio 2021, i creatori di contenuti di TikTok avranno la possibilità di vendere scarpe online sulla piattaforma grazie alla partnership con Shopify e all’introduzione degli shoppable ads.

Di cosa si tratta? In pratica, sono delle campagne che i TikToker possono lanciare sui loro profili con dei link che indirizzano direttamente alla pagina dove i loro follower possono acquistare i prodotti. 

Certamente la decisione di vendere su TikTok dovrà seguire un’analisi del tuo mercato di riferimento, ma se il tuo target dovessero essere i giovani e soprattutto la Generazione Z, ti potrebbe interessare sapere che, degli oltre 800 milioni di utenti di TikTok, oltre il 41% appartiene alla famigerata GenZ.

Vuoi saperne di più? Dai un’occhiata alle più recenti statistiche su TikTok e scopri se vendere scarpe online su questo canale potrebbe essere la mossa vincente per il tuo business.

vendere scarpe online

Su quali siti puoi vendere le tue scarpe?

Potresti decidere di voler testare il terreno e iniziare a vendere scarpe online su un marketplace esterno, o magari parte del tuo business plan è mettere le tue scarpe in vendita su quanti più canali possibili. 

Ad ogni modo, ci sono diversi siti per vendere scarpe online. Eccone alcuni: 

  1. Amazon: il gigante dell’ecommerce offre uno dei modi più semplici di vendere scarpe online, e puoi vendere su Amazon approfittando del suo sistema di logistica per evitare eventuali problemi con le spedizioni.
  2. Kixify: un sito gratuito che ti permette di vendere scarpe online. Tutto quello che devi fare è creare una tua vetrina, e puoi configurare il tuo negozio gratuitamente. Dopo la vendita di un prodotto, dovrai pagare una commissione dell’8%. 
  3. StockX: questo sito permette ai propri utenti di vendere (e acquistare) “i prodotti più desiderati al mondo nel modo migliore possibile”. Ogni acquisto è verificato, il che significa che quando qualcuno comprerà un paio delle tue scarpe tu dovrai spedirle a StockX che si occuperà della verifica dell’autenticità e le spedirà al cliente finale, e tu riceverai il tuo guadagno. Inoltre, potrai scegliere se impostare un prezzo unico per il tuo prodotto o permettere agli utenti di accaparrarselo tramite un’asta. 
  4. Flyp: ti permette di alleggerire il lavoro effettivo della vendita mettendoti direttamente in contatto con un venditore Pro che farà il lavoro al posto tuo, in cambio di una commissione.
  5. Etsy: è un marketplace all'interno del quale puoi disegnare e vendere le tue scarpe online. Il sito è specializzato in prodotti artigianali o vintage, ed è perfetto se il tuo target di riferimento sono persone interessate a prodotti unici e non ai brand più popolari. 
  6. Vinted: se vuoi vendere scarpe usate online, potresti pensare di presentare i tuoi prodotti su quella che si presenta come la community globale per la moda di seconda mano.
vendere scarpe online su stockx
Un paio di scarpe in vendita su StockX.

Vendere scarpe online: come fare marketing?

Vero, quello dell’ecommerce è uno dei settori che stanno vivendo una crescita vertiginosa a livello globale. Solo il 2020 ha visto un aumento del fatturato annuo del commercio elettronico pari al 6,7%.

Ma questo non vuol dire che vendere scarpe online sia facile. Anzi, a una maggiore domanda corrisponde una maggiore offerta, e l’aumento dei competitor va di pari passo con l’aumento delle opportunità. 

Ecco perché, se vuoi avere successo nel mondo dell’ecommerce e vendere scarpe online seriamente, devi prestare estrema attenzione alle strategie di marketing che sceglierai di implementare. 

Vediamo alcune delle strategie di marketing migliori per vendere scarpe online con successo.

vendere scarpe online

Social, social delle mie brame 

I social media possono essere il tuo peggiore incubo o i tuoi migliori amici. Inutile specificare quale sia l’opzione più vantaggiosa. Ma come fare a sfruttare i social in modo efficace per vendere scarpe online? 

La cosa che devi sempre tenere a mente quando si parla di social è che devi farti vedere dai tuoi clienti. Se il tuo target di riferimento è su TikTok, allora è lì che devi essere. Se sono amanti di Pinterest, devi instaurare lì la tua presenza.

Un altro dettaglio fondamentale della tua strategia di social marketing dovrebbe essere quella di essere sempre all’erta per scovare tutte, ma proprio tutte, le ultime tendenze. 

C’è una canzone che sta spopolando su TikTok, o un nuovo balletto che tutti stanno facendo? Perché non farlo fare anche alle tue scarpe? Trova modi innovativi e originali per ottenere visualizzazioni e per aumentare il livello di interazione sui tuoi contenuti, in modo da far scoprire i tuoi canali social a un numero di persone sempre più elevato. 

E se vendi scarpe artigianali, perché non sfruttare IGTV e magari creare una serie in cui fai vedere tutta l’arte e la maestria che si cela dietro il prodotto finito? Non tutte le persone sanno quanto ci vuole per realizzare una scarpa artigianale, e far vedere loro le laboriose mani degli artigiani che creano le loro calzature potrebbe non solo avvicinare i tuoi follower al tuo brand, ma li aiuterebbe anche a “digerire” più facilmente il prezzo chiaramente più elevato rispetto ad altri tipi di scarpe. 

Insomma, quando si parla di social l’unico limite è davvero la tua creatività, quindi questo è davvero il momento di mettercela tutta! 

Consiglio: assolutamente vietati i post monotoni e tutti uguali, con hashtag che non hanno nulla o poco a che vedere con il tuo ecommerce. Ricorda che l’algoritmo di Instagram è in continuo aggiornamento e sempre più smart, ed è fondamentale offrire ai tuoi follower contenuti di qualità per evitare di perdere visibilità. 

La potenza del video marketing

Il video è davvero il mezzo di comunicazione del futuro. Anzi, ormai possiamo ben dire del presente. Non è certo un trend che accenna a volersi arrestare, e le statistiche sul video marketing ne sono una precisa conferma. 

statistiche video marketing traffico

Ma come utilizzare i video per promuovere il tuo ecommerce? 

Poco fa ho parlato di quanto possa essere importante sfruttare i social per avvicinare i tuoi follower al tuo brand...beh, i video non sono solo un contorno di questa strategia, ne sono un ingrediente essenziale.

Dov’è che avviene la magia? Com’è fatto il tuo magazzino, dove e come prepari i pacchi da spedire ai tuoi clienti, dove lavori per portare loro i contenuti e i prodotti di qualità che tanto amano? 

citazione brand identity

I video possono aiutarti a raccontare ai tuoi clienti tutto questo, a farti conoscere meglio, a conoscere la persona che si cela dietro il brand e - dulcis in fundo - tutti questi aspetti non fanno che aumentare la fidelizzazione dei clienti. 

Consiglio: ricorda che i clienti non devono amare solo le tue scarpe (quelle potrebbero comprarle anche da qualcun altro). Devono amare prima di tutto te e il tuo business. 

Sfrutta scarcity e FOMO 

Per molte persone le scarpe che indossano non sono un semplice accessorio ma una vera e propria dichiarazione di chi sono e del loro stile. 

Proprio per questo motivo, se sono davvero interessate a un paio di scarpe non vorranno certo lasciarsele sfuggire. Ma come far capire loro che acquistare le tue scarpe è un’occasione da non perdere? 

Sfruttando scarcity e FOMO.

La scarcity (letteralmente scarsità) si basa sulla teoria che le persone sono più spinte ad acquistare qualcosa che sta per finire e che potrebbero potenzialmente non riuscire più ad avere. 

L’obiettivo è quindi quello di instaurare nei tuoi clienti un senso di urgenza, per spingerli ad effettuare l’acquisto nel minor tempo possibile. Hai presente quando entri in un negozio e tutto intorno a te ci sono scritte del tipo “Solo per oggi”, oppure “Offerta limitata”? Magari c’è anche un bel conto alla rovescia. Ecco, quelle sono tutte tattiche che si basano sulla scarcity. 

Parte di questa strategia è basata sulla FOMO, ovvero Fear Of Missing Out, letteralmente paura di perdere qualcosa. Questa “paura” è la forza motrice che spinge le persone ad acquistare il prodotto in questione. 

La maggior parte delle aste di scarpe, ad esempio, si basa proprio su questi principi. Riuscire ad acquistare quel paio di scarpe al prezzo migliore, la paura di non riuscire mai più a trovare un’offerta così tanto vantaggiosa o di non riuscire a trovare quel rarissimo paio di scarpe. Ed è così che nasce un mercato miliardario. 

Ma gli stessi concetti possono essere applicati tranquillamente al tuo ecommerce tradizionale, ad esempio promuovendo dei saldi che dureranno solo per il weekend, o solo per 24 ore. 

Consiglio: oltre a posizionare nel tuo sito banner e call to action, sfrutta l’email marketing per promuovere in anteprima un’eventuale offerta a tempo, in modo da creare ancora più anticipazione e tenere i tuoi clienti incollati allo schermo! 

Come vendere scarpe online: lasciati ispirare dagli store Shopify di successo

Sapere che altri giovani imprenditori sono già riusciti a vendere scarpe online con successo grazie alla loro creatività, ingegno e ai loro store Shopify ti dovrebbe far capire che puoi farcela anche tu, che è un obiettivo raggiungibile e che devi solo mettercela tutta. 

Spero quindi che leggere le storie di chi prima di te ha realizzato il proprio sogno possa aiutarti a trovare la giusta ispirazione per il tuo business. 

1. Velasca

velasca

Enrico Casati e Jacopo Sebastio sono due giovani ragazzi di Milano che, da una semplice scintilla, hanno messo in piedi un business di successo in rapida espansione: Velasca.

La loro idea iniziale era semplice, volevano offrire un prodotto di qualità, artigianale, a un prezzo competitivo. 

Hanno lanciato il loro primo sito web nel 2013, vendendo mocassini. Hanno sperimentato con Google Ads e altre strategie online e offline, e oltre a iniziare a vendere online e in un corner store a Milano sono riusciti a farsi conoscere dai primi investitori. 

Investivano il 30/40% del loro fatturato nel magazzino, e il resto in comunicazione, finché non sono riusciti ad aprire il loro primo temporary store. 

Ad oggi, Velasca è un business che ha negozi a Milano e a Roma ma che già guarda al resto d’Europa, con già 30 persone d’indotto, e i due fondatori sono convinti che la carta vincente del loro business sia il modello. Vero, i prodotti sono di qualità e questo è fondamentale, ma ancora più importante è come raccontano i loro prodotti, il modo in cui questi vengono realizzati. 

2. Manitobah 

manitobah

Manitobah è un’azienda fondata nel 1997 dall’imprenditore Sean McCormick con l’obiettivo di creare un brand che avesse un impatto positivo sulle comunità indigene. Ad oggi, è l’azienda leader di mercato produttrice di mukluk e mocassini, simbolo dell’eccellenza canadese e dell’imprenditoria indigena.  

Manitobah lavora con Shopify dal 2014, e sul loro sito non perdono occasione per sottolineare l’attenzione che prestano alla qualità, con foto il più grandi possibile che evidenziano la loro cura per i dettagli. 

3. Allbirds

allbirds

Allbirds è un brand allegro e dalla forte personalità. L’azienda neozelandese-americana vende scarpe e abbigliamento, ma il loro primo prodotto fu proprio una scarpa realizzata con lana Merino neozelandese, la Wool Runner. 

A marzo 2018 hanno iniziato a promuovere le loro calzature realizzate in fibra di eucalipto, e nel 2020 hanno lanciato la loro prima linea realizzata in materiali ecosostenibili. 

Vuoi vendere scarpe online? Attenzione a non commettere questi errori! 

Entrare nel mondo dell’imprenditoria e iniziare a vendere scarpe online vuol dire superare sfide e ostacoli, e inevitabilmente commettere degli errori

Nulla da temere, però. Anche gli errori fanno parte del processo, l’importante è capire cosa è andato storto in modo da non ripetersi, e sfruttare ogni errore come un’occasione per migliorare e arricchire il proprio business.

Proprio perché gli errori sono fedeli compagni di ogni percorso imprenditoriale, ho pensato di proportene tre tra quelli più comuni, in modo da poterli evitare. 

Questi sono gli errori più frequenti tra chi inizia a vendere scarpe online.

errori da evitare per vendere scarpe online

  1. Non gestire correttamente il proprio inventario: non ha senso investire tempo e risorse nella promozione del tuo store, se poi i tuoi clienti finiscono per acquistare prodotti non più disponibili. Assicurati di gestire il tuo inventario in modo efficiente e puntuale, aggiorna costantemente le quantità e le disponibilità di magazzino, e ricordati sempre di rifornire i prodotti che sono in esaurimento. 
  2. Più prodotti hai, più prodotti vendi: nulla di più sbagliato. Rileggi le storie di successo di cui ti ho parlato prima, ogni grande azienda è partita con una selezione di pochi e semplici prodotti. Inizia da una linea di scarpe con non troppe varianti, assicurati di riuscire a gestire i numeri e il magazzino, e pensa a espandere il numero di prodotti man mano che il tuo business sarà più solido e indipendente.
  3. Sottovalutare l’importanza dell’assistenza clienti: tra le mille (e una) cose che hai da pensare, può capitare di tralasciare l’assistenza clienti. Purtroppo, soprattutto quando si tratta di vendere scarpe online, è essenziale essere sempre pronti a rispondere alle domande dei tuoi clienti attuali e potenziali. Potrebbero avere domande importanti ai fini del completamento dell’acquisto, o richiedere assistenza post vendita. Puoi ridurre il numero di richieste assicurandoti di aggiungere tutte le informazioni necessarie nelle pagine prodotto o aggiungendo al tuo sito una pagina con le domande frequenti, ma ricordati sempre di rispondere ai tuoi clienti in modo tempestivo.

Vendere scarpe online: le 3 domande più frequenti 

1. Come scegliere il prezzo dei miei prodotti? 

Il prezzo delle scarpe che vendi dovrebbe prendere in considerazione tutti i costi che derivano dal trovare il prodotto, dalla promozione e da altre spese, più un margine di profitto. 

Mano a mano che il tuo business si fa più stabile, puoi aumentare i prezzi per aumentare il tuo margine di profitto. 

scegliere il prezzo per vendere scarpe

2. Dove posso trovare sneaker da rivendere? 

La maggior parte dei rivenditori di sneaker e scarpe da ginnastica (chi fa quello che viene definito “flipping shoes”) si rifornisce online, spesso in siti che aggregano scarpe “introvabili” o particolarmente rare. 

I rivenditori più grossi utilizzano dei software che permettono loro di assicurarsi quante più scarpe possibili prima che siano sold out sui siti più popolari. Chiaramente, questo tipo di software permette ai rivenditori di avere il vantaggio di essere più veloci di qualunque essere umano. 

Nel tuo caso, dipende dal tipo di business che hai intenzione di creare. Non è detto che tu non possa entrare nel business del “buy and flip” anche senza essere un big del mercato, ma sicuramente ci vorrà un po’ di tempo per ingranare. 

Se invece vuoi vendere scarpe in modo più tradizionale, potresti iniziare rivolgendoti ai negozi e agli artigiani locali, o trovare fornitori affidabili online. 

vendita di scarpe

3. Come creare un mio brand? 

La prima cosa da fare per creare un brand è ricercare attentamente il tuo prodotto, il tuo target e il mercato di riferimento, per strutturare la tua brand identity attorno ai risultati delle tue ricerche.

Nella prima fase, quella della ricerca, dovrai conoscere a menadito il tuo prodotto, chiederti chi siano i tuoi potenziali clienti e da chi è composto il tuo mercato di riferimento. Ad esempio, chi sono i tuoi competitor? Come puoi differenziarti da loro? 

Nella seconda fase potrai concentrarti più nello specifico sulla tua brand identity, sui valori che vuoi trasmettere ai tuoi clienti e su tutti gli aspetti tecnici che circondano il tuo brand: il nome, il logo, il tone of voice. 

Infine, non ti resterà che registrare il tuo marchio e metterti in regola con gli eventuali requisiti finanziari e legali del Paese in cui vivi. 

Consiglio: un ottimo modo per strutturare la tua brand identity e i tuoi messaggi è quello di creare delle buyer personas, ovvero dei clienti tipo ideali a cui rivolgere tutti i tuoi sforzi comunicativi. 

Vendere scarpe online: conclusione 

A questo punto dovresti aver capito che vendere scarpe online non è una passeggiata, ma è senz’altro un’impresa fattibile. 

citazione creare una startup

Il tempo, il denaro e l’impegno che metterai nel tuo business dipenderanno dai tuoi obiettivi e saranno determinanti per il successo della tua azienda. 

Spero di averti fornito tutto il necessario per iniziare, e ricorda che sul blog di Oberlo e di Shopify puoi trovare altre risorse utili per mettere in piedi il tuo negozio di scarpe online.

E direi che a me non resta che augurarti in bocca al lupo! 

Ti potrebbero interessare anche: 

Correlato