La prima volta che ho sentito parlare di Telegram non mi sono soffermata più di tanto su come funziona. Dopo un po’ di tempo, ho provato a scaricarlo e a fare il primo accesso, ed è stato amore a prima vista. 

Iniziamo col dire che è un’ottima alternativa a Whatsapp con diversi vantaggi rispetto all’app acquisita da Zuckerberg, di cui parleremo tra pochissimo. 

Ma se hai un business tutto tuo, se sei una persona appassionata al marketing o se ti viene l’ansia al solo pensiero di non essere aggiornato su tutte le novità tecnologiche, i 500 milioni di utenti di Telegram dovrebbero spingerti a scoprire tutto quello che c’è da sapere su questa app di messaggistica. 

A questo punto potresti chiederti: va bene, ma Telegram come funziona? E in questo articolo troverai proprio la risposta a questa domanda. 

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Inizia gratis

Che cos’è Telegram? 

Che cos’è Telegram? La risposta breve sarebbe: un’applicazione di messaggistica. Purtroppo questa risposta è tanto breve quanto riduttiva. Perché Telegram è molto di più! 

Oltre a essere una delle 10 app più scaricate in tutto il mondo, sembra proprio che la missione di Telegram sia quella di superare i limiti delle app di messaggistica tradizionali. E poi, diciamocelo, un’app che si presenta con delle simpatiche paperelle gialle non può che conquistare il cuore dei suoi utenti! 

telegram come funziona

Telegram è un’app focalizzata su velocità e sicurezza, ed è gratuita. Puoi inviare messaggi, foto e file di qualunque tipo, ma puoi anche creare gruppi (fino a un massimo di 200mila membri) o canali (con un pubblico illimitato) a cui inviare i tuoi messaggi.  

Non solo, per chattare con qualcuno non è necessario avere il suo numero di telefono, basta conoscere il suo username, o utilizzare la funzione “Persone vicine”, di cui parleremo fra un attimo. 

E forse proprio questa “non necessità” dei numeri di telefono è il particolare che fa sorgere la domanda più gettonata quando si parla di Telegram e come funziona, ovvero: ma Telegram è sicuro? 

Quanto è sicuro Telegram? 

Telegram è sostanzialmente più sicuro delle altre app di messaggistica. Il team di Telegram utilizza il protocollo MTProto e supporta due tipi di crittografia: 

  • Crittografia server-client: utilizzata nelle chat private e di gruppo.
  • Crittografia client-client: utilizzata nelle chat segrete. 

Inoltre, Telegram è un’applicazione “aperta”. Il che significa che chiunque può controllare il codice sorgente, il protocollo e le API utilizzate.  

E se questi dati non dovessero essere sufficienti a convincerti, o se per te parlare di protocolli e crittografia è come parlare di meccanica quantistica, considera che il team di Telegram è così certo della sicurezza della sua applicazione che ha lanciato un contest, il Crack Contest. Sfidano chiunque a decifrare i messaggi di Telegram, e chi dovesse riuscirci vincerebbe la modica cifra di 300mila dollari. 

telegram app di messaggistica

Iscriversi a Telegram: come si fa?

Ti sei convinto e vuoi dare una possibilità a Telegram e vedere come funziona? Perfetto, il primo passo è scaricare l’app.

Come scaricare Telegram

Un’altra buona notizia: Telegram è disponibile su qualunque dispositivo. Android, iPhone o iPad, PC, Linux o macOS. Ce n’è per tutti i gusti. Non solo, i tuoi messaggi saranno automaticamente sincronizzati su tutti i tuoi dispositivi. 

telegram come funziona sui dispositivi

Quindi, per poter scaricare Telegram ti basta accedere all’App Store del tuo dispositivo, digitare “Telegram” nella barra di ricerca, cliccare su Ottieni o Installa e aprire l’applicazione.

Come iscriversi a Telegram 

Configurare Telegram per la prima volta è davvero facile e intuitivo. Ti basterà inserire il tuo numero di telefono e la tua nazionalità e, una volta confermato il tuo numero con un codice di conferma che ti arriverà tramite sms, avrai immediatamente accesso a tutte le funzionalità di Telegram. 

A seconda del tipo di dispositivo da cui effettuerai l’accesso, l’aspetto dell’applicazione potrebbe variare leggermente. Ad esempio, su Android vedrai tutti i tuoi contatti in un menu laterale, mentre su iOS le schermate dell’app sono divise in un menu in basso. 

Ciononostante, ti renderai immediatamente conto che l’utilizzo dell’app è estremamente intuitivo. 

Imposta il tuo username Telegram 

Una volta completata la configurazione, potrai accedere alle Impostazioni dell’app e modificare il tuo profilo, impostando una foto o video profilo e scegliendo un username. 

Se sceglierai di impostare un username, le persone potranno utilizzarlo per trovarti e contattarti senza aver bisogno del tuo numero di telefono. Inoltre, Telegram creerà per te un link che potrai condividere con chi vorrai e che darà alle persone la possibilità di avviare una chat con te. 

Il link avrà questo aspetto: 

https://t.me/username

Come cercare e aggiungere persone su Telegram 

È chiaro che un’applicazione di messaggistica non ha ragione d’essere senza dei contatti, e Telegram non fa eccezione. Ma come cercare e aggiungere persone su Telegram? 

  1. Lista contatti: il primo metodo, che è quasi parte del processo di configurazione, è quello di condividere la tua lista di contatti con l’applicazione. In questo modo vedrai immediatamente l’elenco dei tuoi contatti che hanno Telegram, e per chattare con loro ti basterà cliccare sul loro nome o numero. 
  2. Username pubblico: un altro modo per contattare persone è quello di utilizzare il loro username. Se conosci l’username di Telegram di un tuo amico, non è necessario che tu abbia il suo numero in rubrica per poter chattare con lui. 
  3. Persone vicine: “Persone vicine” è una funzionalità opzionale di Telegram, che ti permette di scoprire i gruppi locali, trovare persone nella tua zona con cui chattare o scambiare contatti con persone che si trovano nelle tue vicinanze. 

persone vicine

Ok, ma Telegram come funziona?

Le funzionalità di Telegram sono tantissime, tanto che sul loro sito puoi trovare un’apposita sezione FAQ all’interno della quale troverai risposta a qualunque domanda, da come nascondere il tuo ultimo accesso a come l’app elabora le richieste di dati. 

Ma per capire Telegram e come funziona, basta conoscere le sue caratteristiche principali. 

Gruppi, supergruppi e canali: tutte le funzionalità 

E se una chat non è abbastanza? Ecco i Gruppi Telegram. Non solo gruppi, però. Telegram offre due tipologie di conversazioni di gruppo: 

  1. Gruppi: fino a 200mila persone 
  2. Canali: numero di persone illimitato 

Come creare un gruppo su Telegram

Cosa hanno di speciale i Gruppi Telegram? Originariamente Telegram aveva effettuato una distinzione tra gruppi e supergruppi, i primi con un massimo di 200 persone e i secondi di 5mila. La crescita dell’app ha però permesso ai suoi creatori di superare questo limite, e ora i gruppi sono diventati uno strumento incredibile. 

Oltre alla possibilità di avviare una conversazione con 200mila utenti, i gruppi sono strumenti di comunicazione particolarmente potenti. Sono perfetti per condividere i tuoi contenuti con i tuoi amici, ma anche per entrare in contatto con la tua community. 

Non solo, sui gruppi Telegram hai la possibilità di scegliere chi può inviare messaggi, e lasciare che gli altri partecipanti guardino semplicemente la conversazione in qualità di spettatori. Un po’ come Clubhouse, ma in forma di chat! 

Hai creato un gruppo su Telegram: come funziona la condivisione? Puoi creare un link per il tuo gruppo e renderlo pubblico, in modo che chiunque possa vedere l’intera cronologia dei messaggi. È chiaro che questo strumento può rivelarsi particolarmente interessante per chattare con la tua community, con i tuoi clienti, o con chiunque faccia parte del tuo business. L’unico limite è la tua creatività! 

Come creare un canale Telegram 

Se con i gruppi Telegram hai il limite delle 200mila persone, con i canali Telegram potrai creare delle conversazioni di gruppo senza limiti. 

Se sei il creatore di quel canale, non invierai i messaggi a nome tuo ma a nome del canale. Vista la mole dei canali, potrai anche aggiungere altri amministratori che ti aiutino nella loro gestione. 

Puoi creare due tipi diversi di canali: 

  1. Pubblici: canali dotati di un username, trovabili da chiunque tramite la funzione di ricerca.
  2. Privati: canali che funzionano tramite link di invito, è necessario essere aggiunti dal creatore o disporre del link di invito per accedervi. 

Extra: come trovare i canali di Telegram? Se ne conosci l’username, ti basterà inserirlo nella barra di ricerca!

Mai sentito parlare di chat segrete? 

Se il livello di sicurezza “standard” di Telegram non ti soddisfa, puoi optare per le chat segrete. 

Telegram la chat segreta

I messaggi delle chat segrete utilizzano crittografia end-to-end e non possono essere inoltrati. Non solo: se dovessi eliminare un messaggio dalla conversazione, sarà eliminato anche dall’app della persona con cui stai parlando. 

Puoi anche impostare un timer di auto-distruzione per i messaggi o file che invierai in una chat segreta, e dopo quel lasso di tempo il messaggio scomparirà da entrambi i dispositivi. 

messaggio chat segreta telegram

Non solo: le chat segrete non sono condivise sul cloud di Telegram, ma sono salvate esclusivamente sul tuo dispositivo. Il che vuol dire che finché il tuo dispositivo sarà nelle tue mani, anche le tue chat segrete saranno al sicuro. 

Bot di Telegram: come funziona? 

Sapevi che ti basta scrivere @gif in un messaggio su Telegram per poter inviare gif ai tuoi contatti? In questo caso, stai utilizzando un bot! 

chatbot su telegram

Ma cosa sono i bot? Immagina i bot di Telegram come piccoli programmi indipendenti, sviluppati da programmatori esterni grazie all’API Bot di Telegram. Alcuni bot sono “ufficiali”, per funzioni specifiche, come il @gif che abbiamo appena menzionato o il bot per il GDPR @GDPRbot. Ma tendenzialmente i bot sono sempre sviluppati da terze parti. 

Ciononostante, non preoccuparti. I chatbot di Telegram, proprio come gli altri utenti con cui puoi messaggiare all’interno dell’app, sono sicuri. Possono vedere il tuo nome pubblico e la tua foto profilo, oltre ai messaggi che gli invierai, ma questo è tutto. Soprattutto, nessun bot avrà accesso al tuo numero di telefono, a meno che non sia tu a condividerlo. 

Cosa possono fare i bot di Telegram? Teoricamente, tutto. Basta programmarli appositamente. Per darti un’idea, ecco alcune delle funzionalità per cui puoi utilizzare i bot: 

  • Ricevere notifiche e notizie personalizzate 
  • Integrare i bot con altri servizi esterni, come Gmail o Wikipedia
  • Accettare pagamenti da altri utenti Telegram 
  • Creare strumenti personalizzati, come sticker o like 

Insomma, i bot possono fare praticamente di tutto...a parte (per ora) il caffè!

Come creare un bot Telegram 

Se sei uno sviluppatore, creare i bot è relativamente semplice. E se dovessi avere dubbi o domande, puoi sempre rivolgerti al Botfather (il padrino dei Bot). Un Bot che ti aiuterà a ricevere il tuo token di accesso che potrai utilizzare per iniziare a creare il tuo bot.

botfather telegram

Telegram vs Whatsapp: quale scegliere? 

“Perché Telegram è meglio di Whatsapp?” Probabilmente questa è una delle domande più gettonate dell’inizio del 2021, soprattutto a causa delle recenti modifiche alla politica sulla privacy di Whatsapp. 

Così gettonata che tantissimi utenti Whatsapp hanno iniziato a chiedersi se ci fossero delle alternative a Whatsapp, e una di queste è sicuramente Telegram, il suo principale competitor. 

La differenza principale tra Telegram e Whatsapp è che il primo è un servizio basato su cloud con sincronizzazione istantanea. Puoi condividere un numero illimitato di file fino a 2GB ciascuno, e non è necessario salvare i file sul tuo dispositivo.

Vista così, sembra proprio che Telegram sia una valida alternativa a Whatsapp.

Se dovessi trovare un lato negativo di Telegram e come funziona, sarebbe sicuramente la quantità di notifiche. 

Appena ti iscrivi a Telegram tutte le persone che avranno il tuo numero riceveranno una notifica, così come tu riceverai una notifica ogni volta che uno dei tuoi contatti si iscriverà all’app. 

Queste “notifiche” arrivano sotto forma di messaggio, e tra bot, gruppi, canali, chat classiche e segrete, la schermata principale di Telegram rischia di diventare disordinata abbastanza in fretta. 

E no, non è possibile fissare in alto le tue conversazioni preferite, cosa che invece puoi fare su Whatsapp. 

Alla domanda quale scegliere tra Telegram e Whatsapp...dovrai rispondere tu una volta tratte le tue conclusioni! 

Extra: come guadagnare con Telegram

A questo punto dovresti aver capito che stiamo parlando di un’applicazione di messaggistica dall’incredibile potenziale. Viene quindi naturale chiedersi: come guadagnare con Telegram? 

Il primo modo per guadagnare con Telegram è quello di creare un canale Telegram, entrare nel giro dell’affiliate marketing dei principali siti di shopping online e promuovere i tuoi link da affiliato all’interno del tuo canale.

Se hai un tuo ecommerce, potresti anche considerare l’opzione di vendere i tuoi prodotti tramite gruppi Telegram che consentono l’inserimento di annunci di vendita. Prima di pubblicare le tue inserzioni, però, assicurati di controllare le regole di quei gruppi, per evitare di essere bloccato. 

Puoi anche sfruttare Telegram per creare un bot per il tuo ecommerce, e utilizzarlo per spingere i tuoi clienti all’acquisto dei tuoi prodotti o servizi. Se creare un bot tutto tuo ti sembra troppo complicato, puoi cercare degli appositi bot per pubblicare annunci dei tuoi prodotti. 

Insomma, i modi per guadagnare con Telegram non mancano, e di sicuro offre più alternative rispetto ad applicazioni di messaggistica più tradizionali. 

donna al telefono

Telegram: tra social e messaggi

Si può quasi dire che Telegram sia una via di mezzo tra una classica app di messaggistica e un social network, con la possibilità di restare aggiornato su novità ed eventi grazie ai numerosi gruppi e canali. 

Rispetto alle app di messaggistica ha il vantaggio della privacy, e rispetto ai social network ha il vantaggio della scelta indipendente dei contenuti da visualizzare. Nessun cookie e nessun filtraggio. 

È la migliore opzione disponibile? De gustibus non disputandum est, che è un modo come un altro per dire: a ognuno il suo! 

E tu, hai già provato a usare Telegram? Come ti sei trovato? Se ti va, raccontaci la tua esperienza nei commenti qui sotto! 

Ti potrebbero interessare anche: