Crescita personale, consigli e tecniche per migliorare te stesso

Ilaria Cazziol Marketing

Lettura: 13 minuti commenti

“Penso dunque sono”, diceva Cartesio. Ma forse, in tempi moderni, sarebbe più corretto dire “cresco, dunque sono”. Perché non è solo il pensiero, ma il suo progredire e la generale crescita personale dell’individuo a definire ciò che è.

Per un certo periodo si è creduto che la crescita e l’apprendimento fossero qualcosa di esclusivo del cervello del bambino, e che gli adulti fossero invece come scolpiti nella pietra, incapaci di modificare più di tanto i propri pensieri e comportamenti.

Ora invece è chiaro che non è così: siamo creta nelle mani di noi stessi, e non c’è davvero limite a ciò che possiamo fare se ci mettiamo d’impegno, a qualunque età.

Per questo i principi e le tecniche di crescita personale (e professionale) hanno iniziato a riscuotere sempre più successo negli ultimi anni: perché chi non cresce, chi non continua a cambiare, è destinato a fallire. E questo vale tanto nella vita privata quanto nel lavoro.

Potresti voler diventare una persona o un professionista migliore, desiderare di avere più tempo per te stesso, voler smettere di sottovalutare le tue capacità, o qualsiasi altro obiettivo. Non importa, l’unica certezza è che con le giuste tecniche, tanta motivazione e l’aiuto dei migliori libri, ce la puoi fare.

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Cos’è la crescita personale? Una definizione

Ma prima di entrare nel vivo, partiamo dalle basi: di cosa stiamo parlando quando utilizziamo questo termine?

La crescita personale è una filosofia di sviluppo della persona che si basa sulla possibilità di cambiare e migliorare i propri comportamenti, pensieri, abitudini a qualunque età.
Comprende un insieme di tecniche ed esercizi, molto diversi a seconda della scuola di pensiero che li propone, per aumentare la consapevolezza di sé, introdurre nuove abitudini che ci rendano più produttivi e più felici, e in ultima analisi accrescere il nostro valore personale e all’interno della società.

Ma perché è così importante?

Perché la crescita personale è fondamentale oggi

contemplare la vita

La crescita personale è una disciplina fondamentale per ogni essere umano, perché ci permette di andare da un punto A ad un punto B della nostra vita.

Immagina di essere un esploratore intento ad attraversare una terra sconosciuta.

Per riuscirci, avresti due soluzioni: 

L’esploratore senza bussola né cartine

La prima è quella di vagare per quella terra senza una bussola e senza saper leggere una cartina. Potresti avere un colpo di fortuna, ma la probabilità di arrivare a destinazione è bassissima. Il rischio di percorrere la strada sbagliata e di incappare in incidenti di percorso, viceversa, è altissimo.

L’esploratore con la bussola e la cartina

Adesso immagina di avere una bussola, una cartina, e soprattutto di saperle leggere!

A questo punto arrivare a destinazione sarà molto più semplice: puoi pianificare un percorso e puoi tenere la direzione giusta grazie alla tua bussola; la probabilità di sbagliare percorso diventa molto bassa e se anche dovesse succedere, ti basterà tirare fuori la tua cartina e ripartire.

Ecco, la metafora dell’esploratore ti aiuta a capire come è la vita con o senza studi di crescita personale.

Senza applicare tecniche di crescita personale sei costretto a vagare senza una meta precisa sperando di arrivare nel punto giusto, mentre utilizzandole aumenti drasticamente le probabilità di arrivare dove vuoi e di ottenere i risultati che desideri.

Certo è che per arrivare a destinazione l’unico modo che avrai sarà quello di camminare – sta a te fare i passi giusti, ma non ci sono scorciatoie.

Inoltre, tieni a mente che non si smette mai di camminare. Preparati al fatto che non potrai mai smettere di migliorare te stesso, di studiare e di mirare ai tuoi obiettivi, e che anzi è questo il bello della vita: il miglioramento continuo che la crescita personale ci permette di ottenere.

Le quattro C della crescita personale

personal development

Andrea Giuliodori, guru di questo argomento, ci suggerisce le “quattro c” delle crescita personale per iniziare a capire quali sono i passi da fare per migliorare se stessi in qualsiasi ambito:

Prima C: Consapevolezza

Qualsiasi percorso di crescita personale parte da un percorso di consapevolezza. 

Come fai a risolvere un problema se non sai che il problema esiste?

In questa fase è fondamentale fermarsi, riflettere e farsi le domande giuste: cosa sogni di fare? Cosa sognavi di fare da piccolo? Cosa è andato storto, secondo te, nella tua vita? Come ti senti mentalmente e fisicamente? 

Un consiglio che ti do è quello di trovare la “tecnica” giusta per relazionarti con te stesso. 

Io personalmente adoro passeggiare in campagna in mezzo alla natura, magari per te potrebbe essere scrivere i tuoi pensieri su un pezzo di carta.

L’importante è iniziare a prendere la mano con la ricerca della consapevolezza.

Seconda C: Cambiamento 

Qui si inizia a fare sul serio. Dopo aver risposto alle domande sopra, potrai iniziare il tuo percorso di cambiamento. 

La cosa importante è che nella fase iniziale tu abbia individuato almeno 2/3 aspetti della tua vita che desideri cambiare o migliorare. Non importa di cosa si tratta: dimagrire o fare attività fisica, leggere di più, laurearti, cambiare vita, avviare un secondo lavoro, smettere di fumare, etc etc. Qualsiasi aspetto tu voglia migliorare, questo è il momento di iniziare a farlo. 

Non partire in quarta, inizia con calma costruendo le tue nuove abitudini. 

Per farlo puoi:

  • Organizzare la tua settimana inserendo nuove abitudini nella tua routine.
  • Scaricare foto e frasi che possono motivarti e appenderle dove puoi vederle tutti i giorni. 
  • Circondati di persone che hanno raggiunto il tuo stesso obiettivo.
  • Leggi libri di riferimento (te ne consiglierò diversi più avanti nell’articolo).
  • Chiedi consiglio a persone che ti sono di ispirazione e imita ciò che fanno.

L’importante è crearti una daily routine stimolante e piacevole, e mantenerla nel tempo.

abitudini e crescita

Terza C: Correzione

Tornando alla metafora dell’esploratore, è raro che un esploratore riesca a raggiungere la meta desiderata senza mai sbagliare sentiero. Può capitare di perdersi e a quel punto bisogna capire quale errore si è commesso per evitare di farlo ancora, e in base a questo decidere la nuova via. 

Questo vale anche nella vita: quando scegli un obiettivo, è importante chiederti in continuazione se la strada che stai percorrendo è quella giusta, e se sei nel percorso sbagliato dovrai tornare indietro e prendere quello corretto.

Come dice Stephen Covey, uno dei “padri” della crescita personale moderna:

“è inutile affrettarsi ad arrampicarsi sulla scala, se non ci si prende il tempo di verificare che sia appoggiata al muro giusto”.

Un altro consiglio in questa fase è quello di procedere a piccoli step e non cercare di ottenere tutto e subito: se sei un fumatore accanito e vuoi smettere di fumare, puoi iniziare a piccoli passi, magari togliendo le sigarette della mattina e andando progressivamente ad aumentare.

È importante inoltre ricompensarti per i traguardi che raggiungi: se come obiettivo ti sei dato quello di andare a correre 3 volte a settimana, una volta raggiunto ricompensati con qualcosa che ti piace, come una cena fuori, un paio di scarpe da corsa nuove o quello che preferisci.

L’importante è dare al cervello dei momenti di gioia in cambio dei risultati ottenuti, che rinforzino l’acquisizione della nuova abitudine. 

Quarta C: Crescita

Questa fase è semplicemente un nuovo inizio, è in realtà è qui perché ti ricorda che il percorso non finisce mai. Hai smesso di fumare? Bene, passa al traguardo successivo, qualunque esso possa essere: non ti accontentare, indipendentemente da come vanno le cose, e anzi utilizza i tuoi successi come rinforzo per mettere l’asticella sempre un po’ più in alto!

4 C Crescita personale

La forza della abitudini 

Uno dei punti fondamentali per mettere in atto un piano di crescita personale di successo è sfruttare la forza delle abitudini. 

Per ottenere nuovi risultati bisogna intraprendere nuove strade, e arrivare a renderle quasi automatiche. La soluzione migliore per ottenere i risultati desiderati è quindi quella di creare delle abitudini che ti aiutino a raggiungere i tuoi obiettivi.

Io per esempio desideravo trovare del tempo per la lettura, allora come abitudine ho deciso, ogni mattina durante la colazione, di dedicare un’oretta alla lettura: sono 365 ore l’anno che mi permettono di leggere almeno 1-2 libri al mese!

Questa è un piccola, grande abitudine che mi ha permesso di dare una svolta drammatica alla mia vita, perché grazie a tutti i libri letti ho acquisito competenze che mi hanno permesso di migliorare ulteriormente la mia vita, creare ulteriori nuove abitudini e continuare a migliorare me stessa.

Come vedi è un circolo virtuoso, che si auto alimenta: una volta che avrai impostato le abitudini giuste, inizierai a migliorare esponenzialmente e a creare spazio per nuove abitudini virtuose.

Se sei curioso di approfondire questo tema, a breve ti consiglierò un libro adatto a migliorare o creare le tue abitudini, ma per adesso ti basti sapere che queste ultime sono la chiave della crescita personale.

Anche qui, è importante non partire in quarta. 

Se per esempio vuoi dimagrire e non hai mai fatto attività fisica o non hai mai mangiato sano, allora non potrai certo iniziare a mangiare solo verdure e fare 20 ore di attività fisica alla settimana.

Sarebbe più sensato per il primo mese porsi come obiettivo quello di iniziare a mangiare sano 2 giorni e fare 3 ore di allenamento alla settimana.

In questo modo darai al tuo corpo il tempo di abituarsi alla nuova routine creando uno stress minimo e poi, una volta create queste nuove abitudini, potrai andare ad aumentare il carico di lavoro.

Inoltre non ti ritroverai a sentirti frustrato perché non riesci a mantenere i tuoi buoni propositi e/o perché detesti il tuo nuovo stile di vita, ma avrai tempo di adattarti gradualmente a esso.

Libri di crescita personale consigliati

libri di crescita personale

La conoscenza è la chiave del cambiamento, per questo scegliere dei libri che ti possono aiutare è fondamentale.

Ma ricorda: i libri sulla crescita personale non sono storielle da leggere con leggerezza, sono veri e propri manuali, per cui se non applichi ciò che leggi, sono inutili. 

Quindi i libri sulla crescita personale vanno letti e digeriti con calma, applicando mano a mano i concetti che ci trovi all’interno.

Iniziamo da uno dei best seller nel campo della crescita personale.

Le 7 regole per avere successo di Stephen R. Covey

covey 7 rulesQuesto libro, di cui ho già nominato sopra uno dei concetti chiave, ha venduto più di 15 milioni di copie in tutto il mondo. È una guida che in 7 regole di ti mostra come cambiare vita in maniera drastica ed ottenere i risultati desiderati in ogni ambito – lavoro, famiglia, salute, etc.

A dire il vero, il libro non parla di 7 “regole” ma più che altro di 7 abitudini o, ancora meglio di principi universali che, se inglobati nella tua vita, porteranno ad un cambiamento drastico e potranno dare un’enorme spinta alla tua crescita personale.

Se ti stai iniziando ora ad avvicinarti al mondo della crescita personale, sicuramente questo è un ottimo libro dal quale partire; ma impegnati a dedicare molto tempo ad apprendere e mettere in pratica le abitudini che ti vengono illustrate nel libro.

Atomic Habits o Piccole abitudini per grandi cambiamenti di James Clear

Un altro piccolo best seller, lanciato nel 2018 ha venduto oltre un milione di copie, si chiama Atomic Habits. Oppure nell’equivalente italiano “Piccole abitudini per grandi cambiamenti. Noi non siamo i nostri obiettivi: siamo la somma delle nostre abitudini”

E come da titolo, secondo Clear, è proprio dalle piccole abitudini di ogni giorno che dobbiamo partire per dare alla nostra vita una nuova direzione.

Il vero cambiamento non nasce da una singola grande svolta, ma dalla combinazione di tanti miglioramenti quasi impercettibili: un piccolo passo alla volta, si ottiene un progresso quotidiano incredibile.

Fattore 1% di Luca Mazzucchelli

fattore 1 percento mazzucchellaAnche qui parliamo di abitudini: Luca ci insegna come formare grandi abitudini incrementando quelle attuali poco alla volta. Luca ci dice che “la metà delle azioni che compiamo ogni giorno sono automatismi. Pur non pensandoci, questi movimenti automatici, in maniera quasi impalpabile, determinano la persona che diventeremo in futuro. Oggi noi siamo niente di più e niente di meno che il risultato delle abitudini che abbiamo adottato. E domani saremo il prodotto delle abitudini che decideremo di fare nostre”. 

La buona notizia? Le abitudini possono essere studiate, apprese e modificate: questo libro ti accompagnerà in un viaggio nel mondo della psicologia del comportamento abitudinario per aiutarti, passo dopo passo, a comprendere e creare automatismi in grado di spingerti a diventare la persona che vuoi essere.

Can’t Hurt Me di David Goggins

Questo libro purtroppo è disponibile solo in inglese, ma è uno di quei testi che sanno darti una carica fuori dal comune.

Infatti, in questo libro non troverai tecniche su come cambiare vita, bensì la storia del suo autore, David Goggins, che da persona fallita e frustrata è diventato “invincibile”.

David era abbondantemente sovrappeso, il suo lavoro da disinfestatore lo lasciava frustrato e senza stimoli; così decide di cambiare totalmente ed entrare nei Navy Seals: da quel momento in poi la sua vita sarà stravolta e David si troverà ad affrontare (e superare) sfide che prima pensava fossero impossibili. 

Questo libro serve proprio a farti capire che l’impossibile non esiste. Il concetto stesso è una gabbia mentale che ci creiamo e David ti dimostra che tutto è possibile.

Frasi sulla crescita personale

Libri come quelli di cui ti ho parlato sono sicura che potranno dare una svolta alla tua vita, ma non bastano. Per motivarti a cambiare vita veramente e a intraprendere un percorso di crescita personale inarrestabile avrai bisogno di tutto l’aiuto possibile. E il supporto visuale può fare miracoli.  

Cosa intendo? Semplice, parlo delle frasi motivazionali sulla crescita personale: sono ideali da stampare e appendere nello specchio, in camera o sul muro davanti alla scrivania, così che le potrai leggere tutti i giorni.

Ti consiglio di scegliere le 2-3 frasi che più ti piacciono e magari cambiarle ogni 6 mesi, così da avere sempre nuova ispirazione.

frasi crescita personale

Ecco alcune delle mie preferite:

  1. “Chi guarda fuori sogna; chi guarda dentro si desta.” Carl Gustav Jung;
  2. “Con le tue parole crei un mondo intorno a te.” Proverbio Navajo;
  3. “Gli ostacoli sono quelle cose spaventose che vedi quando distogli gli occhi dalla meta.” Henry Ford;
  4. “Trattate tutta la vita come un’esperienza ai confini della morte, perché è di quello che si tratta.” David Miller;
  5. “Morire non è nulla. Non vivere è spaventoso.” Victor Hugo;
  6. “Il serpente che non può lasciarsi dietro la propria pelle deve morire. Così succede alla mente che non sa cambiare le proprie opinioni. Smette di essere una mente.” Friedrich Nietzsche;
  7. “Oggi mi comporterò come se fosse il giorno per cui sarò ricordato.” Dr Seuss;
  8. “Se facessimo tutti ciò che siamo capaci di fare, resteremmo esterrefatti.” Thomas Edison;
  9. “Le persone di successo hanno paure, dubbi, preoccupazioni. Solo che questi non li fermano.” T. Harv Eker;
  10. “Curatevi di ciò che pensano gli altri e sarete sempre loro prigionieri.” Lao Tsu;

Qui trovi tante altre frasi motivazionali tra cui scegliere.

Come iniziare un percorso di crescita personale: uscire dalla comfort zone

cambiamento attività fisica

Ho cercato di offrirti una panoramica su questa splendida filosofia che è la crescita personale, e che ti assicuro potrà cambiarti la vita (con me lo ha fatto).

Ricordati che non esiste un percorso di crescita personale senza sacrificio e studio. Ma i risultati, una volta iniziato il processo, possono essere straordinari.

Ma ricordati: per ottenere ciò che desideri dovrai essere disposto ad uscire dalla comfort zone.

Che cos’è la comfort zone? È quello stato psicologico in cui ci sentiamo al sicuro, dove non rischiamo, siamo rilassati e tranquilli perché ci muoviamo nei limiti di ciò che è conosciuto e senza rischi…ma anche senza stimoli.

Non c’è niente di profondamente sbagliato nella comfort zone, ma rischia di diventare una zona di stallo, in cui non si cresce, non si sogna; non si sbaglia, certo, ma così facendo non si migliora.

Ricordati, per realizzare ciò che sogni devi uscire dalla tua zona di comfort: c’è modo e modo per farlo, come abbiamo visto prima, e non devi certo stravolgere la tua vita da un giorno all’altro. Però è un po’ come fare stretching: se non senti che tira, allora non ti stai sforzando abbastanza.

Tutto ciò che ti ho detto finora serve proprio per iniziare a mettere un piedino fuori da questa zona di comfort, così da abituarti al cambiamento e alle avversità che questo comporta, ma anche all’incredibile e inaspettato successo che arriverà quando lo farai.

Crescita personale: conclusione

A questo punto dovresti essere pronto a iniziare il tuo personale percorso di crescita personale: che tu decida di farlo in autonomia, leggendo uno dei libri che ti ho consigliato, oppure seguendo un corso di sviluppo personale, o ancora con l’aiuto di un coach qualificato, la strada sarà simile.

Si tratta di trovare la tua bussola, per riprendere la nostra metafora, e di seguire le 4 C: consapevolezza, cambiamento, correzione e infine crescita, ricominciando da capo con obiettivi sempre più ambiziosi.

Ricordati chele abitudini funzionano meglio se introdotte in modo graduale e a piccole dosi, e che dovrai sentire “tirare” almeno un po’ mentre segui la tua nuova strada: solo così saprai di starti spingendo fuori dalla comfort zone.

 

Cosa ne pensi? Hai già provato a impostare il tuo percorso di crescita personale? Faccelo sapere nei commenti.

Ti potrebbero interessare anche:

Ilaria Cazziol
Ilaria Cazziol
Amo scrivere, viaggiare e scoprire cose nuove, e per questo mi sono ritagliata addosso il lavoro ideale: web content writer. Mi considero una nomade digitale, sempre pronta a scoprire il mondo insieme al mio PC.