Skip to content
vendere quadri online

Come vendere quadri online: guida completa per il 2021

Articolo di Ludovica Marino

Per secoli, il mito dell’artista squattrinato ha dominato l’immaginario comune. D’altronde, si sa, “vivere d’arte” è difficile. Ma chi ha detto che debba per forza essere così? Vendere arte online potrebbe essere proprio il segreto per riempire il portafoglio degli artisti del 2021. 

Ebbene sì, perché se riuscire a vendere le proprie opere nelle gallerie e nelle vetrine del mondo fisico rappresenta spesso una sfida difficilmente superabile, vendere quadri online permette non solo di avere tutta la libertà possibile, dettaglio non sottovalutato dagli artisti, ma anche di non dover dividere i guadagni con - spesso - esosi rivenditori. 

Ecco perché abbiamo pensato di creare questa guida su come vendere quadri online, in cui parleremo di arte digitale, di piattaforme di vendita e, aspetto fondamentale di qualunque business, di marketing. 

Che aspetti allora? Scopri come vendere arte online oggi stesso! 

Vendi le tue opere con Shopify e avvia un business di successo

Inizia la prova di 14 giorni.

Prova Shopify

Perché vendere quadri online

Dai pezzi più costosi alle creazioni artigianali più modeste, vendere arte online ti permetterà di raggiungere un pubblico virtualmente infinito, sostenendo dei costi estremamente moderati e con la libertà di poter presentare le tue opere e il tuo concept nel modo che più ti rispecchia. 

I motivi per cui iniziare a vendere le tue creazioni online possono essere diversi. Difficoltà a interfacciarti con le gallerie, a trovare il giusto pubblico per la tua arte, impossibilità di aprire un negozio fisico tutto tuo. 

Chiaramente, la vendita online risolve questi e molti altri problemi. 

Ecco alcuni vantaggi della vendita di quadri online:

  • La barriera di ingresso sul mercato è notevolmente ridotta, grazie a costi contenuti e facilità di gestione.
  • Gli ecommerce sono sempre disponibili, quindi ogni giorno e ogni ora sarà un momento perfetto per vendere i tuoi quadri online.
  • La vendita online ti permette di tracciare e monitorare i tuoi clienti e i loro acquisti, per fornire loro la migliore esperienza di navigazione e di acquisto possibile.

Attenzione: vendere quadri online non vuol dire assolutamente rinunciare alla vendita di persona. Potrai sempre e comunque farti conoscere di persona dai tuoi ammiratori. Vendere quadri online avrà il vantaggio aggiuntivo di permettere anche da chi non vive nella tua città o nel tuo paese di scoprire (e acquistare) le tue opere. 

Vendita quadri online: cosa vuol dire? 

Vendere quadri online non è certo un’attività banale. L’offerta è senza dubbio sostanziosa, con sempre più artisti che decidono di vendere online le proprie opere. D’altro canto, educare all’arte è sempre stato un’impresa, ed è necessario riuscire a inquadrare al meglio le opere che si mettono in vendita per assicurarsi che siano recepite bene dal pubblico. 

Chiaramente, prima di iniziare a pensare a come presentare gli articoli in vendita, è necessario capire cosa vendere. 

quale arte vendere online

Vendi le tue opere o quelle di altri artisti?

Ci sono due modi per entrare nel mercato dell’arte: creare o curare. Il che vuol dire che puoi creare opere originali e venderle al tuo pubblico, o curare opere create da altri artisti e occuparti solo dell’aspetto commerciale.

Se sei un artista, sarai certamente tu il creatore delle tue opere. Che si tratti di fotografie, di quadri, di sculture, e chi più ne ha più ne metta, il tuo obiettivo sarà quello di trovare i canali di vendita più appropriati e più in linea con il tuo stile e con il tuo pubblico. 

Ma non è detto che per vendere quadri online devi per forza essere un mago del pennello, potresti “semplicemente” essere un mago del marketing, e voler monetizzare questa tua abilità vendendo opere d’arte. Tra l’altro, molti artisti sono quanto mai lontani dal mondo digitale e commerciale, quindi potresti stringere delle partnership interessanti offrendo ad artisti poco tecnologici la possibilità di guadagnare ancora di più della vendita delle loro opere. 

Originali o riproduzioni?

La seconda domanda che dovrai porti prima di capire come vendere quadri online è se vendere opere originali, riproduzioni o entrambe. 

Chiaramente questo dipende in gran parte dal tipo di arte che hai intenzione di vendere online, ma ci sono tantissimi modi per farlo. 

Ecco alcune alternative: 

  • Opere d’arte originali 
  • Stampe in edizione limitata
  • Download digitali
  • Arte personalizzata

come vendere quadri online

Perché non stampare le tue opere su diversi materiali?  

Se sei interessato alla vendita di stampe e riproduzioni di opere d’arte, un’ottima idea potrebbe essere quella di stampare le tue opere su diversi tipi di materiali. 

E quando parlo di “materiali”, non mi riferisco solo a legna, tela o alluminio (anche se sono ottimi e originali modi per presentare la tua arte. 

Hai mai pensato di stampare le tue opere su oggetti veri e propri, che le persone possono utilizzare nella loro vita di tutti i giorni? La parte migliore è che, per realizzare questo progetto, non è necessario un grande investimento. 

Ti basta creare un negozio online e stampare le tue opere con il Print On Demand, un modello di business simile al dropshipping che ti permetterà di realizzare i prodotti al bisogno, ovvero dopo che un cliente ha effettuato un acquisto sul tuo store. 

E a proposito di materiali e mezzi su cui presentare le opere d’arte, perché non considerare anche l’arte digitale?

NFT: come vendere arte digitale 

Il concetto di arte è astratto, e sono le persone ad assegnare un valore a determinati oggetti. Nel caso dell’arte, più un’opera è rara, ricercata, maggiore sarà il suo valore. E questo vale anche per l’arte digitale. 

E se pensi che qualunque cosa digitale sia facilmente replicabile in un paio di click, aspetta a parlare! 

Gli NFT, anche definiti come “arte cripto” (da criptovaluta), sono dei token unici (attenzione, unici) che possono essere venduti in cambio di denaro tradizionale o di criptovalute.

Roba da ragazzi? Non proprio, se consideri che un pezzo NFT è stato venduto per oltre 69 milioni di dollari, passando alla storia come la vendita di arte digitale più costosa del mondo.  

Ma perché qualcuno dovrebbe pagare tutti quei soldi per possedere un’immagine che può vedere gratuitamente online? La parola chiave è proprio quella: possedere

E se sei un artista digitale, questo potrebbe essere il momento giusto per iniziare a creare NFT e venderli sui diversi marketplace reperibili online. 

vendere nft online

Come vendere quadri online

Il mercato della vendita di quadri online è complesso e competitivo, motivo per cui è essenziale riuscire a inserirsi nei canali giusti e a posizionare il proprio brand e la propria immagine nel mercato di riferimento migliore. 

D’altronde, un conto è dipingere per se stessi o per i propri amici, tutt’altra cosa è assegnare un valore alla propria arte e vendere quadri online. 

Quali sono quindi i migliori canali per vendere quadri online? 

Crea un sito su Shopify 

Mai pensato di vendere quadri online su Shopify? Lo so, lo so: gestire un negozio online tutto tuo può sembrare un’impresa titanica, ma ti posso assicurare che non è affatto così. 

come vendere quadri su shopify

Anzi, non credermi sulla parola. Dai un’occhiata alla nostra guida su come aprire un negozio online con Shopify e vedi da te quanto è facile! Non devi saper programmare, e potrai provarlo gratuitamente per 14 giorni per decidere se sia davvero la scelta giusta per te e per la tua arte. 

Come vendere quadri online su Shopify?

  1. Registrati a Shopify e inizia il tuo periodo di prova di 14 giorni.
  2. Configura il tuo negozio online.
  3. Scegli uno dei temi per vendere arte online.
  4. Trova le migliori app di Shopify per gestire il tuo business. 
  5. Promuovi il tuo store e inizia a vendere!

Vendi i tuoi quadri su Facebook e Instagram

I tuoi clienti passeranno la maggior parte del loro tempo sui social network, motivo per cui è fondamentale instaurare la tua presenza anche su questi canali. E se vuoi tastare il terreno prima di iniziare a vendere quadri online in un ecommerce tutto tuo, la vendita sui social potrebbe essere proprio quello che stai cercando.  

  • Facebook Shop è la funzionalità di shopping di Facebook, che ti permette di creare un tuo negozio online personalizzabile e di gestire comodamente il tuo catalogo dei prodotti.
  • Instagram Shopping è la soluzione perfetta se preferisci una comunicazione più snella, ma per vendere quadri su Instagram dovrai comunque configurare prima un Facebook Shop. 

Perché dovresti vendere quadri online sui social network? 

Di sicuro è molto più facile far scoprire la tua arte su questi canali, motivo per cui dovresti considerare di promuovere sui social media anche il tuo negozio online. 

Inoltre, i tuoi follower potranno essere facilmente convertiti in clienti grazie alla possibilità di acquistare i tuoi prodotti direttamente dai tuoi post. 

instagram shopping  

Non so tu, ma una delle cose che più odio è quando vedo un prodotto che mi interessa e sono costretta a cliccare sul link in bio per poterlo acquistare. Posso garantirti che la maggior parte delle volte vado oltre, e mi dimentico abbastanza velocemente di quel prodotto. 

Su quali siti puoi vendere i tuoi quadri?

E se il web è un’ottima vetrina per vendere quadri online, è anche vero che iniziare è spesso spaventoso e potresti aver voglia di andare con i piedi di piombo. 

In tal caso, potresti mettere in vendita le tue opere su marketplace esterni. 

Un consiglio: evita piattaforme troppo generiche come eBay o Subito, in quanto non pensate per presentare al meglio delle opere d’arte, e rivolgiti a marketplace più specializzati e più adatti per quanto riguarda la vendita di arte online.

Quali sono le migliori piattaforme per vendere quadri online? 

  • Etsy: uno dei marketplace più noti per quanto riguarda arte, artigianato e vintage, ti permette di vendere le tue opere e trattare con i clienti in modo diretto e rapido. 
  • Artfinder: marketplace specializzato nella vendita di opere d’arte online, puoi immaginarlo come una grande galleria che ti aiuterà a presentare le tue opere a una community di oltre 450mila appassionati d’arte. 
  • Rise Art: una galleria online che effettua una sorta di selezione all’ingresso, per garantire ai propri utenti solo opere di alta qualità. 
  • Saatchi Art: una galleria online dove potrai godere di un tuo spazio virtuale in cui presentare le tue opere e della consulenza Art Advisory offerta dalla piattaforma. 

Come detto in precedenza, questo tipo di marketplace è perfetto per iniziare a vendere quadri online. Tieni però presente che ognuna di queste piattaforme tratterrà una commissione più o meno alta sulla vendita delle tue opere, con alcuni marketplace che arrivano anche a chiedere un terzo del ricavo. Chiaramente, vendendo le tue opere su un sito web tutto tuo non incorrerai in queste tariffe. 

come vendere quadri online

Vendita di quadri online: come fare marketing? 

Vendere quadri online vuol dire soprattutto creare delle strategie di marketing efficaci. Perché si sa, quando si parla di arte ognuno ha i suoi gusti, quindi è necessario veicolare il tuo messaggio e i tuoi contenuti in modo che quante più persone possano davvero comprendere non solo le tue opere, ma anche tutto il lavoro e la visione che si cela alle loro spalle. 

Vediamo quindi quali sono i modi migliori per promuovere la tua arte online. 

Raccontati in un blog e sfrutta il content marketing

Anche se la sua arte dovesse parlare da sé, raccontare ai tuoi ammiratori (e anche a chi ancora non ti conosce) da dove trai ispirazione, da dove hanno origine le tue opere, e quale processo segui per realizzarle può fargli apprezzare ancora di più il lavoro finale. 

In un blog puoi raccontare qualunque aspetto ritieni rilevante o interessante, dalle tue origini alle tue tecniche preferite, e puoi sfruttare tecniche di ottimizzazione SEO per farti trovare più facilmente anche su Google.

Il video marketing come vetrina sulla tua arte

Nel 2021 la potenza del video come strumento di comunicazione non è certo un mistero, e le statistiche sul video marketing ne sono un’ulteriore conferma. 

Come artista, potresti sfruttare i video per far vedere dove lavori, quali sono i tuoi strumenti preferiti, o anche come realizzi le tue opere. Un po’ come per i contenuti scritti, i tuoi potenziali clienti saranno più interessati ad acquistare i tuoi quadri se potranno vedere la maestria che c’è dietro. 

statistiche video marketing lead

Immagini: la qualità è tutto 

Se è generalmente vero che un’immagine vale più di mille parole, quando si tratta di vendere arte online direi che vale anche più di un milione di parole! 

Chi comprerebbe i tuoi quadri se non potesse comprenderne bene i colori? Chi comprerebbe le tue opere se non riuscisse a rendersi conto dell’effetto che potrebbero fare dal vivo? 

Aggiungere immagini (ma anche video) di alta qualità è fondamentale, e potresti anche pensare di inserire delle immagini che mostrino le tue opere in situazioni reali. 

Fa molto più effetto vedere come sta un quadro sopra un divano, o dietro un tavolo, rispetto a vedere un’immagine scarna del soggetto rappresentato. 

Mostre fisiche e virtuali per promuovere la tua arte

A volte, per vendere quadri online è necessario farsi conoscere. E quale modo migliore se non quello di organizzare delle mostre online e fisiche per promuovere le tue creazioni e dare alle persone la possibilità di conoscere la mente che le ha generate? 

Oltre a organizzare mostre fisiche, potresti anche organizzare delle dirette su Twitch o su Instagram per offrire a tutti la possibilità di raggiungerti, a prescindere da dove si trovino. Soprattutto con i lockdown imposti dalla pandemia di Covid-19, sempre più artisti e gallerie si sono organizzati per continuare a far vivere l’arte anche online. 

galleria d'arte

Vuoi vendere quadri online? Occhio a non commettere questi errori! 

Se è la prima volta che ti accingi a vendere online, è più che normale commettere degli errori. Non solo normale, direi quasi scontato. Sbagliando si impara, e fa tutto parte del gioco. 

Soprattutto quando si tratta di vendere quadri online, il percorso può rivelarsi particolarmente impegnativo e ci sono tantissimi aspetti da tenere in considerazione. 

Per aiutarti, ho pensato di presentarti i tre errori più comuni che commette chi inizia a vendere quadri online. 

  1. Dare più importanza ai nuovi clienti: i nuovi clienti sono importanti, ma mai quanto quelli già convertiti. Un cliente soddisfatto si fida già di te, ama già le tue creazioni e sarà più ben disposto ad acquistarne di nuove, mentre un nuovo cliente andrà coccolato e convinto, il che richiede un maggiore dispendio di tempo, energie e - soprattutto - denaro. 
  2. Non conoscere il tuo mercato di riferimento: non venderesti certo NFT agli over 70, così come eviteresti di proporre opere classiche alla Generazione Z. Conoscere il tuo mercato di riferimento è fondamentale per adattare la tua offerta e presentare le tue opere a chi potrebbe davvero apprezzarle. 
  3. Non aprire una Partita IVA per vendere online: come per qualunque attività di vendita online, anche per vendere quadri online è necessario aprire una Partita IVA. Sul nostro blog puoi trovare tutte le informazioni che ti serviranno per capire come e quando aprire una Partita IVA per vendere online. 

errori da evitare nella vendita di quadri online

Vendere quadri online: le 3 domande più frequenti 

Arrivati a questo punto dovresti avere un’idea abbastanza chiara di come iniziare a vendere quadri online, e sono sicura avrai anche tantissime domande. 

Ti farà piacere sapere che alcune sono più comuni di altre, e altri artisti-imprenditori come te si sono posti proprio lo stesso quesito. 

Ecco le tre domande più frequenti alle quali si trovano a dover rispondere le persone che vogliono iniziare a vendere quadri online. 

Come posso gestire spedizione e imballaggio dei quadri che vendo online? 

Se devi spedire pezzi d’arte originali, e non ti stai affidando a una compagnia esterna, assicurati di essere estremamente prudente nel realizzare l’imballaggio. 

Le stampe più grandi e i poster prediligono i tubi di cartone, mentre le stampe più piccole possono essere spedite in buste di cartone rigide. 

Lavori su tela e opere d’arte di grandi dimensioni richiedono degli imballaggi particolari, ti consigliamo quindi di rivolgerti a ditte specializzate da cui potrai acquistare l’imballaggio migliore. 

Inoltre, potrebbe essere una buona idea parlare con il tuo corriere prima di iniziare a vendere quadri online, per prendere accordi su imballaggio e spedizione. 

imballaggio e spedizione

Come scegliere il prezzo dei miei prodotti? 

Puoi seguire una semplice formula: il costo del tuo lavoro + costo dei materiali e altre spese + il tuo profitto. 

Non fare l’errore di sottovalutare il tuo tempo e la tua arte, soprattutto all’inizio. 

Soprattutto, se deciderai di vendere quadri online tramite gallerie e marketplace esterni, ricorda che possono arrivare a sottrarti un terzo o anche metà del ricavo, ed è quindi un costo che devi tenere in considerazione.

Come mi proteggo dal plagio?

C’è chi dice che le copie e i plagi facciano parte del business, e probabilmente è vero, ma gli artisti dovrebbero ricorrere a un avvocato esperto di copyright per proteggere la loro proprietà intellettuale prima che avvenga il plagio. 

Vendere quadri online: qual è il modo migliore? 

Siamo ormai alla fine di questa guida sulla vendita di quadri online, e avrai capito che il modo migliore è creare il tuo ecommerce brandizzato con una piattaforma come Shopify. 

Non solo avrai la possibilità di personalizzare la tua vetrina, il tuo portfolio e tutta l’esperienza d’acquisto dei tuoi clienti, non dovrai neanche preoccuparti di dividere il profitto con gallerie e piattaforme esterne. 

Ricorda infine che, durante tutto questo processo, è importante immaginarti come un imprenditore, non solo come un’artista. Magari, quando il tuo business sarà avviato non dovrai essere tu a occuparti di imballaggio, spedizione o assistenza clienti, e potrai delegare e concentrarti su quello che sai fare meglio, ovvero creare opere d’arte. 

Ora è però il momento di rimboccarsi le maniche e di mettersi al lavoro per trasformare la tua arte in un business profittevole a tutti gli effetti! 

E a me non resta che augurarti in bocca al lupo. 

Ti potrebbero interessare anche: 

Correlato