Email marketing per il tuo business: scopri tutti i segreti

Ludovica Marino Marketing

Lettura: 15 minuti commenti

L’email marketing è sempre stato una strategia di comunicazione estremamente efficace, in grado di convertire clienti per aziende di qualunque tipo e dimensione.

Se hai un ecommerce o un altro tipo di business e ancora non stai utilizzando l’email marketing per comunicare con i tuoi clienti, questo articolo ti convincerà che è arrivato il momento di farlo.

Non sai di preciso cosa sia l’email marketing e quali vantaggi può comportare per il tuo negozio online? Nessun problema.

Continua subito a leggere e troverai risposta a tutte le tue domande!

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Email marketing: cos’è

Gestire un ecommerce è già di per sé un’attività impegnativa. Devi pensare a trovare i giusti fornitori, gestire il tuo magazzino, comunicare con i clienti, assicurarti che l’esperienza dell’utente sul tuo sito sia positiva, impostare le strategie di prezzo adatte e così via. La lista potrebbe continuare all’infinito.

Certo, se hai scelto di gestire il tuo ecommerce con il dropshipping, affidandoti ad applicazioni come Oberlo che rendono il processo automatico, ti sei risparmiato già gran parte del lavoro.

Ciononostante, la gestione di un ecommerce richiede tempo. Ecco quindi che interviene l’email marketing, che ti aiuta a entrare in contatto con i tuoi clienti attuali e potenziali, aumentando a vista d’occhio le vendite dei tuoi prodotti.

Email marketing: come funziona

Come funziona l’email marketing? Cos’è il direct mail marketing? L’email marketing, chiamato anche “direct”, per il suo modo diretto di comunicare con i clienti, è una strategia di marketing semplice da implementare ma estremamente efficace.

L’email marketing utilizza la comunicazione tramite email, appunto, per permetterti di presentare ai clienti delle offerte, per invitarli a riprendere un processo di acquisto abbandonato, e molto altro ancora.

Più in là parleremo di come fare e-marketing, e di quello che puoi ottenere con questa strategia.

Qual è lo scopo dell’email marketing? Interagire con i tuoi clienti in modo diretto, aumentando il tasso di conversione del tuo ecommerce e instaurando fiducia nei tuoi acquirenti.

Email marketing e GDPR: ottieni il consenso

Per capire come fare email marketing senza spam, è fondamentale intanto assicurarti che le persone a cui invierai i tuoi messaggi abbiano scelto di riceverli.

Ci sono diversi modi per raccogliere gli indirizzi email dei tuoi clienti, ma assicurati di comunicare loro per cosa utilizzerai i loro dati.

Per essere sicuro di non infrangere nessuna regolamentazione sulla privacy, dai un’occhiata al funzionamento del GDPR.

Dopo che avrai un elenco di indirizzi email, dovrai implementare una strategia di comunicazione per condividere novità e informazioni con queste persone.

Ecco un esempio di mail marketing inviata da Booking.com:

booking email marketing

Perché usare l’email marketing per il tuo business

L’email marketing è una delle strategie di digital marketing con il più alto ritorno sull’investimento come ci dicono queste statistiche.

statistiche email marketing roi

Il secondo vantaggio è che l’email marketing – soprattutto se sei agli inizi e stai avviando la tua attività – ha costi molto contenuti (in alcuni casi è persino gratis). Un ottimo modo per generare risultati senza alte cifre da investire per l’implementazione di nuove strategie! 

Ovviamente, è anche possibile trovare servizi a pagamento, magari con funzionalità più avanzate, ma tutto dipende dallo stadio in cui si trova il tuo business, dalla gestione del tuo budget e dai tuoi obiettivi.

Il terzo vantaggio dell’email marketing è la possibilità di coltivare delle relazioni 1 a 1. Pensaci, sui social c’è il tuo brand che parla con una platea più o meno vasta di follower; la stessa cosa vale per il tuo sito. L’email è uno dei pochi modi oltre la live chat per instaurare un rapporto personale con i tuoi clienti o potenziali tali. 

Infine, parliamo della marketing automation. Già, perché questa strategia può essere facilmente automatizzata. Come? Esistono diversi software di email marketing automation che ti consentono di inviare un’email sulla base di criteri da te selezionati. Qualche esempio: 

  • Un cliente ha fatto un acquisto? Invia un’email per la richiesta di una recensione;
  • Un contatto ha visitato tutte pagine che parlano di SEO? Invia una guida completa sull’argomento; 
  • Un lead ha guardato più volte la tua pagina Servizi? Manda una mail riepilogativa con l’invito per una consulenza gratuita. 

Come puoi vedere le possibilità di personalizzazione sono davvero tantissime quando si parla di email marketing automation. 

Vediamo ora i diversi modi per utilizzare l’email marketing per il tuo ecommerce e i vantaggi che questa strategia comporta per il tuo business.

Attirare nuovi clienti

Nessun business può andare avanti senza una strategia efficace per attirare nuovi clienti.

Questo è ancora più importante nel caso degli ecommerce. Infatti, in quanto imprenditore di ecommerce, il tuo obiettivo deve essere sempre quello di trovare e servire quanti più clienti possibile.

Come fare ad attirare nuovi clienti con l’email marketing.

Uno dei modi più diretti è invitare i visitatori del tuo sito web a lasciare il loro indirizzo email o a iscriversi alla tua newsletter, per ricevere aggiornamenti, informazioni o anche solo per restare in contatto.

Tieni presente che non sempre i clienti arriveranno sul tuo negozio online convinti e pronti a effettuare immediatamente l’acquisto. Ottenere l’indirizzo email di questi visitatori ti permetterà di contattarli ricordando loro dell’oggetto che stavano pensando di acquistare. Oppure potresti offrire loro uno sconto o la spedizione gratuita per il loro primo acquisto.

Qualunque tipo di messaggio invierai, se ben strutturato, aumenterà le possibilità di trasformare quel visitatore in cliente.

Aumentare il tasso di conversione

A proposito di trasformare i visitatori in clienti, un altro dei motivi per cui utilizzare l’email marketing per il tuo ecommerce l’incredibile possibilità di aumentare il tasso di conversione del tuo negozio online.

Intanto, grazie all’email marketing puoi pubblicizzare delle campagne promozionali, ad esempio per il Black Friday o per il Cyber Monday.

Ma l’email marketing non si limita solo alle promozioni. Uno dei modi per aumentare il tasso di conversione del tuo ecommerce è inviare diversi messaggi con l’obiettivo di avvicinare chi ha solo visitato il tuo sito al tuo brand, eventualmente trasformando definitivamente quei contatti in clienti.

Come abbiamo detto prima, non tutti i lead sono pronti a effettuare l’acquisto immediatamente. Ecco perché i tuoi messaggi devono, in modo non aggressivo o insistente, invitare ed eventualmente convincere quelle persone a cliccare su “Acquista”.

black friday e offerte

Costruire brand loyalty

Attirare nuovi clienti e convertire i visitatori in clienti sono due dei principali vantaggi dell’email marketing, ma non sottovalutare i tuoi attuali clienti.

Infatti, assicurarti che i clienti non effettuino solo acquisti una tantum, ma diventino clienti fedeli, dovrebbe essere una delle tue priorità.

In primo luogo, è molto probabile che un cliente che ha già acquistato dal tuo ecommerce, si rivolga nuovamente a te. Certo, sempre ammettendo che abbia avuto un’esperienza positiva, ma diamo questo dettaglio per scontato.

Inoltre, considerando che acquisire un nuovo cliente ha un costo, se quel cliente dovesse diventare un cliente abituale, il costo sostenuto per acquisirlo si ridurrebbe sempre di più in proporzione alla cifra spesa dal singolo cliente nel tempo.

Considera anche che costruire brand loyalty e avere dei clienti fedeli vuol dire che quelle persone diventeranno a loro volta ambasciatori del tuo business invitando la loro cerchia di contatti ad acquistare da te.

Ecco quindi che i clienti abituali non sono solo più profittevoli perché effettuano più acquisti dei clienti saltuari, ma anche perché è molto più probabile che parlino bene della tua attività ai loro contatti, portando di conseguenza nuovi clienti al tuo negozio.

A questo punto dovrebbe ormai essere chiaro come guadagnare con l’email marketing e quanto sia importante implementare delle campagne di email marketing per il successo del tuo business.

Possibili svantaggi dell’email marketing

Non è sempre tutto rose e fiori e anche una strategia di comunicazione come l’email marketing può nascondere delle insidie che è meglio conoscere (anche se i suoi vantaggi sono molti di più!).

Il filtro antispam e la sezione Promozioni

Il primo è sicuramente l’incubo del filtro antispam. Client di posta come Gmail, ad esempio, bloccano le email pubblicitarie in diversi modi: il primo è quello di farti finire nella tab “Promozioni”, una sezione praticamente ignorata dalla maggior parte degli utenti; il secondo è quello di buttarti direttamente nello spam (e qui possiamo dire addio ad ogni speranza di essere letti). 

Come evitare di finire in spam? Evita oggetti che contengono espressioni come “acquista”, “compra”, “hai vinto”… insomma, non parlare come un cartellone pubblicitario: ricorda che la tua missione dev’essere sempre quella di dare al tuo pubblico dei contenuti utili. Un altro modo è quello di chiedere al tuo pubblico di interagire con l’email ed, eventualmente, rispondere. 

Caselle di posta affollate

Il secondo svantaggio di questa strategia è dato dal sovraffollamento delle caselle di posta elettronica: visti i suoi innumerevoli vantaggi, infatti, l’email marketing è molto gettonato tra le aziende di qualsiasi dimensione. 

Probabilmente anche il tuo panettiere sotto casa usa l’email marketing!

Questo cosa significa? Che dovrai trovare la chiave per farti notare. Come direbbe Seth Godin: 

In un mondo di mucche marroni, sii la mucca viola!

Email marketing: esempi per trovare l’ispirazione

In questa sezione troverai delle idee e dei modelli di email marketing che puoi utilizzare come spunto per creare le email per il tuo ecommerce. È chiaro che la struttura di un’email cambia in base al suo scopo. Lasciati quindi ispirare da questi esempi e pensa a come potresti adattarli per i tuoi clienti.

Email di benvenuto

L’email di benvenuto è un modo di accogliere un tuo potenziale cliente che ha visitato il tuo negozio online, che ha trovato i tuoi prodotti interessanti e che si è iscritto alla tua newsletter.

È chiaro quindi che l’email di benvenuto è una delle email più importanti che tu possa mandare. Il suo scopo è quello di far sentire benvenuti i visitatori del tuo sito e di trasformarli in clienti paganti il prima possibile (qui sotto un esempio di Hopt)

mail benvenuto

Uno dei modi per ottenere questo risultato è quello di aggiungere all’email di benvenuto uno sconto introduttivo sul loro primo acquisto.

Adidas, ad esempio, offre uno sconto del 15% sul primo acquisto a tutti i nuovi iscritti.

email marketing adidas

Email di onboarding

Poco dopo aver dato il benvenuto ai tuoi prospettivi clienti sul tuo sito, è il momento di mandare un’email di onboarding.

Di cosa si tratta? È semplicemente un’email grazie alla quale chi la riceve può familiarizzare di più con i tuoi prodotti e con i vantaggi che comporta il tuo brand.

Non deve essere lunga e noiosa. Limitati a presentare gli elementi principali della tua offerta.

Potresti presentare le categorie del tuo ecommerce, i prodotti più venduti dell’anno o della stagione, o le tue politiche di reso e spedizione.

Email per il carrello abbandonato

L’email per il carrello abbandonato è un esempio di testo di email marketing che non puoi ignorare.

È quell’email che manderai alle persone che sono estremamente vicine a cliccare su “Acquista”, e che sembrano aver cambiato idea all’ultimo.

Queste sono proprio quelle persone che potrebbero aver bisogno di un reminder, o di un piccolo incentivo che le spinga a completare l’acquisto.

Se ciò non dovesse bastare, assicurale anche che possono fidarsi di te e del tuo ecommerce.

Consigli per gli acquisti

Questo è un tipo di email che può essere divisa in due tipi: quella che invierai ai clienti che hanno già acquistato da te, e quella che invierai a chi ha solo visitato il tuo negozio.

In entrambi i casi, lo scopo di questo tipo di email marketing è inviare dei consigli per gli acquisti, presentare dei nuovi prodotti per aumentare le probabilità d’acquisto.

Se ancora non hanno acquistato dal tuo negozio online, presenta ai tuoi potenziali clienti i prodotti più richiesti dell’ultimo periodo.

newsletter

Se sono già tuoi clienti, sai già il tipo di prodotti che rispecchia i loro gusti, assicurati quindi di sfruttare queste informazioni per inviare loro email altamente personalizzate.

Inviare email personalizzate è infatti uno dei modi più efficaci per far sentire i clienti importanti, e ne avrai un riscontro nel fatto che si sentiranno molto più sicuri nel fare acquisti sul tuo ecommerce.

Email per offerte lampo

Uno dei tipi più diffusi di email marketing è quello di inviare email ai tuoi clienti attuali e potenziali per annunciare un’imminente offerta o un periodo di saldi.

Abbiamo già menzionato prima l’email marketing per il Black Friday, ma questo si può applicare a qualunque offerta e a qualunque periodo dell’anno. Soprattutto nel caso di offerte lampo.

email offerte lampo

Grazie a questo tipo di email marketing, potrai instaurare un senso di urgenza nei tuoi clienti, che si sentiranno spinti a effettuare un acquisto per il quale magari avrebbero continuato a rimandare.

Importante: assicurati che le offerte siano reali e allettanti. Non inviare decine di email per sconti minimi o per offerte che potrebbero portare i tuoi clienti a pensare che non ne valga la pena, altrimenti otterrai l’effetto contrario a quello desiderato, soprattutto nel lungo termine.

email marketing per offerte

Email per una lista VIP

Questa strategia di email marketing potrebbe non applicarsi al tuo business, ma vale la pena considerarla.

Potresti presentare ai tuoi clienti l’opzione di iscriversi a una newsletter “VIP”.

Iscrivendosi a questa newsletter, avranno accesso a sconti e offerte non riservate al pubblico generale, oppure potranno godere di una corsia preferenziale per approfittare di un’offerta particolare o di un periodo di saldi.

Ricorda sempre che tu sei la persona che conosce meglio i tuoi clienti. Assicurati quindi di creare offerte e di inviare loro email che rispecchino le loro esigenze.

Email per richiesta recensioni

Sempre per far sentire i tuoi clienti importanti, ma anche per poter migliorare il tuo negozio e la loro esperienza utente, sfrutta l’email marketing per chiedere ai tuoi clienti un feedback sul tuo ecommerce.

Chiedi loro cosa puoi fare per migliorare la loro esperienza e dimostra che la loro opinione è per te estremamente importante.

strategie di email marketing

Consigli per una campagna di email marketing di successo

Ora che hai un quadro di cosa sia il direct email marketing e di quali esempi di email puoi inviare ai tuoi clienti, sei quasi pronto per avviare la tua campagna di email marketing.

Ecco alcuni consigli per lanciare una campagna di successo:

Manda le tue email al momento giusto

Invia le email ai tuoi clienti attuali e potenziali nel momento giusto, in modo da aumentare le probabilità che clicchino sulla tua call to action ed effettuino l’acquisto.

Fai qualche esperimento per trovare giorni e orari in cui i tuoi contatti sono più reattivi e, nel caso avessi clienti sparsi per il mondo, fai attenzione al fuso orario! 

Personalizza le tue email

Abbiamo già accennato a questo dettaglio. Le email personalizzate faranno sentire i tuoi clienti più importanti, aumenteranno la loro fiducia nel tuo brand e li spingeranno ad effettuare l’acquisto.

Inoltre, potrai entrare in contatto con loro in modo molto più personale e non si sentiranno solo un numero.

Come puoi personalizzare le tue comunicazioni? Con gli elementi smart. Puoi inserire il nome proprio dopo il saluto – Ciao [NOME] – oppure con alcuni software per email marketing è possibile cambiare l’oggetto a seconda della persona che riceve la mail o, in alternativa, sostituire una CTA con un’altra all’interno del corpo della mail.

Ottimizza le email anche per mobile

La maggior parte dei tuoi clienti visualizzerà le tue email dal loro smartphone. Assicurati quindi che testo e grafica siano ottimizzati per la visualizzazione da qualunque tipo di dispositivo.

ottimizzato per mobile

Non usare un indirizzo “no-reply”

Personalmente, quando ricevo un’email guardo sempre l’indirizzo del mittente. E se questo inizia con “no-reply” è molto probabile che ignori del tutto l’email o che la sposti direttamente nel cestino.

Utilizza un indirizzo email più “umano”, al quale i tuoi clienti si sentano liberi di rispondere per esprimere la loro opinione, dubbi o domande.

È importante dare sempre ai tuoi clienti un modo per mettersi in contatto con te.

La tua campagna di email marketing funziona? I KPI da monitorare

Lanciare una campagna di email marketing può essere relativamente semplice: scegli un obiettivo da raggiungere, scrivi la mail, la carichi su un software e la mandi alla tua lista di contatti. Fine. 

Ma una volta inviata, come capire se funziona? Vediamo allora i KPI dell’email marketing da monitorare per migliorare l’efficacia delle tue campagne. 

1. Tasso di click (CTR)

Il tasso di click (in inglese click-through rate o CTR) indica la percentuale di persone che ha ricevuto la mail e ha deciso di cliccare uno o più link contenuti. 

Si calcola così: (Click totali ÷ Numero di email inviate) * 100

Questa è una metrica molto importante perché ti aiuta a capire il tasso di coinvolgimento dei tuoi contatti: quanto sono graditi i contenuti dell’email? Quanto sono in grado di suscitare l’interesse dei lettori? 

2. Tasso di apertura (open rate)

Il tasso di apertura delle email (open rate) indica la percentuale di persone che non solo ha ricevuto la tua comunicazione ma l’ha anche aperta. 

Si calcola così: (Numero mail aperte ÷ Numero di email inviate) * 100

Questa metrica torna molto utile per verificare l’efficacia del tuo oggetto ed eventualmente individuare problemi derivati dal filtro antispam. 

tasso di apertura email medio

3. Tasso di disiscrizione (unsubscribe rate)

Quante persone dopo aver ricevuto la tua email hanno abbandonato la nave cliccando su Disiscriviti? Se vuoi scoprirlo, ti occorre analizzare l’unsubscribe rate. 

Si calcola così: (Numero disiscritti ÷ Numero di email inviate) * 100

Questa metrica è importante perché ti aiuta a migliorare la qualità dei contenuti che offri e la tua strategia. Immagina di aumentare la frequenza delle mail da 1 a 3 volte alla settimana e contemporaneamente vedere un aumento di disiscritti. Sei sempre in tempo a ritornare sui tuoi passi prima che sia troppo tardi!

4. Tasso di conversione (conversion rate)

Ultimo KPI per l’email marketing da monitorare è il tasso di conversione, ovvero la percentuale di persone che diventa cliente, effettua un acquisto o raggiunge un obiettivo da te prefissato in seguito all’invio di una tua email. 

Si calcola così: (Numero di persone che hanno compiuto l’azione ÷ Numero di email inviate) * 100

È quasi superfluo spiegare perché questa metrica sia utile da monitorare: il conversion rate misura l’efficacia della tua comunicazione via email. Ti permette di capire le tattiche e le strategie più utili per raggiungere il tuo scopo. 

3 strumenti per l’email marketing da provare

Per supportare o creare le tue strategie di email marketing ci sono una serie di tool che puoi utilizzare. Alcuni gratuiti, altri a pagamento. Abbiamo raccolto quelli da non perdere in una breve lista. 

Mailchimp

Mailchimp è uno strumento per l’email marketing estremamente scalabile: è adatto per un business agli inizi – con il suo piano free fino a 2000 contatti – ma allo stesso tempo è perfetto anche per i grossi business. 

L’editor per la creazione dei template è molto semplice e intuitivo e ti permette di creare dei template che rispecchiano pienamente la tua brand image. 

mailchimp homepage

HubSpot

Come Mailchimp, anche HubSpot – software di marketing, sales e service – ha un’opzione free per l’email marketing. Nel piano gratuito è incluso un builder con la formula Drag & Drop dove è sufficiente trascinare i vari blocchi per comporre il design della propria mail. 

Facile da utilizzare, è una soluzione che comprende anche altri vantaggi come il CRM gratuito, la possibilità di creare landing page, form e live chat sul proprio sito. 

Insomma, un pacchetto all-in-one degno di questo nome. 

hubspot email marketing

Shopify

Ma Shopify non era una piattaforma per ecommerce? Esatto. E infatti presenta un tool per progettare le comunicazioni essenziali per un negozio online tra cui: 

  • Mail di benvenuto
  • Mail di recupero carrelli
  • Mail per segnalare l’evasione dell’ordine e il tracking della spedizione

Il tutto è compreso nel costo della piattaforma che, nella versione Basic, va da 29 $ al mese.

Le mail sono interamente personalizzabili ma non hanno l’editor drag & drop. 

shopify homepage

Email marketing: conclusione

Quindi, come usare l’email marketing per il tuo ecommerce? 

  • Usa l’email marketing per attirare nuovi clienti.
  • Invia email al momento giusto per aumentare il tasso di conversione.
  • Comunica con i tuoi clienti per creare brand loyalty.
  • Manda le tue email al momento giusto.
  • Personalizza le tue email.
  • Ottimizza le tue email per mobile.
  • Sfrutta l’email marketing per raccogliere feedback.
  • Non utilizzare un indirizzo “no-reply”.

Quali sono i tipi di email che puoi inviare ai tuoi clienti?

  • Email di benvenuto
  • Email di onboarding
  • Email per il carrello abbandonato
  • Consigli per gli acquisti
  • Offerte lampo
  • Email per una lista VIP

Usi già l’email marketing per comunicare con i clienti del tuo ecommerce? Mandi una tipologia di email non inclusa in questo articolo? Faccelo sapere nei commenti qui sotto! 

Ti potrebbero interessare anche:

Ludovica Marino
Ludovica Marino
Ludovica lavora come content writer a Oberlo. Appassionata di viaggi, marketing ed ecommerce, condivide la sua passione con gli utenti di Oberlo dal 2019. Entra in contatto con Ludovica su LinkedIn.