Scopri cosa comporta la pandemia di COVID-19 per il dropshipping.

Pixel di Facebook, la guida completa

pixel di facebook

Nascosto tra tutti i siti di internet, il Pixel di Facebook osserva tutto quello che facciamo online. Hai letto un articolo che parlava di politica, o hai aggiunto degli articoli a un carrello, il Pixel di Facebook tiene traccia di tutto.

Tutti i dati che conserva serviranno poi per targettizzare le pubblicità online.

In questo articolo daremo un’occhiata al Pixel di Facebook, a cos’è e a come funziona. Ma dal momento che il pixel è una stringa invisibile di codice, è necessario provare a visualizzarlo per comprendere appieno il suo funzionamento. Diamo quindi un’occhiata a queste extension per capelli biondi:

pixel facebook extension per capelli

Se vai sul sito di Luxy Hair e aggiungi queste extension al tuo carrello, ecco cosa vedrai: 

carrello lucy hair - come funziona il pixel di facebook

Non c’è niente da vedere qui, vero? Beh, non esattamente. In realtà, il Pixel di Facebook sta lavorando in background.

come funziona il pixel di facebook

Attiviamo la funzionalità di Chrome “Strumenti per sviluppatori” per capire cosa succede dietro le quinte. C’è un filtro per “facebook”, così che tutto il codice, gli URL e i cookie relativi a Facebook siano facilmente visibili.

Naturalmente, se il pixel di Facebook è in tutti i siti che visitiamo, mostrandoci più avanti le pubblicità relative a quei contenuti, può fare lo stesso per il tuo sito. Anche se stai gestendo un one product store, dove potrebbe non esserci tantissimo materiale da tracciare o pubblicizzare, puoi comunque sfruttare questo strumento.

In questo post parleremo di:

  • Cos’è esattamente il pixel di Facebook
  • Per cosa si usa
  • Come funziona
  • Come puoi usarlo per ottimizzare le tue inserzioni Facebook 

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Cos’è il Facebook Pixel?

Il Pixel di Facebook è un codice incorporato in un sito web che collega il comportamento dei visitatori sul sito ai profili degli utenti di Facebook. Questa sincronizzazione tra il visitatore di un sito web e il suo account Facebook consente alla piattaforma di social media di fare retargeting con annunci rilevanti. Inoltre, il pixel di Facebook può essere utilizzato per tracciare le azioni che gli individui compiono quando ritornano sul sito web.

Per usare le parole di Facebook, questo codice “è uno strumento di analisi che permette di misurare l’efficacia della tua pubblicità attraverso la comprensione delle azioni che le persone compiono sul tuo sito web”.

Se è vero che il Pixel di Facebook viene utilizzato per “capire le azioni che la gente compie” sui siti web, questa definizione è forse un po’ incompleta. Perché il pixel utilizza questi dati per assegnare le persone a diversi gruppi target che visualizzeranno gli annunci.

Non importa dove finisce il Pixel di Facebook e dove inizia la pubblicità su Facebook, l’idea è chiara. Il pixel di Facebook:

  • Vive all’interno dei siti web
  • Traccia le azioni delle persone mentre navigano
  • Dà agli inserzionisti la possibilità di targhettizzare i potenziali clienti
  • Permette alle aziende di monitorare l’efficacia delle loro campagne di social media a pagamento

Come funziona il Pixel di Facebook?

Ora passiamo per un attimo ai dettagli tecnici. Non sarà difficile, ci saranno molte immagini e non troppi termini tecnici. Ma se desideri passare direttamente a Come installare il pixel di Facebook o Come raggiungere le persone con il pixel di Facebook, nessun rancore.

Ancora qui? Ottimo. Ora, facciamo un po’ di shopping!

Oggi andiamo a visitare due negozi. Il primo è Esprit. L’altro è Nike. Non c’è niente di particolare che riguarda questi negozi, li stiamo semplicemente usando per rappresentare un negozio online in generale. Per essere sicuri, né Esprit né Nike fanno niente di insolito o di strano con il loro tracciamento e la loro pubblicità. Sono solo negozi di abbigliamento che si occupano della loro attività e che utilizzano il tracciamento del pixel di Facebook per raggiungere i loro visitatori.

Troviamo un prodotto su Esprit, come questo bel maglione bianco e blu:

pixel di facebookEd ecco tutto il codice relativo a Facebook che gira dietro le quinte:

codice facebook su espritIl pixel di Facebook saprà quando abbiamo aggiunto questo articolo al nostro carrello:

come usare pixel di facebookNaturalmente, non riusciremo mai a infilarci in quel maglione slim-fit se non ci manteniamo in forma. Quindi andiamo sul sito della Nike per comprare un bel paio di pantaloni per andare a correre:

pantaloni nikeCome Esprit (e ogni altro negozio di ecommerce), anche Nike ha dei frammenti di codice che tengono traccia della nostra attività:

sito nike codiceMa questo non ci impedisce di aggiungere gli articoli al carrello:

carrello nikeEd ecco a cosa serve il pixel di Facebook

Diciamo che abbandoniamo questi siti senza comprare nulla. I carrelli abbandonati sono un incubo per ogni ecommerce, anche per i grandi brand.

Guarda cosa succede la prossima volta che andiamo su Facebook:

pubblicità facebook pixelE un attimo dopo, per essere sicuri che ce ne ricordiamo…

pubblicità facebook pixelAncora un po’, e la pubblicità è ancora meno discreta:

pubblicità facebook pixelNike’s ha il proprio Pixel ID su Facebook e i propri annunci:

pixel di facebook - nikeIn effetti, i pixel di Facebook di entrambe le aziende sembrano funzionare bene:

pixel di facebook - nikePixel di Facebook: come usarlo

È impossibile per noi conoscere il tipo di regole di targeting che Esprit e Nike hanno creato per i loro acquirenti. Per esempio, avremmo visto così tanti annunci se non avessimo aggiunto questi articoli ai nostri carrelli? E forse anche la location gioca un ruolo importante: queste pubblicità sarebbero apparse con la stessa frequenza se avessimo fatto acquisti dalla Corea del Sud invece che dall’Italia?

I parametri delle campagne Facebook di queste aziende – le regole, i gruppi, le offerte, il periodo di tempo, e così via – sono del tutto sconosciuti.

Tuttavia, si può comunque capire come funziona il Pixel di Facebook.

  • Un cliente visita il negozio e guarda i prodotti – magari aggiungendone un paio al carrello.
  • Il Pixel di Facebook lavora in background, prendendo nota di tutto ciò che accade.
  • Si sincronizza quindi con i cookie di Facebook che risiedono nel browser del visitatore e segnala l’account come parte di un determinato gruppo target.
  • Grazie a questi dati, quando il cliente torna su Facebook o su Instagram, queste piattaforme sanno quali siti ha visitato e di conseguenza quali annunci mostrare.

Come installare il Pixel di Facebook

Facebook ha reso l’installazione del pixel di Facebook estremamente semplice. Come spiega Facebook stesso,

Dopo aver aggiunto il codice base del pixel al tuo sito web, puoi configurare gli eventi per misurare le azioni più importanti per te, ad esempio gli acquisti. Puoi farlo installando il codice manualmente o usando lo strumento per la configurazione degli eventi punta e clicca.

Abbastanza semplice, vero?

E se usi Shopify, è ancora più facile implementare lo strumento di analisi. Accedi al tuo Facebook Business Manager, copia il Pixel ID – non il codice, solo l’ID – e inseriscilo nelle preferenze del tuo negozio Shopify:

facebook pixel su shopify

Come installare il pixel di Facebook? Per garantire che il tuo pixel di Facebook sia installato correttamente, scarica l’estensione di Chrome Facebook Pixel Helper. Ora visita il tuo sito e avvia l’estensione per vedere se il pixel funziona. Facebook Pixel Helper ti informa anche di eventuali errori, permettendoti di ripetere l’installazione per assicurarti che tutto funzioni correttamente.

Se il Pixel Helper non mostra errori, puoi iniziare a visualizzare in tempo reale i dati degli eventi e delle conversioni nelle tue campagne di marketing su Facebook.

È logico che l’installazione del Pixel di Facebook sia semplice come un banale copia e incolla. Dopotutto, avere il Pixel sul tuo sito ti incentiva a fare pubblicità con Facebook e con Instagram, sempre di proprietà di Facebook.

Facebook è anche felice che i suoi utenti utilizzino il Pixel perché in questo modo la piattaforma crea profili più completi dei propri utenti, indipendentemente dal fatto che si faccia pubblicità su Facebook o meno. Il fatto che il pixel di Facebook sia sparso su tutto il web permette a Facebook di sapere cosa fanno i suoi utenti al di fuori della piattaforma.

Non che qualcuno possa mai accusare Facebook di essere subdolo con i dati, ma è davvero una coincidenza che io abbia visto questo annuncio Adidas su Instagram lo stesso giorno in cui stavo facendo acquisti sul sito Nike.

facebook pixel pubblicità instagram

In ogni caso, installare questo frammento di codice nel tuo store fa comodo a tutti: tu migliori le tue strategie di marketing, e Facebook raccoglie più dati. 

Come targhettizzare le persone con il pixel di Facebook?

Se vogliamo essere tecnici, il codice in sé non fa alcun tipo di targeting. Al contrario, è la base per il targeting.

Sta a te dire a Facebook come effettuare il targeting.

Dal Business Manager di Facebook, la prima cosa che devi fare è creare il pixel di Facebook: collega l’attività del tuo sito web con il pixel di Facebook per iniziare la tua attività di targeting.

collega l'attività utilizzando il pixel di facebook

Dove inserire il pixel di Facebook? Scegli come desideri installare il pixel di Facebook all’interno del tuo sito, e inizia a creare pubblico e campagne personalizzate per il tuo business:

pixel di facebook crea

Sempre all’interno del Facebook Business Manager, puoi creare un pubblico personalizzato.

 

facebook pixel

 

All’interno del tuo Business Manager di Facebook, puoi creare “Pubblici Personalizzati” con regole che vanno dal semplice al super complesso. Per esempio, diciamo che vendi accessori di moda, compresi gli occhiali da sole. Il pixel di Facebook conoscerà tutti gli utenti di Facebook che hanno visto i tuoi occhiali da sole, e quando l’hanno fatto. Quindi potresti avere un Pubblico Personalizzato di persone che hanno visitato le pagine che vendono occhiali da sole del tuo sito negli ultimi, ad esempio, 30 giorni.

pixel facebook

Puoi anche indirizzare gli annunci di Facebook a persone che si sono già convertite. Ad esempio, potresti offrire ai tuoi clienti un codice sconto per il loro prossimo acquisto, o creare un gruppo di persone che hanno visitato il tuo store ma che non sono arrivate alla pagina di ringraziamento post-conversione.

È anche possibile creare dei pubblici personalizzati in base alla quantità di denaro che i clienti hanno speso sul tuo store, pubblicizzando gli articoli più costosi ai clienti che sai essere più propensi a spendere di più.

Opzioni di targeting del pixel di Facebook

Pubblico simile

Uno dei principali vantaggi della pubblicità su Facebook è la possibilità di creare un “pubblico simile”. È possibile creare pubblici simili che riflettano le caratteristiche dei tuoi clienti migliori.

Il codice sa chi ha fatto cosa sul tuo sito, e la piattaforma di Facebook può usare quei dati per identificare le persone che condividono caratteristiche simili a quelle dei tuoi visitatori. Quindi, se il tuo segmento di “big spender” è composto da donne di età compresa tra i 25 e i 35 anni che vivono in aree urbane, Facebook può creare un pubblico simile di altre donne di età compresa tra i 25 e i 35 anni che vivono in aree urbane e che potrebbero essere interessate ai tuoi prodotti.

Eventi standard e personalizzati

Si può anche usare il pixel per creare quelli che vengono chiamati “eventi personalizzati”, che sono il corrispettivo più evoluto degli “eventi standard”. Gli eventi standard sono azioni che il pixel di Facebook traccia automaticamente, come “aggiungi al carrello” e “acquista” (in totale sono nove). Gli eventi personalizzati, invece, sono eventi che puoi impostare tu stesso. Potrebbe trattarsi di un sacco di cose diverse – profondità di scorrimento, clic sulle call to action e tracciamento video, per citarne alcune.

Conversioni personalizzate

Un’altra caratteristica affascinante del pixel di Facebook è la possibilità di creare conversioni personalizzate. Queste si creano scegliendo una pagina di completamento, come una pagina di ringraziamento, e dando un nome alla conversione. Per esempio, si può usare “Grazie per la sottoscrizione, ecco il tuo 20% di sconto” come nome della conversione. E poiché il pixel di Facebook è già in esecuzione sul tuo sito web, può tracciare quando qualcuno arriva su una pagina di completamento.

pixel di facebook conversioni

È inoltre possibile selezionare una categoria di conversione e inserire un valore monetario per la conversione personalizzata. Ad esempio, se ne crei una che traccia le persone in una pagina del prodotto, puoi includere il costo del prodotto. Questo può aiutarti a determinare se stai guadagnando un profitto dalle tue campagne o se hai bisogno di fare qualche modifica. Se il prodotto ha un prezzo di 50 dollari, ma stai spendendo 60 dollari per ogni conversione che viene effettuata tramite gli annunci di Facebook, probabilmente è il momento di rivalutare la configurazione della tua campagna.

Se vuoi ottimizzare i gruppi di annunci per la conversione personalizzata, seleziona “Conversione sito web” come obiettivo pubblicitario di Facebook, inserisci l’URL del tuo sito e poi scegli la conversione che vuoi monitorare e migliorare. Il numero massimo attuale di conversioni personalizzate che un account pubblicitario può avere è 100, ma Facebook ti permette di cancellare quelle non utilizzate e di svilupparne di nuove.

La creazione di segmenti e annunci su Facebook è una scienza a sé stante. Quindi, per ora, lasciamola lì.

L’importante è che, sia che si utilizzino eventi già pronti sia che si personalizzino eventi più avanzati, il pubblico personalizzato che si crea sia supportato dai dati dei pixel. Può dirti chi ha guardato gli occhiali da sole. Sa anche chi è o non è arrivato alla tua pagina di ringraziamento e quanto ha speso.

Il pixel di Facebook è solo uno degli strumenti disponibili

Facebook non è l’unica tecnologia pubblicitaria che si aggira intorno al codice di siti come Nike ed Esprit. Ed è per questo che vediamo lo stesso tipo di pubblicità spuntare ovunque, non solo su Facebook.

Ecco, per esempio, come appare il sito del New York Times un giorno dopo aver fatto shopping in questi due negozi online:

new york times pixel

 

 

Come fa il New York Times a sapere che eravamo sul sito Esprit? Beh, non lo sa. Ma strumenti come Criteo, specializzato nel retargeting, sì. Criteo è uno dei circa 30 strumenti pubblicitari collegati al sito web di Esprit. Proprio come il pixel di Facebook aiuta Facebook a riempire il suo spazio pubblicitario con annunci rilevanti, i Criteo del mondo aiutano il New York Times a riempire il suo spazio pubblicitario con annunci rilevanti.

Ci sono però alcune cose che rendono Facebook unico in questo ecosistema. Innanzitutto, Facebook è enorme. Ha più di due miliardi di utenti attivi ogni giorno, e almeno alcuni di loro faranno sicuramente parte del tuo mercato di riferimento.

In secondo luogo, la piattaforma pubblicitaria di Facebook non è perfetta, ma per gli imprenditori di negozi di ecommerce alle prime armi, è meravigliosa. La progettazione degli annunci è relativamente semplice, la creazione di gruppi target è gestibile, e naturalmente gestire il Pixel ID di Facebook è un gioco da ragazzi.

Quindi, anche se hai ambiziosi piani di retargeting, il Pixel di Facebook dovrebbe essere uno dei primi strumenti da prendere il considerazione per il tuo business.

Dettagli tecnici

Se vuoi avere un’idea più precisa dei tecnicismi della pubblicità dei negozi di ecommerce, puoi usare l’estensione per il browser Ghostery. Ogni volta che visiti un nuovo sito web, Ghostery ti fornirà un elenco degli strumenti di pubblicità, analisi e coinvolgimento che sono installati sul sito.

facebook pixel ghostery

Puoi anche sfruttare gli “strumenti per gli sviluppatori” di Google Chrome, che sono standard nel browser di Chrome. Questo è lo strumento che abbiamo usato all’inizio di questo articolo per controllare tutti i codici in funzione durante il nostro shopping su Esprit e Nike.

Ovviamente, è possibile eseguire campagne di retargeting senza sapere queste cose. Non c’è alcun problema. Tieni solo presente che ci sono degli strumenti che ti permettono di avere più informazioni.

Conclusione

Con la pubblicità su Facebook, hai diverse opportunità di coinvolgere e convertire i visitatori. Il tipo di dati presentati dal pixel ti aiuta a effettuare attività di retargeting dei tuoi annunci. Lo strumento di analisi fornisce eccellenti informazioni sul tuo pubblico, mostra gli annunci rilevanti agli utenti che hanno dimostrato interesse nel tuo business, e incrementa esponenzialmente l’efficacia delle tue inserzioni. 

Dovresti quindi fare un favore al tuo business e iniziare subito a usare il pixel di Facebook!

Traduzione: Ludovica Marino

Scopri migliaia di prodotti da vendere online. Carta di credito non necessaria, zero rischi.

Iscriviti ad Oberlo. È gratis.

Ti potrebbero interessare anche:

Facebook può essere un asset incredibile per il tuo business. Qui puoi trovare altri consigli su come sfruttarlo al massimo: 

Utilizziamo i cookie per fornirti la migliore esperienza possibile. Ti preghiamo di accettare così da poter continuare a personalizzare i contenuti in base alle tue preferenze. Per ulteriori informazioni, dai un’occhiata alla nostra Politica sulla Privacy.

Rifiuta